Grifo vincente

Grande e convincente vittoria della squadra di coach Palumbi.
14.10.2018 12:53 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 83 volte
Fonte: Grifo Basket
Martini
Martini

RIVIT – Castenaso 64-49
(parziali 12-5, 25-14, 49-28)
RIVIT Grifo: Pontrelli, Riguzzi 8, Bartoli 13, Mondini 3, Pampani 2, Creti, Lanzoni 5, Orlando 13, Biandolino 6, Fadi, Martni 12, Borgogononi 2. All. Palumbi
Castenaso: Serra, Recchia, Malverdi, Ballini 6, Baietti 14, Righi ne, Capobianco 5, Cantore 10, Ballarcini 12, Zucchini 2, Quarantotto. All. Castelli
Arbitri. Tugnoli di Bologna e Volgarino di Imola

Vince all’esordio casalingo la Grifo che doma con relativa facilità un Castenaso che si dimostra vittima predestinata di una Rivit in grande spolvero e perfettamente a suo agio davanti ai propri sostenitori.

La difesa dei ragazzi di coach Palumbi ha spento le bocche da fuoco ospiti per tutto il match. Grifo che gioca ancora senza Sgorbati, alle prese con una fastidiosa fascite e che mostra in campo il quintetto di “bassi” che frena gli avversari. Imola inizia con Riguzzi, Bartoli, Orlando, Lanzoni e Pontrelli

La cronaca.

Fin dall’avvio la Grifo prende il sopravvento (7-0 dopo due minuti) mentre Castenaso segna il suo primo canestro con una tripla di Baietti al quinto. Castenaso è sempre costretta dalla difesa imolese a tirare fuori ritmo sulla sirena dei 24” e talvolta anche oltre. Castenaso ruota i suoi per trovare il bandolo della matassa, mentre per Imola la rotazione degli effettivi è marchio distintivo. Per la Grifo in questo quarto c’è un Orlando incontenibile. Al terzo minuto del secondo quarto arriva la prima doppia cifra di vantaggio per gli imolesi (18-7), mentre Castenaso continua a non vedere il canestro (arriverà a 10 punti dopo ben 16 minuti, non sfruttando neppure le occasioni a cronometro fermo).

La ripresa sembra partire con un altro piglio per Castenaso con Cantore che mette subito a segno 5 punti filati, costringendo coach Palumbi al time out. Al rientro prima Martini e poi Bartoli da tre rimettono le cose a posto. Sarà poi lo stesso Martini a lasciare il segno per la sua squadra in questo terzo quarto. A fine quarto si superano i venti di distacco. La forbice si allarga ancora un po’, poi Castenaso mette in atto una zone-press, cui Palumbi risponde abbassando ancora il quintetto e giocando senza centro di ruolo.

La RIVIT gestisce alla grande il vantaggio non permettendo mai agli avversari di impensierirla. Nel finale spazio anche per il giovanissimo Fadi.