A year without war

Iniziativa della Csi Clai Imola con il Club Volley trapiantati e dializzati Italia
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 45 volte
Fonte: Csi Clai Imola
A year without war

Grande iniziativa organizzata dalla Csi Clai Imola: è in programma il 21 gennaio, alle 10 alla palestra Cavina, l’amichevole di beneficenza tra Sbt Volley Clai (ovvero la propria squadra amatori) e Club Volley trapiantati e dializzati Italia.

L’ingresso è gratuito.

Durante la partita sarà attiva una lotteria con ricchi premi per raccogliere fondi per sostenere le iniziative di "2020 A Year Without War Italia e il "Club Volley trapiantati e dializzati Italia", organizzazioni che si impegnano quotidianamente per la sensibilizzazione del valore della vita.

Come recita lo slogan, “il sogno di pochi, può diventare realtà con il vostro aiuto!”
 

Dal punto di vista sportivo, la Csi Clai Imola arriva da una sonora sconfitta interna contro l’assoluta capolista del girone di Serie B2, Nottolini Capannori.

Quella toscana si è rivelata una vera schiacciasassi, ma il ko maturato domenica scorsa con la capolista non toglie nulla al bellissimo campionato disputato finora dalla Clai.

«Effettivamente la partita con la capolista ha mostrato una certa differenza tra loro e il resto del campionato - ammette coach Manuel Turrini -. Questo, però, ci ha aiutato a girare subito pagina. In settimana abbiamo lavorato per recuperare alcune situazioni fisiche non ottimali, tra le quali Alice Tesanovic, ma Camilla Tamburini si è comportata bene e non abbiamo la necessità di forzare i recuperi».
A questo punto, quindi, sarà fondamentale difendere il terzo posto in classifica dall’attacco di Vignola, una squadra sempre più in crescita e ora “incollata” alle imolesi con un solo punto di distacco.

«Ormai Vignola è una certezza di questo campionato e la nostra vittoria in casa loro all'andata certifica ancora di più l'impresa compiuta e sono contento di avere il ritorno in casa».
Sabato, però, il calendario prevede un’altra sfida importante contro la Stella Rimini, sesta in campionato. Una partita che in casa Csi Clai nessuno vuole sottovalutare.

Si gioca alle 17 «in uno dei campi più difficili del campionato. In casa Rimini è una squadra molto compatta, che sbaglia poco e difende tanto. Mi aspetto una partita brutta, complicata soprattutto dal punto di vista mentale: loro ti snervano, in un modo o in un altro rimangono lì attaccate al set e sono pericolosissime. Noi abbiamo diverse soluzioni per fare loro male, ci stiamo lavorando da quasi tutta la settimana e siamo pronte».