A.Costa ko a Ferrara nel derby

Niente da fare per Prato e compagni contro il Kleb Ferrara
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 80 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
A.Costa ko a Ferrara nel derby

Kleb Basket Ferrara - Andrea Costa Imola Basket  76-65
(22-14; 39-43; 58-54) 

FERRARA: Mancini ne, Rush 19, Drigo ne, Hall 16, Fantoni 8, Carella ne, Molinaro, Cortese 11, Venuto 3, Panni 9, Moreno 10. All. Bonacina 

IMOLA: Bell 12, Alviti 22, Maggioli 6, Wiltshire ne, Cai ne, Wilson 7, Gasparin 2, Prato 6, Toffali, Rossi ne, Penna 3, Simioni 7. All: Cavina

 

Al Bondi Ferrara il sentito derby contro l’Andrea Costa: gli emiliani si rifanno, dunque, della pesante sconfitta al PalaRuggi del girone d’andata. Nonostante oltre 200 tifosi al seguito, i biancorossi non riescono a bissare quel successo che fu determinante nel rilancio delle proprie ambizioni. Ora imolesei e ferraresi sono abbracciati in classifica a quota 16 punti.

Questa la cronaca:

Inizia forte Ferrara trascinata dall’asse USA Rush-Hall, mentre Imola con un pò di sfortuna non riesce a trovare il canestro, 9-3 al 4’. 
Mentre i tiri perimetrali imolesi non vanno a buon fine, Cortese e Moreno mettono il loro mattoncino sul punteggio ferrarese, costringendo Coach Cavina a chiamare timeout, 13-5 al 6’. 
Timeout che sembra proficuo per Imola con Bell che trova subito il canestro da sotto, ma in 3’ Rush e compagni piazzano un parziale di 6-0, portandosi sul 19-7. 
I biancorossi trascinati da Penna e Alviti non vogliono farsi scappare gli avversari e aumentando l’intensità in difesa e trovando il canestro, frenano il momento positivo di Ferrara, chiudendo il primo quarto sul 22-14. Imola non ci sta e piazza il parziale di 0-8 consecutivamente con la tripla di Bell, il canestro da sotto di Simioni e la tripla di Alviti riaprendo le danze: 22-22 al 12’. Ferrara chiama timeout Venuto attacca il canestro ma con Penna non passa, recupera palla lancia i suoi in attacco e Alviti realizza la tripla del sorpasso: 22-25 al 14’. I padroni di casa provano a spezzare il ritmo a Imola, ma i biancorossi con un’ottima prova di squadra sia in attacco che in difesa tengono a distanza gli avversari: 28-34 al 16’. Capitan Cortese con un’azione personale prova ad accorciare le distanze seguito da Fantoni che realizza, su fallo di Gasparin, 1 su 2 dei liberi a sua disposizione, 31-34 al 18’. Imola sprecona ai liberi, sia Penna che Bell realizzano 1su2 dalla lunetta, e Ferrara ne approfitta con Rush e Cortese e si riporta sul -1. Alviti realizza la tripla ma Moreno lo imita, 39-40. Ferrara non trova il canestro e Alviti realizza di nuovo la bomba riportando a +4 i suoi: 39-43 al 19’. A 6’’ alla fine di secondo quarto, con fallo fischiato a Penna, Coach Cavina chiama timeout. Moreno lancia l’attacco ferrare ma Penna intercetta il tiro, Toffali recupera palla e termina il tempo a disposizione. 39-43 squadre negli spogliatoi. aAl ritorno dagli spogliatoi Ferrara con un canestro fortuito di Moreno e uno di Hall si riporta a -2, ma Gasparin e Wilson piazzano 2 triple: 43-48 al 24’.  Il quarto fallo chiamato ad Alviti, molto dubbio, manda in lunetta Rush che realizza 1su2. Un calo d’intensità nella difesa imolese permette a Ferrara di riportare il punteggio in parità: 48-48 al 26’. Sono i 4 punti di Maggioli che sembrano riportare aria ai biancorossi, subito spezzata dai 5 punti consecutivi di Hall: 53-52 al 28’. Prato da sotto realizza, ma Ferrara con qualche canestro fortuito chiude sulla sirena a +4 il terzo quarto: 58-54 al 30’. Imola riapre gli ultimi 10’ di gioco con 2 palle perse in attacco e Panni ne approfitta piazzando la prima del +7: 61-54. 
Le azioni dei biancorossi non vanno a buon fine e Ferrara piazza un altro piazzale di 5 punti con Rush e si porta a +12 sulla formazione imolese: 66-54 al 33’. Timeout Imola. Alviti piazza la bomba ma Rush trova il canestro e Panni la bomba: 71-57 al 36’. Prato mette la tripla, a Fantoni viene chiamo fallo di sfondamento e Imola in attacco si guadagna il fallo, così Bell realizza 2 su 2: 71-62 al 39’. I ferraresi in attacco non realizzano e Bell ne approfitta con un’azione in solitaria. Nemmeno tempo di sperare e Cortese piazza la tripla di tabella che riporta i suoi sul +10, 74-64, con 52’’ da giocare, ma ormai il dado è tratto.

Finisce 76-65 il match a favore di Ferrara.