Capitano coraggioso

Lorenzo Dalpozzo trascina la Virtus in un'impresa contro il forte Lugo. Grande prestazione anche di Ivan Begic e di Filippo Marcone.
24.11.2019 12:07 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Virtus Imola
Capitano coraggioso

Serie C Gold – 9 °giornata

INTECH VIRTUS IMOLA-BASKET LUGO 79-71
(Parziali: 23-20 / 37-38 / 63-50)
Intech: Fusella ne, Marcone 14, Dalpozzo 20, Biandolino, Barattini ne, Agatensi 12, Errera 5, Piani Gentile, Orlando 6, Savino ne, Begic 22. All: Regazzi     
Lugo: Carella 12, Alessandrini 2, Presentazi 18, Cappelli ne, Silimbani 13, Masrè 12, Cervellera, Santini, Bazzocchi ne, Salsini 7, Arosti ne, Ravaioli 7. All: Casadei.
Arbitri: Brini e Moratti

Che festa al PalaRuggi per l’Intech Virtus Imola. Vittoria per 79-71 ai danni di un buon Lugo in un derby dal sapore antico. Da una parte gente come Presentazi, Silimbani, Ravaioli e Masrè, dall’altra una Virtus priva ancora di Barattini e Savino e senza la possibilità di schierare il nuovo totem Ante Planinic. E proveniente da una settimana burrascosa per i fatti legati all’uscita di scena di Andrea Spampinato.

I gialloneri vincono con il cuore ed il coraggio di ragazzi come capitan Lorenzo Dalpozzo, tornato a segnare 20 punti dopo tanti anni, Filippo Marcone e l’ormai classico Ivan Begic. Ma la compattezza di squadra è clamorosa, con Orlando, Biandolino, Errera, Agatensi e Piani Gentile che offrono sostanza, punti e grinta. Il tifo è quello delle grandi sfide, contro una squadra allenata da Marcello Casadei (che in passato giocò al Ruggi per qualche stagione).

Nel video, una perla di IVAN BEGIC allo scadere del 3° quarto.

La cronaca

Intech in campo con Dalpozzo, Errera, Begic, Agatensi ed Orlando. Risponde Lugo con Carella, Silimbani, Presentazi, Ravaioli e Masrè. Nel primo minuto, solo errori da ambo le parti a dimostrazione che la partita è molto sentita. Segna dalla lunetta Begic per l’1-0 di calcistica memoria. Dopo Errera è la volta dell’altro lungo Presentazi (da 3 punti). A rimbalzo (al 3’) viene fischiato un fallo antisportivo a capitan Dalpozzo che regala il primo vantaggio consistente per Lugo con Masrè (3-9). Agatensi segna dalla distanza, scaldando il tifo imolese (6-9). Sulla palla persa da Begic, Silimbani lancia Presentazi in campo aperto per il contropiede del 6-13 a 5’35” dalla sirena. Timeout di coach Regazzi. Ci pensa Ivan Begic un minuto dopo a segnare dalla distanza, subito replicato di Silimbani (9-16), con Errera che riporta a -5 il margine. Ma Lugo schiaccia due volte consecutive con Carella e Silimbani, trovando il +9 (11-20 a 3’ esatti dal primo intervallo breve. Begic prima infila la tripla quindi si presenta in lunetta nell’azione successiva per il 15-20  e l’8 punto personale, quindi anche capitan Dalpozzo sporca il tabellino con una precisa tripla dall’angolo sinistro (18-20 a 2’10” con immediato timeout voluto da coach Casadei). Vortice di cambi per ambo le parti, con Marcone che entra in campo. Errera segna 1 su 2 dalla lunetta per il -1. Marcone sempre in lunetta, poi in penetrazione folgorante riporta avanti la Virtus sul 23-20 a pochi secondi dalla sirena.

