Dal Fiume: "Vinto il primo tempo"

La Virtus Imola espugna 73-72 Bologna con una grande prestazione caratteriale. Samuel Dal Fiume decide la sfida rubando palla ed appoggiando nella retina il +4 a 3" dalla sirena. Imolesi avanti 1-0.
13.05.2019 23:12 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Virtus Imola
Samuel Dal Fiume
Samuel Dal Fiume

Semifinale Playoff – Gara1
BOLOGNA BASKET - VIRTUS IMOLA 72-73
(parziali: 27-22 / 46-43 / 64-60)
Bologna: Legnani 4, Poluzzi 3, Mazzocchi ne, Polverelli 2, Cortesi 14, Losi 12, Guerri, Fin 13, Antola ne, Fontecchio 22, Tugnoli ne, Folli 2, Bartolini ne. All: Lolli
Imola: Dalpozzo 4,  Dal Fiume 6, Turrini ne, Nucci 8, Percan 9, Murati ne, Casadei 10, Magagnoli 3, Giuliani, Aglio 15, Zani ne, Zhytariuk 18. All: Tassinari
Arbitri: Occhiuzzi e Di Zenise

Colpaccio Virtus Imola.

Presso il CSB, i ragazzi di coach Davide Tassinari superano di una lunghezza il Bologna Basket 73-72. Con una prestazione non eccezionale dal punto di vista delle statistiche (ben 13 errori dalla lunetta, ad esempio), la Virtus getta il cuore sul parquet felsineo, gestendo l’impeto dei locali trascinati da un Fontecchio determinante nei primi 30’. Cortesi, Fin e Losi mantengono sempre il pallino del gioco nella fase centrale del match, ma nel momento decisivo la Virtus esce con carattere e tanta grinta. Dalpozzo annulla Losi, Casadei e Zhytariuk fanno a sportellate sotto le plance e tutti gli altri mettono un mattoncino importante nell’impresa della stagione.
La decide l’esperienza di Samuel Dal Fiume che coglie la perla decisiva a 7 secondi dalla fine (+4). E’ il tripudio per gli oltre 200 tifosi provenienti da Imola.
Ora la serie di semifinale (al meglio delle tre) si sposta in riva al Santerno, al PalaRuggi, mercoledì 15 maggio 2019 alle ore 21, per gara2.
Il popolo giallonero è chiamato a sostenere la propria squadra in un match determinante nell’economia della stagione di Dalpozzo e compagni.
Nel video, l'intervista al playmaker Samuel Dal Fiume.

La cronaca.
Partita molto tattica e fisica fin dalle prime battute 4-3 con Nucci e Percan, Losi per i locali nel primo minuto di gioco. Ancora Nucci dopo 4’ segna il vantaggio 10-9. Polverelli impatta sul 12-12, mentre Percan e Aglio mantengono la Virtus avanti a metà del primo quarto. Con uno scatto veemente i locali realizzano il sorpasso negli ultimi minuti di frazione, chiudendo sul 22-27, al primo intervallo breve. La partita è intensa e decisamente equilibrata, con sprazzi offensivi dei vari talenti presenti in campo.
Nel secondo quarto torna a prevalere l’equilibrio con Percan e Zhytariuk che accorciano sul 30-32, prima che Bologna tenti la fuga sul 36-41 e sul 40-46, con Fontecchio e Cortesi a trascinare il gruppo. L’orgoglio del capitano mette in condizione Dalpozzo di realizzare una tripla splendida sotto la rumorosa Curva imolese per il 43-46 allo scadere del primo tempo.
I padroni di casa approcciano bene alla ripresa delle ostilità, staccando nuovamente gli avversari sul 48-57 impacchettato dalla coppia Fontecchio-Legnani. A 4’ dalla sirena Cortesi realizza il +10 felsineo (49-59) facendo alzare la voce ai tifosi locali. Pochi secondi dopo Alessandro Nucci adagia la palla nella retina avversaria, colpendo dalla distanza, seguito dalla penetrazione di Percan: 55-59 con l’1 su 2 dalla lunetta di Zhytariuk. Il finale di frazione registra il 4° fallo (in successione) di Nucci e di Zhytariuk e la tripla “ignorante” di Casadei per il 58-61. Losi e Aglio ritoccano il punteggio che si ferma sul 64-60 con cui si arriva all’ultima pausa breve.
Casadei inaugura gli ultimi 10’ di gioco con 4 punti filati, impattando sul 64-64 dopo 2’. Nel frattempo sia Percan e Aglio si procurano il 4° fallo personale. La guardia croata, poi, è costretto ad abbandonare la gara a circa 6’ dalla fine, per 5 falli. Il 66-66 firmato da Zhytariuk non si sblocca dal tabellone per circa 4’. Casadei sigla il vantaggio ospite sul 68-67 all’8’ di gioco con un 1/2 dalla lunetta. Legnani lo imita con un altro 1/2 dalla linea della carità per il 68-68 a 1’30”. Fontecchio prima firma, ancora dalla lunetta il +1 bolognese, quindi commette il proprio 5° fallo personale su Zhytariuk, uscendo di scena a 34” dalla sirena. Il pivot ucraino è glaciale e segna entrambi i liberi e la Virtus si porta in vantaggio sul 70-69. A soli 10 secondi dalla sirena, Losi scambia con Legnani e cerca il cesto dalla media distanza, ma il tiro si ferma sul ferro: sul rimbalzo Zhytariuk lotta con grande vigoria fisica, consegnando la palla a Dal Fiume sotto il proprio canestro. Il play subisce il contatto di Fin che viene sanzionato dalla coppia arbitrale. Dalla lunetta Dal Fiume (a 7” dalla fine) segna il primo, ma sbaglia il secondo tentativo. Nel rimbalzo, Cortesi è perfetto nell’anticipo su Zhytariuk, ma nella ripartenza in palleggio si fa anticipare dall’astuzia dello stesso Dal Fiume che appoggia alla tabella il pallone del 73-69. Coach Lolli ferma il gioco con un timeout, per offrire una chance al proprio attacco con soli 3 secondi a disposizione. Alla ripresa del gioco, Legnani effettua la rimessa nella metà campo imolese, pescando Cortesi che, in piena libertà concessagli da Casadei (ben attento a non commettere fallo), indovina una tripla strepitosa. A quel punto il tabellone indica 1 solo secondo di gioco. Coach Tassinari sfrutta l’occasione di richiedere timeout e frena l’entusiasmo dei locali sul 73-72. In una bolgia d’altri tempi, i gialloneri si portano in attacco, con Aglio pronto a rimettere in gioco la palla. Alla Virtus basta trattenerla per un attimo e Magagnoli è abile a trovare lo spiraglio giusto per consegnare la vittoria alla propria squadra. Fin, infatti, riesce solo a toccare la palla, ma il tempo è ormai scaduto.
Trionfo clamoroso per la Virtus Imola che conquista il primo punto nella serie di semifinale.