Clai dominante

Arriva la perla numero 11, consecutiva, per le ragazze di coach Manuel Turrini che ora sono ad un passo dal titolo di campionesse d'inverno
07.01.2019 13:27 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Sofia Cavalli
Sofia Cavalli

11° giornata
CSI CLAI IMOLA-T&V CIVIEMME CAMPAGNOLA 3-0
(parziali: 25-20 / 25-17 / 25-13)
Imola: Piva ne, Devetag, Bombardi, Cavalli 6, Dal Monte (lib), Ferracci 14, Folli, Ricci Maccarini (lib), Melandri 7, Caboni ne, Zanotti 10, Collet 16, Gherardi 16, Tesanovic. All: Turrini
Campagnola: Frignani 4, Pishchak 7, Bonetti 8, Ferrari (lib), Ballasini ne, Gozzi ne, Menozzi ne, Bini 5, Viani 1, Lanza 9, Garuti, Bignardi 3, Turci ne, Ferretti (lib). All: Costi
Arbitri: Fiori e Tavarini

La Csi Clai Imola supera 3-0 Campagnola ed è ad un passo dal titolo di campione d’inverno con il vantaggio di 6 punti in classifica sulla Libertas Forlì. Il primato al termine del girone d’andata porterebbe Imola ai quarti di finale della Coppa Italia di Serie B.

Ennesima fantastica prestazione delle ragazze di coach Manuel Turrini che lasciano qualcosa alle reggiane solo a metà dei primi due set, ma senza mai perdere il controllo del risultato.

Enorme Sofia Cavalli in cabina di regia, autrice di diversi attacchi ed aces, oltre che di passaggi perfetti alle proprie attaccanti. Bene tutte le attaccanti imolesi scelte dallo staff tecnico: alla banda è il turno di Zanotti e Gherardi, supportate all’occorrenza da Devetag e Tesanovic.

La cronaca.
Il primo sestetto Clai del 2019 vede in campo Cavalli, Collet, Ferracci, Melandri, Zanotti e Gherardi (Dal Monte libero). Il primo punto del nuovo anno è infilato da Vittoria Gherardi, seguito dall’ace di Claudia Zanotti. La tripletta di Giulia Collet e l’ace di Sofia Cavalli valgono il +5 sul punteggio di 8-3. Il vantaggio resta ancorato alle 5 lungheze (11-6). Col 4° punto di Zanotti (2 aces) Imola scappa sul 15-8, quindi Gherardi firma il 17-9. Sul 18-10 Devetag sostituisce Zanotti e sul 18-11 Tesanovic cambia Gherardi. Due muri consecutivi incassati da Collet e Devetag fa accorciare Campagnola sul 19-14. Timeout obbligato di coach Turrini. E’ il muro Collet-Ferracci a dare respiro alle locali (20-16). Ferracci e Gherardi riportano a 5 le lunghezze di vantaggio. Imola in campo nel finale di set con il sestetto iniziale a parte Folli (per Collet). L’errore ospite in battuta manda la Clai sul 23-18, quindi è ancora Vittoria Gherardi a togliere le castagne dal fuoco alle imolesi per il 24-20. Il primo punto di serata di Melandri decreta l’1-0 nel computo dei set (25-20).

Il secondo set sorride a Imola con la tripletta stratosferica di Gherardi (4-2). La fast di Ferracci firma l’8-6, con le reggiane rinfrancate dalla rimonta del set precedente e molto più reattive sul terreno di gioco. Collet di potenza segna l’11-9, ma la bordata di Bini colma il gap (11-11). Il colpo di classe a rete di Zanotti riporta avanti Imola sul 14-13, prima del lungolinea vincente di Gherardi. In campo anche Bombardi per Ferracci, mentre Melandri infila il 16-15, in un frangente assolutamente equilibrato. Time out per coach Adolfo Costi, prima del turno di servizio di Sofia Cavalli. Alla ripresa del gioco Collet e Gherardi allungano sul 19-15, costringendo lo staff tecnico reggiano a richiamare le atlete per il minuto di sospensione. Gherardi punisce ancora in lungolinea regalando il +5 alla Clai (20-15). Il meraviglioso primo tempo di Melandri mantiene inalterate le distanze (21-16), quindi Collet offre il primo setpoint (24-17) e Ferracci il punto decisivo (25-17)

Il terzo parziale inizia con lo stesso sestetto i punti di Ferracci e Cavalli (2-0), mentre l’attacco della palleggiatrice vale il 6-1. Timeout di coach Costi dopo il devastante muro della coppia Collet-Ferracci (10-5). Gli attacchi di Collet-Ferracci-Zanotti obbligano al secondo timeout consecutivo (13-6). Il braccio di Zanotti fa male al Campagnola che scivola sul 16-6. La Clai non si volta più e continua a macinare gioco e punti (17-8). Un paio di muri subiti, però, impongono alle imolesi un minuto di sospensione voluto da coach Turrini (17-12). Al rientro in campo, Gherardi, Melandri e l’ace di Cavalli lanciano forte le locali sul 22-13 per il tripudio dei tifosi sugli spalti. Campagnola sbaglia, Collet no (24-13). Campagnola sbaglia ancora e per la Clai inizia la festa post-partita: 11 vittorie su 11 disputate. Il record continua.

11° giornata andata

CSI CLAI IMOLA-T&V Civiemme Campagnola 3-0

Liverani Lugo-Caf Acli Stella Rimini 3-1

Gs Fruvit Rovigo-Us Arbor 3-2

Calerno S.Ilario-My Mech Cervia 0-3

Us Rubierese-VTB Bologna 3-1 (giocata il 22/12/18)

Gramsci Pool-Us Esperia Cremona 1-3 (giocata il 22/12/18)

Emanuel Riviera Rimini-Libertas Forlì 3-1

Classifica:

CSI CLAI IMOLA 30, Bleuline Libertas Forlì 24, Us Esperia Cremona 23, Emanuel Riviera Rimini 22, Us Rubierese, Us Arbor e Liverani Lugo 19, Gramsci Pool 18, Caf Acli Stella Rimini e GS Fruvit Rovigo 14, VTB Pianamiele Bologna 12, T&V Civiemme Campagnola 10, My Mech Cervia 7, Calerno S.Ilario 0.

 

12° giornata andata:

Caf Acli Stella Rimini-Csi Clai Imola

Calerno S.Ilario-Liverani Lugo

Us Arbor-Gramsci Pool

My Mech Cervia-Us Esperia Cremona

T&V Civiemme Campagnola-Gs Fruvit Rovigo

VTB Pianamiele-Emanuel Riviera Rimini

Bleuline Libertas Forlì-Us Rubierese