Altri due punti alle ortiche

A Monza arriva un pareggio che sta stretto all’Imolese

25.11.2018 22:20 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 18 volte
Fonte: Imolese
Altri due punti alle ortiche

Serie C, girone B - 13ª giornata

Monza - Imolese 1-1 (pt 1-0)

Monza: Guarna; Caverzasi, Negro, Riva, Origlio (dal 87’ Tentardini); Galli (dal 87’ Barba), Guidetti (c), Iocolano (dal 71’ Adorni); Ceccarelli (dal 62’ Giudici), Reginaldo, D’Errico. All. Brocchi (a disp. Sommariva, Palesi, Giorno, Brero, Barba, Tomaselli, Tentardini, Adorni, Giudici, Otelè Nnanga).

Imolese: Rossi; Garattoni, Boccardi, Carini, Fiore (dal 82’ Sciacca); Hraiech (dal 66’ Gargiulo), Carraro, Valentini (c); Mosti (dal 82’ Rinaldi); Lanini (dal 62’ Giovinco), Rossetti (dal 62’ De Marchi). All. Dionisi (a disp. Zommers, Sciacca, Sereni, Bensaja, Checchi, Tissone, Giannini, Zucchetti, Gargiulo, Rinaldi, Giovinco, De Marchi).

Marcatori: 44’ Reginaldo (Mon), 46’ Rossetti (Imo).

Arbitro: Nicola Donda (assistenti Francesco Biava e Carmelo De Pasquale).

Espulsi: 61’ Caverzasi (Mon).

 

Ennesima occasione persa per l’Imolese di mister Dionisi che, giustamente, a fine partita recrimina per l’ennesimo immeritato pareggio. Imola domina, ma racimola solo un punto a casa della nuova  squadra del duo Berlusconi-Galliani, con mister Cristian Brocchi in panchina. Con il pareggio la formazione di Alessio Dionisi sale a quota 19 punti in classifica, al nono posto della graduatoria ed allontanandosi dal vertice della classifica.

La cronaca

12’ - Discesa di Garattoni a destra e cross arretrato, sul quale si avventa Valentini, ma la deviazione del capitano dell’Imolese finisce alta.

18’ - Episodio dubbio in area brianzola: solito sprint di Lanini che viene trattenuto da Negro e va a terra. Per l’arbitro Donda non è calcio di rigore.

34’ - Grande occasione per i padroni di casa: Caverzasi stacca di testa da calcio d’angolo sfiorando il palo alla destra di Rossi. Si rimane sullo 0-0.

43’ - Bello spunto di Reginaldo, che calcia col sinistro dai 16 metri: palla di poco alta sulla traversa.

44’ - GOL MONZA. Grave errore di Fiore in costruzione: ne approfitta Ceccarelli, che gli ruba palla e serve Reginaldo, il quale non sbaglia da pochi passi. E’ 1-0 Monza all’intervallo.

46’ - GOL IMOLESE. Pronta risposta rossoblu in avvio di ripresa: Lanini mette in mezzo per Rossetti che calcia addosso a Guarna, ma lo stesso numero 27 è il più lesto ad avventarsi sulla ribattuta. Pareggio Imolese al primo minuto del secondo tempo.

56’ - Il Monza prova a riportarsi in avanti. Iocolano si accentra e calcia col destro, ma il suo tiro finisce lontano dallo specchio della porta.

61’ - Monza in 10: l’assistente segnala qualcosa al direttore di gara, che espelle il numero 19 Caverzasi. Brocchi si copre con Giudici al posto di Ceccarelli, mentre Dionisi cambia totalmente il reparto avanzato.

69’ - Gol annullato a Valentini, che aveva trovato la deviazione vincente sulla punizione di Giovinco. Posizione dubbia del capitano rossoblu.

77’ - Clamorosa palla gol per l’Imolese: Giovinco recupera palla in zona offensiva, la sfera finisce a De Marchi che si invola in area brianzola, ma il destro del numero 30 finisce alta.

79’ - Ancora Imolese: ci riprova Valentini di testa, salva Guarna. La pressione dei rossoblu cresce.

85’ - Tentativo dal limite del neo-entrato Sciacca. Palla alta di poco sopra la traversa.

90’ - Ancora De Marchi pericoloso: lancio di Carraro per l’attaccante rossoblu, che entra in area e spara contro un reattivo Guarna.

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Alessio Dionisi, allenatore

«Ce ne andiamo da Monza con rammarico. Abbiamo portato via un pareggio che, alla vigilia, forse avremmo accettato ma, visto l’andamento della partita, ci resta un po’ di amaro in bocca. Siamo comunque contenti della prestazione, anche se c’è mancata la ciliegina. Dobbiamo fare tesoro degli errori di stasera, anche se ormai sono tante partite che lo dico. Il Monza comunque ha dei valori, la squadra si è ricompattata in 10 e non ci ha concesso tantissimo. Peccato, meritavamo di vincere ma dobbiamo accettare il verdetto del campo, che comunque è positivo».