Imolese Kaos, dove eravamo rimasti?

Imolese Kaos avanza: tre punti e allungo sugli inseguitori.

17.01.2019 02:27 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Imolese Kaos
Imolese Kaos, dove eravamo rimasti?

GIESSE CANOTTIERI BELLUNO - IMOLESE KAOS 1919 :  3 – 4

CANOTTIERI BELLUNO: Alberto, Brancher, Sitran, Chaoui, Savi, Reolon, Nessenzia, Dal Farra, Orsi, De Battista, Dalla Libera, Mati Florez. All. Bortolini.

IMOLESE KAOS: Spadoni, Gabriel, Tiago, Zonta, Castagna, Baroni, Salas, Bueno, Micheletto, Juninho, Paciaroni, Liberti. All. Carobbi.

ARBITRI: ANGELO di Monfalcone e NACCARI di Udine; cronometrista, FEDRIGO di Pordenone.

RETI: p.t. 17’ Reolon (C), 17’ Micheletto (I) ; s.t. 2’ Dal Farra (C), 2 e 7’ Castagna (I), 8’ Spadoni (I), 16’ Mati Florez.

La Canottieri Belluno lotta forse al di sopra di ogni velleità contro la capolista Imolese Kaos, mettendo parecchio in difficoltà i rossoblu.
Alla fine la rete di Spadoni spiana la strada per il successo, l’ennesimo in stagione, dei romagnoli in terra ospite, dopo varie peripezie del risultato. Imola due volte sotto, quindi il pareggio ed il sorpasso.
Nella prima frazione il ritmo di gioco è modesto: i locali aspettano, gli ospiti si fanno avanti, tenendo il freno a mano tirato. I rossoblu infatti mantengono il possesso della palla, senza concretizzare: manovre studiate, ma prive dell’estro e della spregiudicatezza necessarie a vincere il gioco delle marcature. Al 17’ è il capitano avversario a segnare: punizione, Juninho respinge, Reolon insacca di rimpallo. L’effetto shock è immediato: Micheletto, con un tiro piazzato dalla fascia, pareggia. La lezione non basta ai rossoblu: al 2’ della ripresa Dal Farra rimane smarcato e, davanti alla porta, mette dentro. Zonta ripara subito: riparte in velocità e serve Castagna, il cui diagonale, colpito il palo interno prima di entrare, avvia la riscossa dell’Imolese Kaos. I rossoblu accelerano il gioco, con un mix di coraggio e spavalderia che restituisce loro le chiavi del proprio destino. Spadoni entra e in due minuti la vittoria diventa una realtà concreta: al 7’ Castagna riceve palla al limite dell’area e in scivolata mette dentro di diagonale; all’8’ Spadoni tira di potenza da fuori area e segna. La gara diventa un ‘all-in’: i rossoblu, avidi, proiettano Juninho in attacco, mentre i bellunesi usano il portiere di movimento. L’alternanza continua del fronte di gioco procura ai primi l’handicap dei cinque falli, agli altri la rete della speranza: al 16’ Mati Florez segna in contropiede.

Gli ultimi minuti di gioco coinvolgono tutti i reparti, senza eccezioni. La Canottieri Belluno esce sconfitta, pur avendo dato filo da torcere agli avversari. L’Imolese Kaos torna a vincere e, complici i risultati dagli altri campi, allunga.

Prossimo turno – campionato (Imola, 19/01, ore 15.00): IMOLESE KAOS 1919 – VICENZA C5