Imolese Ca5 incontenibile

Otto reti, cinque di Spadoni: l'Imolese vola contro il Pro Patria.
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 41 volte
Fonte: Imolese Ca5
Imolese Ca5 incontenibile

IMOLESE CALCIO 1919 - PRO PATRIA SAN FELICE:  8 - 1

PRO PATRIA: Luppi, Halitjaha, Straface, Amodeo, Secchieri, Calabretta, Attadia, El Ansari, Golinelli, Torelli, Diolaiti, Melotti. All. Malservisi.
IMOLESE: Carpino, Mantosia, Vittozzi, Scala, Greco, Grelle, Zanoni, Badahi, Paciaroni, Signorini, Spadoni, Radesco. All. Carobbi. 
ARBITRI: MATERA di Forlì e SALMOIRAGHI di Bologna. 
RETI: p.t. 9' Halitjaha (P), 10', 14' e 17' Spadoni (I), 23' Zanoni (I), 28' Radesco (I); s.t. 1' Grelle (I), 4' e 18' Spadoni (I).
ESPULSI: Mantosia.

La vittoria perfetta. L'esordio dell'Imolese in C1, dopo la retrocessione dalla B, è una prova d'orgoglio che fortifica lo spirito. L'Imolese amministra con perizia la gara: difesa organizzata e un attacco dalla produttività inusitata. Il Pro Patria impone da subito un ritmo serrato, per poi, al 10', diventare bersaglio mobile di un avversario imprevedibile ed imprevisto. La rete di Halitjaha, al 9', è la sola pecca di una difesa che aveva temporeggiato in attesa che l'attacco scaldasse i motori: il kosovaro riceve palla sulla fascia e direziona sul secondo palo. Spadoni, dopo pochi secondi, inaugura le danze dei rossoblu: tiro piazzato dalla metà campo, palla che lascia di stucco i modenesi. Se Grelle manca tre occasioni propizie davanti alla porta, Spadoni è l'ariete incontenibile: al 14' Signorini s'incarica della rimessa e passa al compagno che, dalla distanza, raddoppia di prepotenza. Al 17' i due suddetti interpreti si ripetono, in una triangolazione che Spadoni concretizza con un laterale dal limite della metà campo. La risposta del Pro Patria non contrasta la vena realizzativa dell'Imolese, che aggiunge tre nomi alla lista. Il primo è quello di capitan Zanoni che, al 23', è protagonista di un goal rocambolesco: tiro alto, la palla rimbalza sui piedi di un avversario e rotola in rete. La rete del 28' è l'espressione della coesione, della sicurezza e dell'audacia di gioco dell'Imolese di oggi: Spadoni imbastisce la manovra, passa sulla fascia a Zanoni, con Radesco che, in scivolata, concretizza la pregevole azione corale. Il risultato di 5-1 del primo tempo viene appesantito a pochi secondi dall'avvio della ripresa: Grelle, in velocità, dalla fascia conclude sul secondo palo. E' Spadoni a mitragliare ancora la porta avversaria, incenerendo definitivamente le speranze degli avversari: al 4', il suo tiro da centrocampo colpisce il palo per poi entrare in rete; al 18' la triangolazione con Radesco si conclude con un diagonale basso sul secondo palo. L'Imolese pecca di superbia al 26': Carpino avanza lasciando sguarnita la porta e Mantosia, per fermare la controffensiva, s'immola per la causa. I modenesi, sfiduciati da una gara sfortunata, non riescono ad approfittare della superiorità numerica. L'Imolese costruisce e ottiene, minuto dopo minuto, una splendida vittoria di squadra. 

Prossimo turno – CAMPIONATO (Bologna, 7/10, ore 15.30): APOSA F.C.D. -  IMOLESE CALCIO 1919