Il Triangolare è stato un successo

Donati 2580€ all'Associazione La Giostra Onlus
25.01.2018 09:49 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 91 volte
Fonte: Virtus Imola
Foto ricordo
Foto ricordo

Strepitoso successo per il 1° Triangolare di beneficenza “Un due tre… Stelle” organizzato dalla Virtus Imola nella serata del 3 gennaio. L’evento ha richiamato circa 700 tifosi e curiosi che hanno bagnato di entusiasmo l’intera serata. Le tre formazioni Virtus Imola, Andrea Costa Imola e Raggisolaris Faenza hanno proposto un basket spettacolare e divertente, disputando 3 gare (da 20’ ciascuna) equilibrate e dai ritmi piuttosto alti.

Durante l’intervallo della partita Virtus Imola–Salus Bologna (Campionato di Serie C Gold, domenica 21 gennaio 2018), il Presidente della Virtus Imola Luigi Dall’Alpi ha consegnato l’assegno del ricavato del 1° Triangolare di beneficenza “Un due tre… Stelle” nelle mani di Miliana Bettuzzi, Presidentessa dell’Associazione La Giostra Onlus”.

La cifra donata è pari ad € 2.580

Durante la presentazione delle squadre, è stata offerta allo staff tecnico ed ai giocatori di tutte le squadre partecipanti una matita per il progetto “Scriviamo insieme un nuovo futuro” della Comunità Missionaria di Villaregia.

Al termine della serata, Lorenzo Dalpozzo il capitano della Virtus Imola alza il trofeo ed il premio riservati alla prima classificata, grazie al +5 nella differenza punti. Al secondo posto l’Andrea Costa con +2, al terzo Faenza con -7. La differenza punti è resa necessaria per via dell’equilibrio finale con 1 vittoria per squadra.

Questo il tabellone completo:

Andrea Costa – Raggisolaris 42-45

Virtus – Andrea Costa 49-54

Raggisolaris – Virtus 41-51

 

Le altre premiazioni:

MVP della manifestazione: DANIELE CASADEI (Virtus Imola)

Top Scorer: DAVID BELL (Andrea Costa Imola) con 34 punti

Miglior giovane: SIMONE AROMANDO (Raggisolaris Faenza)

Si ricorda che MVP e miglior giovane sono scelti dai tre allenatori Davide Tassinari, Demis Cavina e Marco Regazzi.

Raccolgono preferenze anche Gioacchino Chiappelli (per l’MVP), Lorenzo Penna ed Alessandro Ranocchi (per i giovani).

La serata è stata organizzata per aiutare concretamente l’Associazione “LA GIOSTRA” che opera principalmente ad Imola e che si prefigge il raggiungimento di uno stato di benessere dei disabili e delle loro famiglie, promuovendo iniziative che favoriscono l’integrazione scolastica, lavorativa e sociale. L’Associazione si impegna per costruire una cultura permanente dell’integrazione della persona disabile, affinchè la diversità diventi un arricchimento umano e sociale. Per questo “La  Giostra” partecipa e promuove incontri, seminari e convegni per aree tematiche, nonché laboratori teatrali integrati, frequentati da ragazzi disabili e studenti ed attività di tipo ricreativo, culturale e sportivo.

Da anni la Virtus Spes Vis Imola collabora con l’Associazione “La Giostra”.

La manifestazione, con il patrocinio del Comune di Imola è stata seguita come media partner da Radio RCB, frequenza 101,3, con la partecipazione della redazione sportiva della trasmissione “RCBar Sport”, ovvero Rita Fabbri, Francesco Tassi, Roberto Ronchi e Carlo Dall’Aglio.

Un plauso anche alle tre tifoserie che hanno allietato la serata in modo caloroso ma sempre corretto, raccogliendo lo spirito della manifestazione.

Un ringraziamento speciale all’Assessore allo Sport Davide Tronconi, presente alla manifestazione di cui si è dichiarato molto soddisfatto.

