Che perla, Martelli

Il portiere mordanese si supera con un intervento clamoroso nella sfida tra la sua Alperia Merano e il Cassano Magnano
11.11.2019 17:12 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Lorenzo Martelli
Lorenzo Martelli

Lorenzo Martelli si sta facendo notare nella massima serie di pallamano con prestazioni sempre molto convincenti. La squadra gira bene, in linea con le previsioni di inizio campionato.
Nell'ultimo turno di serie A1, l'Alperia era impegnata nella tana del Cassano Magnano che, in casa, è praticamente imbattibile. Ma ad inizio incontro, Merano conduce 6-2 e Lorenzo Martelli strappa gli applausi di tutti i presenti sugli spalti con un intervento da manuale.

Martelli, come è nata questa parata entusiasmante?
"Sulla ribattuta della prima parata mi sono accorto del giocatore sui 6 metri,r ispetto  al quale mi trovavo mal posizionato. Ho provato a coprire lo specchio della porta più visibile a Bassanese e ne è uscita una bella parata. Peccato non sia servita per portare a casa un risultato positivo su un campo dove quasi tutti perdono, come quello di Cassano”.

Risultato a parte, a livello personale, la tua stagione sta procedendo su buoni livelli:
“Sono contento dello spazio che mi sto ritagliando partita dopo partita, le mie prestazioni sono state in crescendo nelle ultime giornate e spero di proseguire questa striscia positiva personale: ci aspettano 5 partite da qui alla pausa di Natale contro le più forti del campionato, nelle quali spero magari di contribuire con più parate anche meno plastiche: l'importante è prenderla ai fini del risultato”.

Prossimo impegno?
“Sabato arriva la capolista Siena a Merano e siamo sicuramente motivati a provare a fare punti contro una squadra fino ad ora imbattuta, non abbiamo nulla da perdere e tanto da guadagnare, testa bassa e pedalare!"