Ai margini dei Playoff

I biancorossi continuano a vincere in casa contro chiunque. Forse non basterà per raggiungere il post-season
15.04.2018 21:06 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 29 volte
Fonte: Andrea Costa
Ai margini dei Playoff

Andrea Costa-Poderosa Montegranaro 73-65
(parziali 18-19; 36-29; 59-43) 

Imola: Turrini Ne, Bell 16, Alviti 12, Maggioli 2, Cai Ne, Wilson 9, Gasparin 3, Prato 7, Toffali 2, Rossi, Penna 15, Simioni 7. All. Cavina

Montegranaro: Rivali 2, Campogrande 7, Maspero 2, Treier 6, Zucca 2, Corbett 15, Amoroso 9, Nikolic 5, Powell 17, Altavilla ne, Gueye. All. Ceccarelli

 

Il fortino del PalaRuggi resiste stoicamente e l’Andrea Costa chiude vincendo la propria stagione casalinga. Ora manca solo la trasferta ad Udine.

Entrare ai playoff promozione, in un intrigo di risultati e di classifiche avulse, potrebbe essere proibitivo per i biancorossi: in ogni caso la stagione 2017/2018 sarà archiviata come positiva, vista la striscia vincente in casa e le diverse sorprese in esterna. Demis Cavina ha riportato entusiasmo ad Imola sponda Andrea Costa, elevando un gruppo giovanissimo ai margini dei playoff.

Contro Montegranaro, in lotta per il 4° posto, bene i biancorossi nel primo tempo che si chiude sul 36-29. Dopo l’infortunio di Rivali, il regista marchigiano, la Poderosa crolla alla distanza, andando in difficoltà praticamente in ogni zona del campo. Massimo vantaggio di Imola sul +16: 59-43 al 30’. Ma gli ospiti tentano il tutto per tutto e riaprono il conto (59-53 al 3’ dell’ultimo parziale). E’ Gasparin che sblocca i suoi segnando la tripla del +9 e con un gran assist di Wilson, Alviti segna il +11: 64-53 al 6’. E se Nikolic e Treier provano ad accorciare le distanze fino al -9, Bell e Prato segnano le triple del +12: 70-58 al 38’.

Il finale è di marca biancorossa con una buona gestione dei palloni decisivi.

 

Queste le parole di coach Ceccarelli in sala stampa: “Siamo riusciti a dare una partita fino alla fine a questo pubblico e, viste le ultime gare che ha giocato la Andrea Costa qui, non era facile. Ad un certo punto sembrava si andasse verso lo stesso copione, ma con grande carattere, grande difesa e i due americani in panchina abbiamo rimesso in piedi la partita dando qualche pensiero a Imola fino alla fine. Purtroppo a metà tempo abbiamo subito un duro colpo con l’infortunio di Rivali. Complimenti a Imola per la grande stagione che ha disputato: ha creato al PalaRuggi un vero fortino ed ha centrato una salvezza anticipata. Sia noi che loro possiamo dirci squadre che hanno fatto più di quanto si pensasse ad inizio stagione, con roster assemblati con sensatezza. I risultati di oggi ci vedono costretti a battere Trieste per centrare il quarto posto, ma va bene così: ci vogliamo guadagnare il miglior piazzamento possibile con le nostre forze, senza guardare agli altri. La sfortuna oggi non è nei risultati delle altre, ma nell’infortunio di Rivali. Il mio unico pensiero è per lui, soprattutto per la caratura della persona che è e non se lo merita nel modo più assoluto”.