Bagunça: la psicomotricità per aiutare a crescere!

La campagna crowdfunding creata da Maria Enrica Cesena della ASD IFS Italian Fitness School al fine di creare uno spazio per aiutare bambini e bambine normodotati e/o con disabilità nello sviluppo
15.10.2019 15:15 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Bagunça: la psicomotricità per aiutare a crescere!

E' in pieno svolgimento la campagna crowdfunding della piattaforma "Idea Ginger" intitolata "La psicomotricità per aiutare a crescere!"

Edgard Serra e Maria Enrica Cesena sono gli organizzatori di Bagunça:

"Siamo Edgard e Maria Enrica, insegnante di Educazione Fisica e Psicomotricista, nei nidi e nelle scuole dell’Infanzia nel territorio imolese e dintorni e da diversi anni aiutiamo bambini e bambine normodotati e/o con disabilità nello sviluppo delle loro capacità psicomotoria e nel loro processo di crescita attraverso progetti di attività di gruppo e individuali.
Vorremmo creare uno spazio accogliente e protetto per continuare a svolgere e migliorare queste attività e incrementare il sostegno alle famiglie.
Per continuare ad aiutarli a crescere, creando uno spazio adeguato alle loro esigenze a i loro bisogni abbiamo bisogno del tuo di aiuto....costruiamo questo progetto insieme?

Il progetto prevede la realizzazione di uno spazio ad hoc, composto da: la sala attività di psicomotricità, l’atrio di accoglienza delle famiglie, uno spazio osservazioni e bagno disabili.  

Partiamo dalla realizzazione degli spazi veri e propri, con materiale edile in cartongesso e porte antipanico con certificato di conformità, fino al materiale tecnico-didattico. Il materiale tecnico-didattico dovrà avere il certificato di conformità (cubi, parallepipedi, percorsi morbidi, spalliere per i salti, tappeti di diverse dimensioni…) e non solo, dovrà essere fatto con i materiali giusti, (ignifugo e antiallergico)…insomma tutto a “prova” di bambino.  

Pensi che sia poco? 

Bhè Non ti immaginerai mai quanto può costare un cubo morbido con queste caratteristiche….E l’elenco delle cose da fare non finisce e prosegue con ulteriore materiale gioco: specchi, materiale per gioco simbolico, cerchi, bastoni, coni, palle, tessuti, corde, peluche, cuscini......Per questo abbiamo bisogno del tuo sostegno, desideriamo creare lo spazio e adeguarlo perfettamente alle esigenze dei bambini per le attività legate alla psicomotricità. 

A te chiediamo il sostegno per poter acquistare il materiale didattico, “allestisci” con noi lo spazio di crescita per i bambini.  Sappiamo quanto è importante e funzionale un posto confortevole e idoneo in ogni suo aspetto, per creare l’ambiente ideale a tutto ciò che potrà realizzarsi; un posto di esclusività del bambino affinché possa vivere il "suo" mondo interno, mettere le basi per i suoi desideri...prendere il "suo volo"...    

Occorre tanto materiale, perché ogni oggetto collocato nel posto giusto, con l’approccio necessario, sarà d’aiuto.

Sai perché?!? Te lo spieghiamo.

LA SALA DI PSICOMOTRICITA' verrà utilizzata per diversi approcci. 

Il Primo approccio come spazio di scoperta e crescita suddiviso in 3 aree. Il materiale sarà dislocato con uno specifico criterio senza essere continuamente spostato per permettere al bambino di GIOCARE, SPERIMENTARSI A LIVELLO CORPOREO, VIVERE I PROPRI SOGNI, SUPERARE LE PROPRIE PAURE, VIVERE LE PROPRIE EMOZIONI, vivere i passaggi da un tempo e l'altro, da un luogo e l'altro, guidato e rassicurato da un adulto. Un luogo dove viene incentivata e valorizzata la relazione con l'adulto e i pari.  

La prima area di gioco, ricrea uno spazio senso-motorio, nel quale il bambino gioca con materassi per sperimentarsi a livello corporeo con piacere nei salti, capriole, spalliere, assi per passare sopra/sotto, saltare e scivolare e materiale su cui sperimentare l'equilibrio, la caduta... La seconda area è di gioco simbolico dove giocherà con cubi e parallelepipedi per costruire/distruggere, torri, castelli, passaggi, strade, utilizzare il materiale duro per sperimentare la capacità di distanziarsi dall'oggetto madre e imporre la propria individualità e materiale morbido per ricreare il corpo delle madre, rassicurante. Nello spazio simbolico, il materiale che gli può servire per giocare con le proprie paure, i propri desideri attraverso il "far finta di"…;La terza area della rappresentazione dove saranno necessari, libri di storie, pennarelli, fogli di carta...     

Il secondo approccio di uso come spazio per ricreare percorsi strutturati per una sperimentazione corporea e una sviluppo specifico a livello motorio in un processo di analisi funzionale che prende in considerazione aspetti neurofisiologici, biomeccanici e posturali.   

Il terzo approccio di uso relativo ad attività motorie atte a stimolare incentivare e rafforzare il rapporto famigliare, la comunicazione non verbale, il contatto, il gioco in famiglia come modalità di relazione, in contesti educativi e soprattutto di aiuto e a sostegno delle famiglie, in contesti di disabilità.    

ERCHE’ L'ATRIO?  Non è importante solo la sala con il materiale all'interno......ma anche la parte per potere accedervi, questo è l’ATRIO.  Perchè devi sapere che l'atrio è un luogo di accoglienza dei bambini e dei loro genitori; è un luogo di attesa, di preparazione, di separazione e ricongiungimento, è un luogo di saluti, un posto dove fai la promessa che ci rivedremo.  

PROVA AD IMMAGINARLO: uno luogo come un contenitore, che accoglie, protegge, prepara te ed il tuo bambino, permettendo di lasciar fuori tutto il resto creando così il vostro momento e che poi ti riunisce. 

"STAI IMMAGINANDO TUTTO QUESTO? SE LO HAI IMMAGINATO E HAI PERCEPITO LE EMOZIONI CHE POSSONO NASCERE DA TUTTO QUESTO SOSTIENI IL NOSTRO PROGETTO!" GRAZIE PER IL TUO SOSTEGNO    

OBIETTIVI:  Il progetto serve per svolgere un'attività rivolta ai bambini e alle bambine che mira a favorire lo sviluppo, la maturazione e l'espressione delle potenzialità del bambino a livello motorio, affettivo, relazionale e cognitivo; aiuta a crescere armoniosamente accompagnando e favorendo il processo di crescita e di strutturazione dell'identità cercando di accogliere e dare senso all'espressività motoria del bambino ed offrire risposte adeguate ai suoi bisogni profondi.  Promuove l'attività fisica come stile di vita sano in progetti educativi  Le attività verranno svolte in gruppi educativi e/o di aiuto; attività individuali d'aiuto.  Il progetto include anche uno spazio specifico e adeguato per attività di aiuto rivolte a bambini e bambine con disabilità che possa diventare un momento di condivisione e a sostegno delle famiglie.  

La nostra associazione e il progetto si avvalgono della collaborazione di professionisti esperti del settore infanzia, tra quali psicologi, psicoterapeuti dell'età infantile e di terapia famigliare. Da due anni collabora e svolge progetti specifici con l'associazione Imola Autismo e progetti con gruppo di bambini e ragazzi con Sindrome di Down". 

https://www.ideaginger.it/progetti/la-psicomotricita-per-aiutare-a-crescere.html#tab_progetto