Grifo ancora al palo

Nel complicato derby con Castel San Pietro, la Rivit sfiora il primo successo in campionato
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 48 volte
Fonte: Grifo Basket
Grifo ancora al palo

RIVIT Grifo – VB Olimpia CSPT 64-68

(17-15, 36-35, 55-51)

RIVIT: Turrini, Baruzzi, Bartoli 7, Lucchetta 6, Russu 12, Guglielmo, Lanzoni 18, Zaccherini, Martini 5, Borgognoni, Castelli 3. All. Palumbi

CSPT: Fimiani, Bonetti ne, Dall’Osso 18, Pedini, Beccaletto 10, Cavina, Zambrini 15, Pellacani, Lugli 21, Zuffa ne, Governatori 4, Guastamacchia. All. Loperfido

Arbitri: Saletti e Baraldi di Ferrara

Nonostante una grande partita contro una delle favorite per il passaggio di categoria, la Rivit non riesce a centrare il primo successo stagionale.

Nel primo tempo si gioca punto a punto finché Bartoli e Orlando danno il via ad un break che dal 17 pari porta la Grifo sul 35-21, con Imola molto più precisa nel tiro pesante (2 triple di Lucchetta e una di Castelli) rispetto ai castellani. Il contro break di 14 punti lo siglano Zambrini e Lugli (35-35) con cui ci si avvicina all’intervallo lungo.

Al rientro degli spogliatoi Dall’Osso suona la carica per i suoi e l’Olimpia vola a +7 (40-47 al 26’, Bartoli chiude il controbreak Rivit (50-49). Nell’ultimo periodo Imola non vede il canestro per ben sei minuti e mezzo, ma per fortuna tiene in difesa e l’Olimpia non scappa. Orlando dà la scossa ai suoi e si entra nell’ultimo minuto in perfetta parità (63-63) con un’altra tripla di Orlando. Castello perde palla, ma Bartoli eenon ne approfitta. Dalla parte opposta segna Zambrini. Sanguinosa persa della Rivit che costringe la squadra di casa al fallo. Lugli fa 1/2 e mancano 18 secondi. Orlando subisce fallo e anche lui fa 1/2 e i secondi restano 10. Va in lunetta Zambrini e non perdona (2/2) per il 64-68, che chiude il match, perché poi, anche se fosse andata l’ultima preghiera, il divario non sarebbe comunque stato colmato.