Rigori beffardi per l’Imolese Ca5

I rossoblu cadono in semifinale di Coppa Emilia dopo la lotteria dei rigori

11.01.2018 16:58 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 38 volte
Fonte: Imolese Calcio a 5
Rigori beffardi per l’Imolese Ca5

Imolese Calcio a 5 – Cavezzo 3-4

Cavezzo: Castellini, Baratti, Brex, Montanari, Massaro, Mariani, Bellucci, Pelusi, Guerinoni, Malik, Storchi, Coppola. All.Tirelli.

Imolese: Paciaroni, Stefanoni, Greco, Badahi, Zanoni, Lunardi, Salvini, Signorini, Zaniboni, Hernandez, Radesco, Campos. All. Carobbi.

Arbitri: Romani di Modena e De Grazia di Bologna.

Reti: p.t. 6' Guerinoni (C); s.t. 15' Greco (I); rigori: Lunardi, Montanari, Campos, Bellucci, Baratti.

Espulsi: Pelusi.

Ci è mancato davvero poco. L’Imolese Calcio a 5 esce in semifinale dalla Coppa Emilia dopo l’errore dal dischetto di rigore di Badahi al termine della lotteria dei rigori finali. Una sconfitta che brucia per via del quasi totale dominio offensivo e di possesso palla degli uomini di Carobbi. Le occasioni da rete sciupate non rendono giustizia ma a raggiungere la finale sono i modenesi che ottengono il massimo risultato dopo aver difeso coi denti dall’inizio alla fine.

Nel primo tempo sono due le occasioni realmente pericolose per gli avversari, di cui una trasformata in rete da Guerinoni dopo il rimpallo beffardo su Matteo Paciaroni (6’).

Gli assalti dell'Imolese si fanno più insidiosi nella ripresa, costringendo i modenesi ad arretrare. Castellini, puntuale su ogni intervento, eccelle negli uno contro uno, lasciando a bocca asciutta Radesco, il più estroso dei suoi. E' Greco, al 15', il solo a beffare il portiere modenese: lancio lungo in area di Paciaroni, con Greco che riceve e aggira il portiere, centrando la porta per l’1-1.

La rete innervosisce gli avversari, che, al 22', incorrono nell'espulsione di Pelusi. I rossoblu colpiscono il palo con Lunardi e non riescono ad approfittare della superiorità numerica. L'uscita di Paciaroni al 27' su Bellucci intralcia una delle poche occasioni di allungo del Cavezzo.

Il pareggio alla fine dei tempi regolamentari affida ai rigori le sorti della gara: Lunardi, Montanari, Campos, Bellucci, Baratti vanno a segno; la parata di Castellini sul tiro di Badahi regala al Cavezzo il lasciapassare per la finale. La sterilità offensiva penalizza i rossoblu, che escono dalla competizione nonostante la buona prestazione.