Rea, il colpo del Cannibale

Jonathan Rea in sella alla Kawasaki domina tecnicamente la prima gara della tappa imolese di World SuperBike.

12.05.2019 01:06 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Il podio di gara1
Il podio di gara1

Nella prima giornata della tappa di Imola del circuito mondiale di SuperBike, è il Cannibale Jonathan Rea il grande protagonista.
La pole position guadagnata da Chaz Davies su Ducati pareva indirizzare la giornata verso la Rossa di casa, ma il 4 volte campione del mondo su Kawasaki non perdona e stuzzica il palato dei tanti tifosi presenti all’Autodromo di Imola.
La Panigale V4R di Davies, tra l’altro, deve cedere di fronte ad un problema tecnico dopo pochi istanti di gara, costringendo il britannico ad un prematuro ritiro. Da quel momento fino alla bandiera a scacchi, solo Alvaro Bautista può infastidire Rea che vince, comunque, con 8” di distacco.
La lotta più emozionante si è vista tra i tre inseguitori, alla ricerca del gradino più basso del podio: è il turco Toprak Razgatlioglu (Kawasaki) ad impennare sul traguardo imolese davanti a Michael van der Mark (Yamaha). Chiude il pirotecnico terzetto Leon Haslam (Kawasaki).
Tra gli italiani, il ravennate Marco Melandri su Yamaha al 6° posto, quindi Michael Ruben Rinaldi (Ducati) 8°, Lorenzo Zanetti (Ducati) 9° ed Alessandro del Bianco (Honda) 15°.
Nel Mondiale Supersport ottime prestazioni per Federico Caricasulo (Yamaha), Raffaele De Rosa (MV Agusta), Ayrton Badovini (Kawasaki) e Massimo Roccoli (Yamaha).
Nella Supersport 300 pole position per lo spagnolo Mika Perez (Kawasaki), al suo fianco il francese Hugo De Cancellis (Yamaha) e la campionessa del mondo Ana Carrasco (Kawasaki).