Virtus bene per 30' a Lugo

Nella prima amichevole estiva, i gialloneri mostrano una buona intesa
30.08.2018 15:05 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 50 volte
Fonte: Virtus Imola
Tassinari e Zytharyuk
Tassinari e Zytharyuk

Scrimmage

Basket Aviators Lugo – Virtus Imola 80-60 
(parziali: 17-20 / 13-19 / 21-14 / 29-7)

Aviators Lugo: Brighi 8, Lucarelli 6, Bracci 10, Seravalli ne, Leardini 4, Galassi 16, Farabegoli 14, Bedin 6, De Marchi 14, Bazzocchi 2. All: Galetti
Virtus Imola: Dalpozzo 2, Dal Fiume 1, D’Avino, Turrini, Nucci 9, Percan 11, Murati, Casadei ne, Magagnoli 6, Giuliani 3, Aglio 15, Righini, Zani 7, Zytharyuk 6. All: Tassinari
Arbitri: Meli ed Alessi

Non inganni il punteggio. La Virtus vista al PalaBanca alla prima uscita stagionale in amichevole è piuttosto positiva. Per circa 25' gioca bene, mantenendo il vantaggio nel punteggio complessivo, grazie a due quarti vinti.
Col passare dei minuti le gambe cominciano a rispondere meno alle sollecitazioni e la preparazione atletica appena iniziata si fa sentire: nell'ultimo quarto i gialloneri realizzano dal campo solo con Aglio (tripla) per un totale di 7 punti.
Ma il bello lo avevano già fatto vedere ai tanti tifosi accorsi a Lugo: nei primi due quarti i quintetti proposti da coach Davide Tassinari hanno convinto, nonostante le tante rotazioni. Il 53-51 con cui si arriva all'ultimo intervallo breve dopo 30' di gioco rappresenta un buon punto di partenza per la Virtus.

Questa la cronaca ed il video delle immagini con l'intervista a coach Tassinari:

Quintetto iniziale composto da Dal Fiume, Percan, Nucci, Aglio e Zytharyuk. Il primo canestro della stagione porta la firma di Aglio al minuto 2, seguito dalla tripla di Nucci, che replica da sotto al 3’ per il 7-10 iniziale. Poi uno splendido Zani conquista punti (5 nel parziale) e spazio sotto le plance mantenendo la sua squadra viva nel punteggio (11-13 a metà tempo). E’ l’altro nuovo innesto Magagnoli ad infilare la tripla del 14-15 a 3’ dalla prima pausa breve. Quattro punti di fila di Zytharyuk lanciano avanti la Virtus per la prima volta in serata sul 18-17 a poco più di un minuto dalla sirena e Zani sancisce il vantaggio 20-17.
Nei primi 2’ del secondo parziale il punteggio è ancora, insolitamente, fermo al palo (0-0), quindi Lugo si porta avanti di qualche lunghezza che mantiene fino al time out chiamato da coach Tassinari a 4’30” dall’intervallo: 7-10 con Zani, Aglio e Nucci a segno, oltre al libero di Giuliani.
Al rientro in campo arriva un piccolo “magic moment” di Jacopo Aglio che infila un canestro in penetrazione (più libero su fallo subito) e subito dopo una tripla perfetta per il suo punto numero 8 nel parziale. Parziale che si chiude sui canestri di Zytharyuk e Percan che precedono la sirena. Al 20’ la Virtus è avanti 39-30 nel punteggio complessivo.
Alla ripresa delle operazioni per la Virtus segna solo Alex Percan con 7 punti consecutivi che valgono il 7-6 dopo 3’ di gioco. Lugo alza la voce e scatta avanti fino al 7-20, piazzando un bel break di 14-0, interrotto solamente dal time out di coach Tassinari e propiziato, invece, dal time out del coach locale Galetti sul 6-6. La tripla di Magagnoli ed i cesti di Giuliani e Dalpozzo riducono, in parte, il gap tra le due squadre. All’ultima sirena la Virtus arriva sotto 14-21, ma sempre avanti di 2 lunghezze nel computo complessivo del punteggio (53-51). 
Nell’ultimo quarto di gioco la Virtus scompare dal campo, avendo dato fondo a tutte le energie nei quarti precedenti. Lugo scappa irrimediabilmente avanti fino al 0-15 dopo 5’, spezzato solamente dal 2/2 di Aglio dalla lunetta. Sul 2-20 coach Tassinari chiama time out soprattutto per far rifiatare i suoi giocatori. La tripla di Jacopo Aglio si chiude la serata giallonera (7-27 ad 1’ dalla fine).
Nel vortice dei cambi dell’ultimo quarto, scendono in campo tutti gli under a disposizione dello staff tecnico: con buona personalità si fanno vedere Turrini, D’Avino, Murati e Righini.
Il primo scrimmage di questa pre-season si conclude tra gli applausi di tutti i tifosi presenti: 60-80 il punteggio complessivo finale.