Mov3 2 – Prevenzione per il calciatore

La Rubrica di MOVE
02.11.2018 03:44 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 14 volte
Fonte: MOV3
Prevenzione per il calciatore
Prevenzione per il calciatore

IL PROGRAMMA DI PREVENZIONE FIFA 11+ PER IL CALCIATORE: REVISIONE DELLA LETTERATURA

[a cura di MOV3 IMOLA]

 

­­­­David Sadigursky, Juliana Almeida Braid, Diogo Neiva Lemos De Lira, Bruno Almeida Barreto Machado, Rogério Jamil Fernandes Carneiro and Paulo Oliveira Colavolpe. BMC SPORTS SCIENCE, MEDICINE AND REHABILITATION (2017)

Il calcio è lo sport più diffuso al mondo, si stimano 400 milioni di giocatori in 208 Paesi. La Federazione Internazionale delle Associazioni di Football (FIFA), stima 270 milioni di tesserati nel mondo, senza considerare chi gioca amatorialmente. Tuttavia, il calcio è uno sport di contatto che richiede una certa preparazione fisica e la capacità di giocare ad alti livelli di intensità; questo fa sì che il rischio di infortunio sia elevato, sia nei professionisti che negli amatori. Studi recenti mostrano che la maggior parte degli infortuni avviene durante i primi e gli ultimi 15 minuti di gioco, il che evidenzia l’importanza di appropriato riscaldamento e i possibili effetti della stanchezza sui giocatori. La zona più colpita da infortunio SENZA CONTATTO sono gli arti inferiori (60 – 90%), soprattutto caviglia, ginocchio (Legamento crociato anteriore) e i muscoli della coscia (quadricipite e ischiocrurali). Questi sono attribuiti a un riscaldamento inappropriato, affaticamento muscolare, e deficit di coordinazione muscolare. I fattori di rischio si dividono in Fattori NON modificabili, quali sesso ed età, ed in fattori MODIFICABILI come forza, equilibrio e flessibilità, che possono essere migliorati attraverso programmi specifici.

Il programma di prevenzione FIFA 11+ è stato sviluppato nel 2006 sotto la guida del FIFA Medical Assessment and Research Centre in collaborazione con Oslo Sports Trauma Research Centre e il Santa Monica Orthopaedic and Sports Medicine Centre. Il programma comprende una tipologia di riscaldamento volta a prevenire l’infortunio nei calciatori. Prevede 15 esercizi strutturati, di facile esecuzione, che comprendono: Core stability, allenamento eccentrico dei muscoli della coscia, propriocezione, stabilizzazione dinamica ed esercizi pliometrici, tutti eseguiti con un corretto allineamento posturale. L’efficacia di questo programma nel ridurre l’incidenza degli infortuni senza contatto è stata dimostrata da vari studi, svolti sia su giocatori maschi che femmine. Il programma è composto da tre livelli, 15 esercizi che seguono una precisa sequenza di esecuzione. É fondamentale che vengano utilizzate le corrette tecniche di esecuzione, ponendo l’accento sul controllo della postura durante l’esercizio, in particolare per quanto riguarda l’allinemanto degli arti inferiori, la posizione del ginocchio rispetto alla punta del piede, e la morbidezza del terreno di appoggio. Il FIFA 11+ dovrebbe essere eseguito due volte a settimana, per un periodo di almeno 10 – 12 settimane. Questa revisione vuole verificare l’efficacia del programma FIFA 11+ analizzando gli RCT (= articoli di alto valore scientifico, ndr) presenti in letteratura.

Risultati: L’analisi include 6 studi eseguiti in tre diversi continenti, 3 in Europa, 2 in Nord America e 1 in Africa. Tre studi analizzavano calciatori di seso maschile e tre studi calciatrici di sesso femminile. Il totale dei soggetti presi in esame è di 6344 atleti, casualmente assegnati al Gruppo di Intervento (52%) = atleti che hanno eseguito il programma FIFA 11+ o al Gruppo di Controllo (48%) = atleti che hanno continuato a riscaldarsi come hanno sempre fatto. La somma degli infortuni registrati nei Gruppi di Intervento è stata di 779, mentre i vari Gruppi di Controllo hanno registrato 1219 infortuni. Sulla base di questi numeri, possiamo dire che il programma FIFA 11+ è efficace nel ridurre l’incidenza di infortuni senza contatto di circa il 30% rispetto a un riscaldamento “normale”.

L’articolo integrale, in lingua inglese è disponibile al seguente link: https://bmcsportsscimedrehabil.biomedcentral.com/articles/10.1186/s13102-017-0083-z

 

MOV3 IMOLA - via Pacinotti, 12 Imola
mov3imola@gmail.com

Manuel Minardi, nutrizionista
Irene Alessandri, fisioterapista
Fabrizio Tassinari, preparatore atletico