Buona trasferta ad Argenta

La squadra di Promozione della Virtus Imola supera il difficile test contro Pol Dil Faro di Argenta
16.01.2020 21:30 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Buona trasferta ad Argenta

Promozione – Recupero ultima giornata di andata

POL.DIL.FARO-INTECH BASKET GIALLONERO 60-61

(Parziali: 17-14 / 28-27 / 48-48)

Argenta: Baldi 5, Pasetti 18, Taglioli 2, Cesari, Dalpozzo 2, Foschini, Bonora 5, Porcellini, Federici 5, Checcoli 3, Zanetti 1, Nicoletti 19. All: Santoro

Intech: Sassi 16, Spoglianti 9, Guastamacchia 6, Vannini 3, Brusa 3, Biavati 4, Fusella 2, Laaboudi 6, Piani Gentile 12, Militerno ne, Nanni ne. Coach: Alfieri

Arbitri: Wong e Resca

L’Intech Basket Giallonero espugna 61-60 il campo della Pol.Dil.Faro, tornando a sorridere nel campionato di Promozione.

Questo il commento di un raggiante coach Alberto Alfieri: “Dopo la sconfitta con la capolista Castel San Pietro, era importante dare una risposta di carattere. Per cause di forza maggiore questi ragazzi non si allenano al completo dal 1 dicembre, ma ogni volta riescono a compattarsi e, con la forza del gruppo, con le unghie e con i denti dimostrano qualcosa di bello. Tutti protagonisti, anche quelli che giocano meno minuti, ma comunque sempre fondamentali. La risposta ieri sera è arrivata con il Carattere e con il Cuore (con le C maiuscole) buttati oltre l'ostacolo”.

È immediato, infatti, il riscatto dei ragazzi dell’Intech Basket Giallonero che con una grandissima partita superano a domicilio la Pol. Dil. Faro, nel recupero dell’ultima giornata del girone di andata.

I ragazzi di Alfieri affrontano questa ennesima partita con molte assenze importanti: l’infermeria frena ancora Vignoli e Pirazzini, fermi ai boxe per i rispettivi infortuni, mentre Grandolfi è indisponibile per problemi di lavoro. Si può, però, sorridere per il rientro sul parquet di Guastamacchia.

Sono così chiamati ad un’altra impresa i ragazzi di Coach Alfieri che si affida al quintetto di partenza composto da Fusella, Sassi, Spoglianti, Vannini e Laaboudi. I padroni di casa non sembrano voler rendere facile la serata ai gialloneri, anzi, sembrano decisi a voler far pagare a caro prezzo le assenze tra le fila ospiti.

Pronti via ed i padroni di casa infilano in un amen due triple di un Pasetti dall’impatto imbarazzante sulla partita ed un paio di canestri da sotto canestro di Nicoletti per il 4-12 locale. Timeout immediato per coach Alfieri, che sembra rivedere l’inizio della partita contro Castel San Pietro, dove i padroni di casa segnavano ad ogni azione. Schiarite le idee, i gialloneri rientrano in campo determinati e con la voglia di giocarsela. La difesa in inizia a non fare più “buchi” e di conseguenza in attacco le azioni si sviluppano con maggior fluidità. Il primo quarto va in archivio sul punteggio di 14-17 per i padroni di casa, con Imola nettamente in partita, avendo recuperato con un break di 10-5, frutto dei cesti di Laaboudi (4), Sassi, Spoglianti e con il finale dipinto da Piani Gentile che realizza gli ultimi 6 punti del parziale.

Il secondo quarto vede scendere in campo un’altra squadra rispetto ai primi minuti di gara. L’Intech, infatti, non ci sta ed i cambi decisi da Alfieri danno il risultato sperato. Piani Gentile continua a bucare ripetutamente la difesa nei primi minuti conditi da due penetrazioni al ferro che regalano agli ospiti il primo vantaggio della propria partita. In difesa Imola tiene bene e non concede canestri nei primi minuti del quarto, infilando un buon break di 7-0, grazie anche ai canestri di Guastamacchia, tornato a disposizione dopo due settimane di assenza e di Brusa che brucia la retina dalla lunga distanza per il 21-17. Ed il timeout di coach Santoro è quasi obbligato. In questa fase si gioca una bella partita, con entrambe le formazioni che non indietreggiano di un passo e con i ferraresi che tornano a segnare dopo il digiuno iniziale nel quarto. Bonora e Nicoletti dalla distanza chiudono i conti per il 27-28 biancoarruzzo con cui ci si ferma per l’intervallo lungo. Qualche errore in difesa, infatti, non regala il sorriso pieno agli ospiti che vedono Piani Gentile già a quota 12 punti personali nei primi due quarti, superato solo (in questa graduatoria) da Pasetti, giunto a quota 14.

