A.Costa ultima a Cervia

Finisce con poca gloria il torneo in Riviera per i biancorossi, sconfitti da Ravenna.
02.09.2018 00:23 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 58 volte
Fonte: Andrea Costa
A.Costa ultima a Cervia

Basket Ravenna - Andrea Costa 93-78
(parziali: 33-14; 50-44; 69-65)

A.Costa: Wiltshire W ne, Ndaw, Montanari 8, Crow 23, Wiltshire T ne, Fultz 5, Calabrese ne, Bowers 15, Rossi 9, Simioni, Raymond 15, Magrini 2.

Ravenna: Hairston 12, Smith 26, Montano 8, Jurkatamn 6, Cardillo 4, Masciadri 12,
Rubbini, Seck 4, Gandini 10, Baldassi, Tartanella, Laganà 11.

La finale per il 3° posto al torneo di Cervia parte malissimo per l’Andrea Costa che dopo 3’ è sotto 0-9. Con Montano protagonista, Ravenna vola sul 24-12, quindi chiude il primo quarto avanti 33-14.  

I ragazzi di coach Di Paolantonio tentano di avvicinarsi nel secondo parziale, ma i giallorossi tengono a distanza gli avversari (40-21 al 14’). In quel momento un buon break imolese rimette in partita Simioni e soci (41-31 al 17'). Molto bene in questo frangente l'asse Bowers-Montanari, ma sono i 10 punti consecutivi di Crow a riportare l’Andrea Costa a ridosso dei ravennati (46-41 al 19’), prima del 50-44 con cui si arriva all’intervallo lungo.

I biancorossi continuano a sbagliare molto al tiro anche ad inizio ripresa e Ravenna ringrazia (62-50 al 26’). Nella difficoltà del momento, è ancora Crow ad estrarre l’asso dalla manica per l’ennesimo strappo imolese: 67-61 a 2’ dall’ultimo intervallo breve.

L’ultimo quarto biancorosso è pressoché da dimenticare, a parte qualche buona conclusione di Bowers: Ravenna non fatica a domare le iniziative avversarie, mantenendo sempre un cospicuo vantaggio: il 93-78 è la conseguenza di un secondo tempo disputato ampiamente sotto le proprie potenzialità per i biancorossi. 

E’ sembrata più avanti la squadra di Mazzon, che oltre a Hairston e uno Smith illegale ha fatto vedere un Laganà sulla buona strada e un capitan Masciadri già in forma. Imola trova punti con Crow, mentre attende che Bowers e Raymond entrino in piena forma