A lezione da Foiera

I giovani della Curti si inchinano al Bellaria dell’ex biancorosso

07.03.2019 12:18 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Curti Imola
Dirella
Dirella

SERIE D
CURTI IMOLA-BELLARIA BASKET 73-99

(Parziali: 18-23; 32-55; 51-80)
Imola: Ricci Lucchi 10, Spinosa, Dirella 10, Canovi 6, Fini, Poli 13, Ravaglia 6, Franzoni 4, Bollati 2, Barba 13, Alberti, Wiltshire 9. All. Santi
Bellaria: Mazzotti 3, Tassinari 29, Tongue 1, Galassi 23, Benzi 21, Benedettini, Demaio 4, Maralossoudabangadata, Sirri, Foiera 13, Gori 2, Distante 3. All. Domeniconi

 

Charlie Foiera ed il suo super Bellaria stendono la Curti Imola 73-99 sul campo della Ravaglia.
Buon avvio dei biancorossi ma gli ospiti in 5’ prendono le misure e per la Curti arriva la nebbia: i rivieraschi non rallentano ed incorniciano la 21° vittoria (con due sole sconfitte).
Ancora fuori Verde, Santi schiera un quintetto giovanissimo  con Poli come pivot e nel corso del match addirittura Barba da “4”. L’obiettivo è aggredire Bellaria a tutto campo, per poi correre in contropiede. La capolista del campionato accetta di giocare a ritmi elevatissimi, ma impiega alcuni minuti a carburare al tiro, non sfruttando inizialmente gli enormi spazi creati dai raddoppi sistematici su Foiera in post.
L’International ne approfitta e va avanti nel punteggio, spinta dai canestri di Poli, Ricci Lucchi e Wiltshire. Purtroppo il vantaggio dura pochissimo e a fine primo quarto la situazione è già ribaltata, con Bellaria a guidare 23-18, spinta da una zona 2-3 che invoglia a tiri affrettati Dirella e compagni.
L’equilibrio dura sostanzialmente dieci minuti, poi i siluri di Tassinari (29 punti in tre quarti, con quattro bombe) e Benzi (21 e quattro triple) puniscono ogni singolo errore dei biancorossi. Bellaria fa girare palla splendidamente, attacca gli spazi con tagli dal lato debole micidiali e sfrutta tantissime situazioni di alto-basso per Foiera (13 punti e una valanga di passaggi smarcanti ai compagni per comodi tiri aperti); senza dimenticare i lanci a tutto campo per contropiedi fulminanti.
La Curti è alle corde e finisce anche a -30, ma la voglia dei ragazzi di Santi permette di ricucire qualche punto alla sirena finale, come dimostrano le due rubate da Franzoni negli ultimi minuti.
Un’ultima nota per Ivan Fini, centro classe 2002 che sabato sera ha debuttato con la maglia della Curti.
Ora il calendario prevede una trasferta venerdì 8 marzo contro i Giardini Margherita, attualmente al 7° posto in classifica con un bilancio di 11 vinte e 10 perse.