Troppo Forlì per l'Andrea Costa

I biancorossi cadono nel derby romagnolo al debutto nel nuovo campionato di Serie A2
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 31 volte
Fonte: Andrea Costa
Troppo Forlì per l'Andrea Costa

Pallacanestro Forlì - Andrea Costa 77-63
(parziali 14-14; 36-32; 57-48) 

FORLI: DiLiegro 8, Castelli 8, Fallucca 10, Naimy 22, Campomori, Jackson 13, Bonacini 2, Severini 5, Thiam, De Laurentis 8. 

IMOLA: Wiltshire ne, Bell 8, Alviti 9, Maggioli 8, Cai ne, Wilson 9, Gasparin 2, Prato 11, Toffali, Rossi, Penna 12, Simioni 4. 

E’ subito derby per l’Andrea Costa nel nuovo campionato di Serie A2: a Forlì i ragazzi di Demis Cavina affrontano un match molto atteso da tutto l’ambiente, visto anche quanto accaduto nel finale della scorsa stagione. Quasi 4000 spettatori per la vittoria dei locali che si impongono 77-63.

La cronaca vede una gara equilibrata fin da subito con gli ospiti pronti a rispondere a Naimy con buone iniziative di Wilson e Prato. Rientro dagli spogliatoi difficoltoso per la Cavina’s Band che ritrova un Naimy scatenato con 19 per lui al 23’, di cui 9 nei primi 3 minuti di terzo quarto, 45-37 al 23’. Imola sembra faticare a differenza dei primi due quarti e Forlì ne approfitta portandosi a +12, 51-39 al 25’. La formazione imolese migliora nell’intensità di gioco ma non riesce a recuperare il divario che la separa dai padroni di casa e la terza frazione di gioco termina 57-48 per i padroni di casa. 
Nell’ultimo quarto Imola sembra iniziare a recuperare e si porta a -7 con David Bell, ma i giocatori perimetrali forlivesi son difficili da contenere ed è proprio con Naimy che i padroni di casa mantengono il sostanzioso +10. DiLiegro si impone sotto la plance e piazza il +14 al 35’: 64-50 per Forlì. Imola non termina il tentativo i rimonta e perde il primo derby stagionale.

Il commento di coach Demis Cavina: “Il mio lavoro stasera qua in sala stampa è abbastanza semplice, così come è semplice giudicare, se di giudicare bisogna parlare, la nostra partita.Abbiamo fatto poco canestro giocando per 38 minuti, al di la dei 2’ della zona, una difesa a uomo. A livello di prestazione sono soddisfatto per quella che è stata la qualità tecnica della partita, a confronto delle altre partite di questo inizio di stagione, questa è stata una partita dalle buone tattiche per entrambe le squadre. Naimy e Jackson sicuramente hanno fatto la differenza. Son contento per come siamo stati in partita, nonostante lo sforamento del terzo quarto in cui non abbiamo fatto canestro, abbiamo però cercato di eseguire e di stare in partita, forse ci ha penalizzato qualche palla persa di troppo. E’ molto semplice che una squadra che si affida a qualche giocatore, come tutte le squadre, deve aspettarsi a livello numerico cifre diverse, ma togliamo subito le dita in faccia a quelli che oggi non hanno fatto canestro, perchè, sono sicuro, usciremo da questo periodo di difficoltà”.