Il secondo quarto inizia con Marcone, Dalpozzo, Errera, Piani Gentile ed Agatensi, mentre i biancoverdi schierano Presentazi, Alessandrini, Masrè, Presentazi e Salsini. Primo minuto sterile come nel primo parziale. Ravaioli dalla distanza e Marcone da sotto sporcano il tabellone del quarto. Lugo mette la testa avanti al 3’ con i liberi di Salsini. Masrè dalla distanza tocca solo la retina e per gli ospiti è di nuovo +4. Dopo il timeout di coach Regazzi, è l’ispirato Marcone a bruciare la retina dalla distanza per il 30-31 al 4’30” di gioco. Dopo qualche errore da ambo i lati del campo, Agatensi impatta a quota 33 con una tripla dall’angolo destro a poco più di 2’. Presentazi segna il 33-38 quando manca un minuto all’intervallo lungo. Agatensi segna da sotto due volte consecutive, chiudendo il tempo sul 37-38

Rientrano in campo Dalpozzo, Orlando, Errera, Agatensi e Begic. Per Lugo Carella, Alessandrini, Masrè, Ravaioli e Silimbani. Begoc ed Orlando firmano il vantaggio sul 41-40 dopo 1’ di gioco. Al 2’ Dalpozzo inventa una penetrazione con canestro più fallo che trasforma in punto dalla lunetta per il 44-40. Dalpozzo da 2 e Presentazi da 3 portano il punteggio sul 48-45 a metà frazione. Sulle note di “Siamo l’Armata Giallonera” la Curva imolese trascina i giocatori in campo durante il timeout di coach Regazzi. A 3’30” dalla sirena, Lorenzo Dalpozzo pesca il jolly con la tripla frontale allo scadere dei 24” per il 51-45 Imola. Agatensi dalla lunetta allunga sul 53-45. Presentazi dalla distanza è chirurgico (53-48) e dall’altra parte Lugo è già in bonus: Orlando ne approfitta a metà (54-48 a 2’30”). Errera stoppa Carella e nel ribaltamento di fronte Dalpozzo si getta in penetrazione con il canestro più fallo (il 4° di Presentazi) che trasforma dalla lunetta: a 2’ dalla sirena Intech avanti 57-48. Silimbani accorcia dalla distanza (57-51), La sinfonia giallonera ha la regia di Dalpozzo che dalla mattonella sinistra mette la tripla del 60-51 a meno di 30” dalla sirena (capitano a quota 19 al 30’). Il 3° quarto si chiude sulla magia di Begic sul fil di sirena con tre difensori addosso per il 63-50.

Marcone, Biandolino, Begic, Dalpozzo ed Errera. Per Lugo Silimbani, Alessandrini, Masrè, Ravaioli e Santini. Inizia forte Lugo (63-56), ma Marcone si riprende la scena con un’altra tripla ed una penetrazione (68-58 al 2’). Begic al 3’ infila il 17° punto personale in penetrazione, toccando quota 70. Schiaccia Carella per il 70-60 Imola a 6’ esatti alla sirena finale. Masrè da 3 punti accorcia a 5’30”, mentre dall’altra parte arrivano gli errori dalla distanza di Begic e Dalpozzo. Anche Ravaioli e Agatensi sbagliano dalla distanza ed Imola si ritrova ancora sul +7 a 4’. La magia dalla distanza di Ivan Begic (20 punti) riporta avanti 73-65 i locali. A 2’40” dalla fine coach Regazzi chiama a sedere i suoi ragazzi. Lugo spreca l’attacco e Orlando vola in contropiede subendo fallo (0/2) a 2’15” dalla sirena, Silimbani da 3 punti non perdona a 2’ e il vantaggio è +3 per Imola. Agatensi sbaglia e in difesa Dalpozzo commette fallo. Silimbani sbaglia la tripla del pareggio e Orlando castiga gli ospiti con una tripla che fa esplodere il PalaRuggi a 1’ dalla fine. Silimbani esce per 5 falli e Begic dalla lunetta allunga sul 78-70. Dalpozzo raggiunge quota 20 dalla lunetta (79-70 a poco più di 30” dal termine del derby). Cala il sipario sulla gara sul 79-71 con tutto il popolo giallonero che festeggia lungamente la squadra.
Sabato 30 novembre, trasferta delicata a Ferrara (che ha perso in serata a Medicina), alle ore 21,00.

La Storia Giallonera
Per l’iniziativa “La Storia Giallonera” tutti i tifosi della Virtus hanno applaudito in un caldo e lungo abbraccio colui che per oltre 3 decenni curò i muscoli dei giocatori in canotta giallonera: Sergio Piattesi. Insieme a lui, il figlio Fulvio, storico esterno della Virtus degli anni ’80.
Grandi emozioni durante l’intervallo al PalaRuggi.