Due punti persi a Sansepolcro

Brutta prestazione della squadra di Gadda in casa del fanalino di coda.
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 51 volte
Fonte: Francesco Dottori
Due punti persi a Sansepolcro

Vivi Altotevere Sansepolcro – Imolese 1-1
Vivi Altotevere Sansepolcro: David, Piccinelli, Pasqualini, Mattia, Bonfini, Sgambato, Bianchini (39’ Massai), Catacchini, Damiano (65’ Mortaro, 86' Malentacchi), Alagia (83’ Dida), Romano (65’ Carbonaro). All.: Schenardi.
Imolese: Rossi, Boccardi, Checchi, Torta (59’ Franchini), Garattoni, Galanti (75’ Tattini), Carraro, Guatieri, Borrelli (75’ Salvatori), Titone, Ferretti. All.: Gadda.
Arbitro: Caldera (Como)
Marcatori: Romano (18'), Tattini (84')
Note: ammoniti Piccinelli, Sgambato, Carbonaro, Dida; espulsi Catacchini, Schenardi (all. Vivi Altotevere Sansepolcro).

 

L'Imolese impatta a Sansepolcro, in casa dell'ultima della classe, perdendo due punti fondamentali nella corsa promozione sulla capolista Rimini, nel frattempo vincente nel big match col Lentigione per 2-1. Romano, a segno di piatto al volo,  firma il vantaggio locale al 18'. L'Imolese non ingrana, e il primo tempo si conclude a sorpresa sull'1-0. La ripresa è monopolizzata dai rossoblù, che sfiorano il pari con Franchini, Checchi e Titone; per i toscani il più pericoloso è Alagia, ma Rossi fa buona guardia. David compie un autentico miracolo su Ferretti, prima di soccombere a 6' dalla fine sul destro di Tattini, tornato al gol dopo tempo immemore. Nel finale i biturgensi restano in dieci per il rosso comminato a Catacchini (nell'occasione viene allontanato anche mister Schenardi): è assedio Imolese, ci prova due volte Titone ma non c'è nulla da fare, finisce 1-1.
Intanto il big match Imolese-Fiorenzuola è stato anticipato a sabato (ore 15); in tale occasione l'accesso allo stadio sarà completamente gratuito.

 

La società di Spagnoli, come dichiarato dallo stesso presidente rossoblù sulle pagine del sito ufficiale del club, ha deciso di puntare tutto sul supporto dei propri tifosi nel momento decisivo del campionato:

«Lo sport è coesione, comunione d’intenti, in due parole: fare gruppo. La nostra politica gestionale è completamente incentrata sulla volontà di valorizzare la sinergia che unisce l’Imolese Calcio 1919 alla città di Imola. Un binomio sempre più saldo, un valore aggiunto già rivelatosi determinante attraverso quella preziosa spinta propulsiva capace di gettare il cuore rossoblù oltre l’ostacolo. Per inseguire i sogni occorre remare tutti insieme nella stessa direzione ed in questa emozionante coda di stagione la città di Imola ed i nostri tifosi possono fare la differenza. Il dodicesimo uomo in campo non è una frase fatta ma, semplicemente, il coronamento di un percorso che ci vede protagonisti fianco a fianco. Vi aspettiamo al Galli sabato, Forza Imolese…Sempre».

 

Il Fiorenzuola resta un avversario molto ostico nonostante abbia vinto solo una delle ultime dodici partite, serie nera questa che ha condannato inevitabilmente i piacentini (comunque ancora terzi dopo l'1-1 con la Vigor Carpaneto) a scivolare fuori dalla lotta promozione.  L'elemento più pericoloso resta bomber Bosio, a quota 14 gol; attenzione anche a Bigotto, a 6.