Che tegola per il Romagna

Cocente sconfitta casalinga dei bianconeri contro Ferrara che si salva. Sabato a Borgo San Lorenzo per sfidare la Fiorentina
17.03.2019 01:52 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Romagna Handball
Fabrizio Tassinari
Fabrizio Tassinari

ROMAGNA HANDBALL - FERRARA UNITED 24-28 (p.t. 10-15)

Romagna: Martelli, Sami, Andalò, Folli 5, Gollini 2, La Posta, Panetti 1, F.Tassinari 1, Amaroli, Bosi, A. Boukhris 3, Luppi 2, Medri 1, Ricci, Rotaru 6, Babini 3. All: D.Tassinari

Ferrara United: D.Sgargetta, Maranini, Pastore 1, Testoni, C.Sgargetta 9, Hristov 4, Castaldi 8, Bellinazzi 2, Brancaleoni, Sorrentino 3, Zanella, Sigolo, Khouaja 1, Gherardo. All: Ribaudo

Arbitri: Marcelli e Ramoul

Amaro in bocca per il Romagna Handball che esce sconfitto in casa contro il Ferrara United 24-28. I bianconeri non riescono nella rimonta finale: dal 14-21 (anche massimo vantaggio per i biancoblu estensi) si passa al 20-23 con la rete in elevazione di Stefano Babini, ma al Romagna manca l’ultimo step per impattare il match.

Super i due fratelli Damiano (tra i pali) e Corrado Sgargetta, veri protagonisti della vittoria ferrarese insieme all’incontenibile Castaldi (17 reti per le due ali complessivamente).

Passo falso casalingo per  la squadra di Tassinari che non riesce a riprendere il filo conduttore con il successo: 4 gli stop consecutivi in campionato.

 

La cronaca.

Il Romagna torna sul campo amico e si presenta in campo con l’istantaneo gol di Stefano Babini, L’1-0 resiste per 3’. Poi il Ferrara si sblocca realizzando tre reti consecutive con Sorrentino, Pastore e Corrado Sgargetta. Rotaru dopo 6’30” impatta con una doppietta (3-3), quindi il Romagna pesca il 6-4 al 9’ sempre con la coppia Rotaru-Folli. Il rigore ed il contropiede di Sgargetta impattano il punteggio sul 7-7 a metà frazione, mentre la penetrazione di Castaldi riporta avanti Ferrara al 17’ di gioco. In campo si registrano diversi errori in questo primo frangente di gara. Luppi pareggia al 18’ ma al 21’ il coast to coast di Castaldi spedisce gli ospiti sul +3 (8-11). A 7’ dall’intervallo Gollini riapre le danze per i bianconeri con un bel tiro dalla distanza, subito ribattuto dalla tripletta di Castaldi che trova il massimo vantaggio ospite sul 9-14 a 3’30” dalla sirena. La doppia cifra del Romagna la porta Amir Boukhris in penetrazione da pivot. Il primo tempo si chiude sul 10-15.

La ripresa inizia con il Ferrara United che non frena e scappa sul 12-18 dopo 5’. Sgargetta e Castaldi sono indiavolati sulle due fasce e lasciano il solco per terra con i loro contropiedi: dopo 10’ Ferrara è avanti 13-20. Il Romaga appare in confusione e coach Tassinari è costretto a ruotare gli effettivi per dare impulso all’attacco che stenta a trovare varchi. Uno lo trova Babini al minuto 11’ per i 14-20, ma i biancoblu ospiti hanno il controllo delle operazioni (massimo vantaggio sul 14-21). Il coast to coast di Fabrizio Folli al 13’ fa esplodere la Cavina che si infiamma come ai tempi d’oro. Tutti in piedi per il 45enne che, nonostante il contrasto falloso (punito col cartellino giallo) di Sgargetta, finisce la corsa abbracciato dalla curva locale. Babini subito dopo lo imita dal centro e il divario si accorcia sul 17-21 a metà frazione. Martelli si supera con un paio di parate e la rimonta appare possibile. Bellinazzi smorza un po’ l’entusiasmo, ma Khouaja viene escluso per 2’ e Martelli neutralizza l’ennesima conclusione. Sgargetta segna ma Folli e Panetti fanno alzare la voce ai tifosi locali (19-23 a 10’ dalla fine). Babini dalla distanza segna il 20-23 a 9’. A 8’ dalla fine Sigolo colpisce duro Rotaru allo stomaco e viene escluso, ma subito dopo Sgargetta lancia l’ennesimo contropiede ospite realizzato da Hristov (20-24). Il rigore di Sgargetta smorza ancora l’entusiasmo proveniente dagli spalti imolesi, anche se Luppi infila la rete dall’ala sinistra (21-25 a 5’40” dalla sirena). Nonostante l’esclusione di Khouaja il Romagna non concretizza in attacco regalando palla agli ospiti che con Bellinazzi realizzano quello che pare essere il match point (21-27 a 4’ dalla sirena). Medri lanciato da Rotaru segna dall’ala il 23-27 a 2’30”, con connesso timeout chiamato da coach Ribaudo. Finale al cardiopalma, anche se 4 reti in un paio di minuti sono tanti d recuperare. Martelli ci mette la mano al rientro in campo, ma in attacco il Romagna cincischia e il Ferrara può ripartire. Errori da ambo i lati d’attacco, poi Damiano Sgargetta chiude una prestazione monstre parando il tiro di Folli. Bianconeri chiudono in inferiorità per l’esclusione di Panetti e Hristov ne approfitta. Amir Boukhris segna allo scadere la rete del 24-28.

           

9° giornata:

Verdeazzurro-Modena 36-31

Raimond Sassari-Secchia Rubiera 32-25

Ambra-2 Agosto Bologna 26-22

Romagna-Ferrara United 24-28

Estense-Camerano 23-19

Rapid Nonantola-Fiorentina (17/03)

Classifica:

Raimond Sassari 34, Parma 32, Rapid Nonantola 30, Secchia Rubiera 26, Ambra 25, Fiorentina 19, Romagna 18, 2 Agosto Bologna 16, Ferrara United 15, Estense e Verdeazzurro 14, Camerano 10, Modena 9, Carpi 0. (Carpi già retrocesso in serie B).