Reti inviolate a Trebbo

Poche occasioni, nessun goal. Prestazione ordinata ma poco audace dei valligiani, mai particolarmente pericolosi dalle parti di Gieri. Sartiani, praticamente disimpegnato, salva il risultato ad inizio
03.12.2018 00:14 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 12 volte
Fonte: Valsanterno
Visani
Visani

Trebbo - Valsanterno 2009 0-0
Trebbo: Gieri, Rabbi (81’ Innocenti), Donvito, Stancari, Zanzani, Papa, Rossetti (91’ Piani), Maso (71’ Benuzzi), Teglia, Gamberini (89’ Ognibene), Tandurella (72’ Fares). A disp. Nadalini, Giacobazzi, Fratti, Pinardi. All. Alessandro Ansaloni
Valsanterno 2009: Sartiani, Alpi, Gentilini, Ferrini, Mongardi, Morsiani, Visani, Vallante, Giangregorio (73’ Trabelsi), Sciuto (78’ M.Gatti), L.Gatti (61’ F.Dardi). A disp. Tonini, Cacciapuoti, Mangiaferri, Naim, Lemleh. All. Gian Carlo Felice
Arbitro: Sig. Caminati di Forlì

La Valsanterno 2009 esce imbattuta dal terreno di gioco di Trebbo di Reno, senza però riuscire ad agguantare la prima vittoria esterna in campionato. È di 0-0 il finale al Comunale della località bolognese, in un match nel quale hanno fatto da padroni i due pacchetti arretrati, praticamente infallibili in una partita senza grossi spunti offensivi da ambo le parti.

Inedito schieramento ad una sola punta per i valligiani, costretti a fare a meno di Tumolo e Andrea Dardi, entrambi squalificati: è Giangregorio a prendersi sulle spalle il peso dell’attacco, con la linea mediana irrobustita dal ritorno dal 1’ di Visani. La prima occasione della gara passa proprio per i piedi del numero 9 ospite, che impegna Gieri in una non severa parata in due tempi con una conclusione della distanza (19’). Sostanziale equilibrio nella manovra delle due squadre, che tuttavia non riescono a sfondare le linee difensive avversarie e concludono la prima frazione senza, di fatto, rendersi pericolose in zona goal.

L’episodio che può cambiare il corso della gara arriva al 58’: Donvito conclude a botta sicura dal vertice sinistro dell’area piccola, monumentale Sartiani nel respingere mantenendo la porta inviolata. La consueta girandola dei cambi frena le già scarne velleità delle due formazioni; a svegliare i presenti dal torpore ci prova Francesco Dardi al minuto 81, ma la conclusione si perde sopra la traversa della porta difesa da Gieri, praticamente disimpegnato in una partita a tratti soporifera che muove la classifica di ambo le compagini