 

Questi i tabellini delle tre partite:

ANDREA COSTA - RAGGISOLARIS 42-45 (pt. 21-19)

A.Costa: Bell 15, Alviti 3, Maggioli 6, Cai, Wilson 2, Prato 3, Toffali 2, Rossi, Penna 8, Simioni 3. All: Cavina

Faenza: Aromando 4, Perin 4, Silimbani 4, Benedetti, Venucci 9, Iattoni, Pagani 9, Milosevic, Chiappelli 13, Brighi 2. All: Regazzi

Arbitri Calella, Ragionieri e Tallon

Il primo incontro del Triangolare vede un totale equilibrio tra Faenza ed Andrea Costa per tutti i 20’ di gioco: con qualche assenza (Gasparin), Cavina stenta a far decollare il gioco dei suoi e si affida alla buona lena di Penna che trascina i biancorossi, insieme a Bell. Tra i neroverdi, sontuosa prestazione di Gioacchino Chiappelli (a cui l’aria del PalaRuggi fa particolarmente bene). Tecnicamente non esaltante la prestazione delle due squadre che si affidano soprattutto alla fisicità degli interpreti in campo per attirare gli applausi dei propri tifosi.

Imola spesso avanti (5-2, 15-12, 21-17) nel primo tempo, Faenza trova più spazi nella ripresa (30-31) fino al 33-38 a circa 2’ dalla sirena (poi 37-41, 40-43). Gli errori degli imolesi e la precisione di Silimbani dalla linea della carità favoriscono il +3 finale per la Rekico. Bella gara, intensa, con molti interpreti a buon livello di intensità.

 

VIRTUS – ANDREA COSTA 49-54 (pt. 24-20)

Virtus: Dalpozzo, Dal Fiume 5, Boero 9, Nucci 9, Creti ne, Casadei 14, Ranocchi 6, Sassi ne, Sangiorgi 4, Zytharyuk 2. All: Tassinari

A.Costa: Bell 19, Alviti ne, Maggioli ne, Cai 3, Wilson 2, Prato 1, Toffali, Rossi 4, Penna 11, Simioni 14. All: Cavina

Arbitri Calella, Ragionieri e Tallon

Dal 5 settembre 2002 il PalaRuggi non ospita il tanto atteso derby Virtus-Andrea Costa. Ora come allora (finì ai supplementari 93-88 per i biancorossi di Vincenzo Esposito e Daniele Casadei), la partita vede un sostanziale equilibrio, con i gialloneri a mostrare i muscoli ed i biancorossi a vincere con qualche patema nel finale.

La Virtus gioca “da grande” e si diverte ritrovandosi avanti sul 15-10 grazie all’apporto dei tre lunghi Casadei, Sangiorgi e Zytharyuk (uscito precocemente per falli), per la festa dei tifosi gialloneri. Il derby resta equilibrato: 24-20 al riposo dopo 10’ e 34-31 per la Virtus a circa 6’ dalla fine. Il finale si tinge di biancorosso soprattutto grazie ad uno scatenato David Bell che pesca 12 punti consecutivi (grazie a tre siluri dall’arco) per il 38-47 a 3’ minuti dalla sirena. La determinazione della Virtus rimette, però, tutto in discussione (46-49 ad un giro di lancette dal 20’) con la doppia tripla di Luigi Boero, prima di cedere sul 49-54 siglato da Lorenzo Penna.

Bella, bellissima cornice di pubblico a questa gara tanto attesa dei tifosi imolesi che si divertono e fanno divertire i presenti con un costante appoggio alla propria squadra.

 

VIRTUS – RAGGISOLARIS 51-41 (pt. 25-32)

Imola: Dalpozzo 6, Dal Fiume 3, Boero 6, Nucci 8, Creti, Casadei 7, Ranocchi 7, Sassi, Sangiorgi 2, Zhytaryuk 12. All: Tassinari

Faenza: Aromando 5, Perin 11, Silimbani 7, Benedetti, Venucci, Iattoni 11, Pagani 2, Milosevic, Chiappelli 5, Brighi. All: Regazzi

Arbitri Calella, Ragionieri e Tallon

Nel match conclusivo che deciderà il torneo, Faenza parte forte sul 7-0 dopo pochi minuti, ma i gialloneri non demordono e dapprima cuciono lo strappo sull’8-7, quindi scappano avanti 32-25 a fine primo tempo, Negli ultimi 10’ gli uomini di Regazzi infilano solamente 9 punti, lasciando strada spianata ad una Virtus molto determinata a vincere la gara ed il torneo. Dal 32-31 dopo pochi istanti di gioco, si passa al 42-34 che spacca la partita (break 10-3) iniettando sempre maggior fiducia ai ragazzi di Tassinari. Ai gialloneri serve una vittoria con +8 per poter raggiungere il successo del torneo e mantengono il margine tra i 7 ed i 13 punti a proprio favore.

La buona distribuzione dei tiri e dei punti realizzati sono l’arma decisiva della Virtus che al termine dei 60’ di gioco può alzare il trofeo.