L’intervallo arriva nel momento giusto, perche entrambe le squadre, pur essendo un mercoledì sera, non sembrano voler alzare il piede dall’acceleratore, anzi, l’intensità fisica cresce minuto dopo minuto.

Il terzo quarto vede i ragazzi di Alfieri dare tutto: L’Intech entra in campo più concentrata, la strana coppia Fusella-Laaboudi dà la carica alla squadra. Prima una palla recuperata con canestro di Laaboudi e successivamente un palleggio arresto e tiro di Fusella mandano un chiaro messaggio agli avversari: i gialloneri sono qui per giocarsela fino alla fine. Si continua per una paio di minuti sul +4 per Imola, che risponde ad ogni canestro dei padroni di casa. Da citare anche l’ottimo 3° quarto per Sassi che segna 10 punti in questo frangente; oltre a lui a segno anche Piani Gentile, Vannini, Fusella e Spoglianti. Dall’altra parte anche Nicoletti infila 10 punti personali, ma la squadra di coach Santoro trova qualche lampo anche da Pasetti, Federici, Baldi (tripla) e Zanetti.

Imola sembra aver ingranato le marce alte, infatti arriva a toccare anche il +9 con la palla in mano. Ma la Pol.Dil. Faro dimostra di essere un’ottima squadra e nel finale del quarto, prima costringe ad un paio di forzature in attacco gli ospiti e poi infila 7 punti in un amen che riportano le squadre in parità. All’ultimo intervallo breve ci si arriva sul punteggio di 48-48. Le due squadre hanno disputato un bellissimo 3° quarto. Tutto però è ancora da decidere.

La tensione in campo negli ultimi 10 minuti si fa sentire, da entrambe le parti e la voglia di non perdere rende i primi 5 minuti molto intensi. Si segna con il contagocce, le difesa sono nettamente più efficaci degli attacchi per entrambe le formazioni. In questo frangente, stranamente i locali mandano a canestro altri giocatori rispetto a Pasetti e Nicoletti, ovvero Taglioli, Dalpozzo, Federici e Bonora, mentre per Imola segnano Sassi, Biavati e Guastamacchia. Si decide tutto negli ultimi 2 minuti con il punteggio bloccato 57-57. Ad un minuto dal termine dalla partita Sassi decide di prendersi la squadra sulle spalle, gioca un 1 contro 1, palleggio arresto e tiro, ma il ferro non è dalla sua parte. Ma Spoglianti è prontissimo sotto canestro a prendere rimbalzo in attacco e a segnare di mano destra il 59-57 per Imola. I padroni di casa chiamano timeout. Manca meno di un minuto al termine della partita. Si ritorna in campo con possesso offensivo per i padroni di casa, che giocano una buona azione e riescono a capitalizzare il massimo, ovvero un tiro da 3 punti di Checcoli. Imola è così sotto nel punteggio 60-59 con 30’’ da giocare. Timeout per Alfieri. Si va nella metà campo offensiva. È ancora Sassi a giocarsi il tutto per tutto con il suo classico 1 contro 1, penetrazione sul centro, la palla arriva a Laaboudi dall’angolo che tira da libero ma sbaglia. Sembra finita, ma Spoglianti con un rimbalzo che sa di miracoloso riesce a recuperare la palla ed a segnare da sotto. Il tabellone  indica 61-60 per Imola a 7” alla fine. Timeout Faro. I ragazzi di Alfieri difendono alla perfezione sulla rimessa e non subiscono canestro, guadagnandosi il diritto di festeggiare a metà campo. Vince, infatti, l’Intech Basket Giallonero sul punteggio di 61-60.

Bravi davvero tutti, perché si è visto un gruppo di ragazzi, sopratutto dal secondo quarto in poi, determinati a voler portare a casa il risultato pieno.

Nota di merito sicuramente per tutti i ragazzi, dal primo all’ultimo, che hanno contribuito alla vittoria.

Una menzione va fatta per Laaboudi e Fusella, che dopo una partita non facile contro Castel San Pietro, sono stati capaci di riscattarsi alla grandissima.

Molto bene anche Sassi e Piani Gentile con i loro 1 contro 1 hanno sempre mantenuto sotto pressione la difesa ferrarese. Ma l’ultimo applauso non può che andare a Luca Spoglianti: l’ala imolese ha siglato gli ultimi 4 punti dell’Intech nel finale convulso di partita, battendosi come un leone sotto le plance e pescando il jolly che vale la vittoria. Bravi tutti davvero.

Ora sotto con il recupero degli infortunati e, forse, dalla prossima partita vedremo il gruppo al completo dopo oltre due mesi.

Prossima gara in programma, il super derby con Faenza Basket Project: venerdì 24 gennaio alle ore 21,30 a Faenza, l’Intech sarà chiamata ad un’altra impresa in esterna.