Andrea Costa nella tana del Roseto

Le parole di Demis Cavina
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 11 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
Andrea Costa nella tana del Roseto

Che sia una partita decisiva per le sorti del campionato, era prevedibile. Ora se ne ha la certezza: ottenere i due punti nella trasferta abruzzese sarebbe davvero molto importante per i biancorossi in una fase delicata del campionato.

Questo il pensiero di coach Demis Cavina:
“Quella con Roseto era una partita già importante alla stesura del calendario e lo è diventata ancor di più dopo i percorsi delle rispettive squadre in questo avvio di campionato. Noi arriviamo a domani con uno stato d’animo di rivalsa rispetto anche all’ultima partita che abbiamo giocato contro Fortitudo, ma dobbiamo affrontala con grande concentrazione perché la rabbia, in questi casi, non serve ma serve molta determinazione. 
Siamo consapevoli che giochiamo contro una squadra che in termini di risultati non ha avuto un inizio positivo ma è una piazza storica che si stringerà alla propria squadra, che in questa ultima settimana è andata pesantemente sul mercato. 
Hanno acquistato Carlino, uno dei pochi giocatori già passaportati e disponibili. 
Sicuramente questo è segnale che c’è la volontà di voler cambiare il trend di questo avvio di campionato. 
L’aspetto emotivo sarà molto importante, non dobbiamo giocare con rabbia, ma dobbiamo pensare a loro, solo unicamente a loro, come squadra e singoli, ma soprattutto dobbiamo giocare quello che sta venendo meglio a noi. 
Stiamo capendo quali sono le nostre caratteristiche e gli errori dobbiamo limitare. Sono evidenti i progressi, visti anche in settimana con l’amichevole contro Ravenna, dobbiamo solamente metterli in campo, perché domani sarà un’altra partita sporca e cattiva".
Un breve accenno sulla scelta che ha visto un quintetto di partenza diverso nell’ultima partita dei biancorossi: 
“E’ stata una scelta già fatta in precedenza, alla vigilia di Orzinuovi, che non è stata sfruttata perché Gasparin ha avuto un intoppo fisico. Avevamo deciso di fare questa scelta per gli avversari che avremmo incontrato e per quello che abbiamo visto nei nostri primi due mesi di questo avvio di stagione. 
Secondo me non è una scelta che deve destare molto clamore perché le nostre gerarchie non cambiano. 
Oltre che averla fatta per i due avversari che incontravamo, l’abbiamo fatta per facilitare i due ragazzi a livello emotivo, che non stavano traendo beneficio dai match precedente e abbiamo cercato di dare una diversa lettura della partita. 
E’ vero però che Roseto è un avversario diverso e le scelte che faremo le facciamo sopratutto per un insieme di cose. A questo insieme si aggiunge anche un affaticamento muscolare di Bell, riscontrato in settimana, quindi domani deciderò con lo staff medico come gestirlo prima del match.” 
Il Team biancorosso partirà oggi, sabato 18 novembre, per la trasferta di Roseto che li vedrà scendere in campo domani, domenica 19 novembre, alle ore 18:00 al PalaMaggetti