Una Diffusione in continua crescita

Presentato il bilancio sociale della scuola di pallavolo Diffusione Sport Imola.

19.07.2018 15:06 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 87 volte
Fonte: Diffusione Sport
Una Diffusione in continua crescita

Di certo è la prima società sportiva imolese a rendere noto il proprio bilancio sociale, fin dalla scorsa stagione. La Diffusione Sport Imola utilizza questo strumento non solo per valorizzare la propria immagine, ma anche per osservare con maggior precisione il proprio lavoro.

Giovedi scorso è stato presentato alla stampa il bilancio sociale 2018, con la partecipazione del neoassessore allo sport Maurizio Lelli presso il ristorante Donatello

In questo nuovo documento oltre alla presentazione dei principi alla base del lavoro svolto dalla scuola di pallavolo Diffusione Sport (mission, valori, assetto societario) sono evidenziati gli obiettivi raggiunti attraverso le politiche attuate. Non sono mancati i numeri e l’elenco degli eventi organizzati nel corso dell’anno che rappresentano il principale fattore di valutazione del lavoro svolto.

La conclusione a cui giunge il documento è che la scuola di pallavolo Diffusione Sport Imola grazie al concetto di sport gratis ha permesso a tante ragazzine di avvicinarsi alla pallavolo gratuitamente senza alcun costo per le famiglie. 

“A piccoli passi continuiamo la nostra crescita – ha affermato Pasquale De Simone, presidente di Diffusione Sport – ci poniamo obiettivi ambiziosi ma raggiungibili che necessitano di tempo. Noi della scuola di pallavolo Diffusione Sport non molliamo e insistiamo a offrire la nostra proposta sul territorio Mi preme sottolineare che nelle nostre palestre sono passate in 13 anni di attività circa 1500 ragazze e grazie al nostro lavoro le famiglie hanno risparmiato circa 400.000 euro”.Presente anche l’assessore allo sport del comune di Imola, Maurizio Lelli: “Scopro solo adesso questa realtà che permette a tante ragazze di praticare lo sport gratuitamente. Ho apprezzato anche le parole del presidente che ha sottolineato la disponibilità a condividere con le altre società sportive questo modello che negli anni ha dimostrato di essere sostenibile”.