Altro punto per la Valsanterno

Secondo 1-1 di fila per i valligiani:contro il Lavezzola, Tumolo risponde al vantaggio ospite di Errico. Non basta un finale all’attacco per ottenere i tre punti.

10.09.2018 10:30 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 18 volte
Fonte: Valsanterno 2009
Tumolo
Tumolo

Promozione

Valsanterno 2009 – Lavezzola 1-1 (p.t. 0-1)

Valsanterno 2009: Zanotti, Morsiani, Visani (51’ F.Dardi), Ferrini, Mongardi, Alpi, Gentilini (70’ M.Gatti), Vallante, Tumolo (93’ Fanti), L.Gatti (61’ Giangregorio), A.Dardi (72’ Sciuto). A disp. Robustelli, Mangiaferri, Isam, Lemleh. All. Ivo Dardozzi

Lavezzola: Cottignoli, Minarelli, Palladino, Monti (46’ Roberto, 80’ Melchionda), Pelotti, Mazzoni, Gasparri (18’ Beretta), Tassinari, Errico, Capone, Simoni. A disp. Montanari. All. Leonardo Rossi

Arbitro: Sig. Patrono (Cesena)

Marcatori: 29’ Errico, 76’ Tumolo

 

Non basta un quarto d’ora di assedio alla Valsanterno per superare il Lavezzola, formazione arcigna e molto organizzata. Dopo lo svantaggio al 29’ con Errico abile ad eludere Morsiani sull’assist dell’ex Monti, i valligiani non replicano in maniera efficace fino agli ultimi 15’, quando con il pareggio di Tumolo, iniziano un forcing d’altri tempi. Che, però, non porta i tre punti in classifica agli uomini di mister Dardozzi.

Primo lampo locale al 9’, col tentativo di Luca Gatti che cerca il gol da posizione defilata; la palla attraversa l’area piccola e si spegne sul lato opposto. Ancora Gatti, al 22’, accentrandosi da sinistra, tenta la soluzione di potenza sul primo palo, ma Cottignoli devia in angolo. Al 29’ i ravennati trovano il vantaggio con Errico che batte l’esordiente Zanotti nell’uno contro uno (0-1).

La reazione locale è affidata ancora a Gatti, il cui calcio di punizione dalla distanza (37’) è facile preda di Cottignoli. I gialli di casa sviluppano il gioco, mentre gli ospiti agiscono in contropiede e al 43’ sfiorano il raddoppio, con Beretta che, servito in area da Errico, trova sulla sua strada un attento Zanotti. L’occasione più nitida per i locali arriva allo scadere del primo tempo: Andrea Dardi riceve palla in campo libero, tiro dai 20 metri che si stampa sulla base del palo.

Ad inizio ripresa il Lavezzola, direttamente dal calcio d’inizio, per poco non trova l’eurogol: Capone tenta di sorprendere Zanotti e trova una clamorosa traversa. Sono i nuovi entrati a dare linfa all’attacco casalingo, con Giangregorio che trova l’opposizione della barriera su calcio piazzato (63’). I locali si rendono pericolosi solo al 75’ con un tentativo dalla distanza di Matteo Gatti, alto sulla traversa. È solo il preludio ad un finale di gara ricco di occasioni: un minuto dopo, infatti, Tumolo riceve da Francesco Dardi e dai 10 metri trova l’angolino basso alla destra di Cottignoli (1-1), il quale successivamente è attento sui tentativi di Matteo Gatti (79’) e Giangregorio (82’), poi superlativo ancora su Giangregorio con una parata a chiusura dello specchio in stile Neuer (87’). L’ultima occasione d’oro passa per i piedi di Matteo Gatti, che però colpisce male e non centra la porta.