IC Futsal, un tempo non basta

Gli uomini di Pedrini perdono al debutto a Pesaro
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 37 volte
Fonte: IC Futsal
IC Futsal, un tempo non basta

PesaroFano - IC Futsal 7-2 (p.t. 1-1)

ITALSERVICE PESARO: Guennounna, Tonidandel, Manfroi, Marcelinho, Cesaroni, Gentiletti, Tres, Asensio, Curri, Stringari, Lamedica, Boaventura. All. Diaz

IC FUTSAL: Battaglia, Jesùs Murga, Salado, Borges, Castagna, Saura, Čeh, Garofalo, Lari, Liberti, Magliocca, Bianchini. All. Pedrini

Marcatori: 10'41'' p.t. Jesùs Murga (IC), 19'58'' Marcelinho (IP), 6'43'' s.t. Marcelinho (IP), 8'13'' Manfroi (IP), 13'12'' Boaventura (IP), 15'36'' Tres (IP), 16'12'' Asensio (IP), 16'33'' Manfroi (IP), 17'37'' Salado (IC)

Arbitri: Giovanni Zannola (Ostia Lido), Andrea Campi (Ciampino) CRONO: Pierluigi Tomassetti (Ascoli Piceno)

 

La squadra di Vanni Pedrini debutta nel nuovo campionato di Serie A con una prestazione assolutamente spezzata a metà: primo tempo assolutamente onorevole per i neroverdi che conducono 1-0 dal 10’ fino a 2” dall’intervallo; la ripresa è solo dei marchigiani che dilagano nel finale per un 7-2 che non rende giustizia agli ospiti.

Pedrini è costretto a fare a meno del portiere Juninho (squalificato) e del nuovo acquisto Ferrugem (problemi fisici) e schiera inizialmente Battaglia tra i pali, capitan Borges, Murga, Salado e Castagna da pivot.

L’Imola Castello regge l’urto nel veemente inizio dei locali e risponde al 9.33 del primo tempo con Borges che si trova davanti al portiere. Solo un intervento in extremis di Marcelinho evita guai peggiori al Pesaro. I padroni di casa provano la carta del portiere di movimento per cercare di sbloccare il risultato. La scelta però non porta i frutti sperati, infatti Murga ruba la palla e dalla propria area si rivela un cecchino, segnando l’1-0 per l’IC Futsal al minuto 10.41 del primo tempo.

Pesaro non ci sta e tenta la reazione ma gli ospiti respingono al mittente tutte le iniziative di Boaventura e compagni. In questo frangente Battaglia in porta è fondamentale, con almeno 4 parate di difficoltà notevole che salvano il vantaggio imolese. In attacco Imola crea molte azioni importanti e non si ritira a difesa del vantaggio. Quando tutto fa presagire lo 0-1 all’intervallo, l’arbitro concede una punizione al Pesaro dal limite dell’area, alla destra di Battaglia: dopo una finta di un compagno, Marcelinho ricorda a tutti di aver vinto la classifica marcatori la scorsa stagione ed infila un missile pauroso alle spalle dell’incolpevole estremo difensore imolese. 1-1 e tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa i locali iniziano nuovamente molto forte, ma Imola non è più lucida come nella prima frazione: al 3’ la traversa di Murga (che tenta l’ennesima prodezza dalla propria area, vedendo Guennounna fuori dai pali) è l’ultimo acuto degli ospiti.

Al minuto 6.03, i padroni di casa centrano la rimonta e segnano il 2-1. Marcelinho, segna il vantaggio con un pallonetto su cui l’incolpevole Battaglia non può nulla. L’IC Futsal subisce il colpo a livello psicologico e incassa la rete del 3-1 con un potente tiro in diagonale di Manfroi all’8’. Qualche minuto più tardi, Battaglia nega la tripletta a Marcelinho con un altro super intervento. Al 12’, l’IC Futsal recupera un nuovo pallone e Borges sfiora il gol sul perfetto assist di Castagna, con la palla che si perde fuori di poco. Neanche dopo un minuto, Boaventura mette in ghiaccio il risultato trovando la segnatura del 4-1. La partita di fatto finisce qui. Pesaro trova altre 3 segnature con Tres (15.36), Asensio (16.12) e Manfroi (16.33), mentre sul finire di partita, Salado rende meno amaro il passivo per l’IC Futsal, segnando il gol del definitivo 7-2.