Addio a Celso Mongardi

L'ingegnere fu a lungo primatista italiano
08.03.2018 18:55 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 73 volte
Fonte: Atletica Imola Sacmi Avis
Celso Mongardi
Celso Mongardi

Questo pomeriggio ha avuto luogo il funerale di Celso Mongardi, scomparso il 5 marzo all’età di 94 anni. Ne dà triste comunicazione l’Atletica Imola che ricorda anche come Mongardi fu Campione italiano assoluto di decathlon nel 1952 e, per un breve periodo, anche presidente dell’Atletica Sacmi ad inizio degli anni ’80.

Nel 1939 stabilì il primato regionale del salto in alto eguagliando il record nazionale di categoria. Nel 1940 e nel 1941 si classificò secondo nei Campionati Nazionali G.I.L. e nel Campionato Italiano di II serie (all’epoca gli atleti erano suddivisi in base al merito in 3 serie) saltando 1,80.

Nel 1947 fu Campione emiliano e Campione italiano di II serie nel salto in alto e arrivò sesto nel salto in lungo. Si dedicò a varie specialità nelle gare scoperte per diverse società di appartenenza (Virtus Bologna, Cogne Imola, Cus Bologna, Diana Piacenza), tanto da diventare uno dei migliori atleti polivalenti su scala nazionale.

Nel 1951, fu Campione italiano di Decathlon II serie con 5366 punti e terzo in quelli Assoluti. In seguito si migliorò toccando i 5410 punti che gli valsero il 5° posto in Italia. Il suo anno d’oro fu il 1952, quando, tesserato per il Cus Bologna, vinse il titolo italiano Assoluto di Decathlon con 5.711 punti che è rimasto record imolese fino agli anni ’80.

Sentite condoglianze ai famigliari.