Damiano Fiorentini, la mostra

Ancora visitabile la Mostra personale presso il Villaggio della Salute Più a Monterenzio. Una raccolta di foto sul Bologna Calcio. La sua storia.
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 174 volte
Damiano Fiorentini
Damiano Fiorentini

Damiano Fiorentini, fotografo. Ma non solo, anzi. L’arte del percepire la realtà attraverso una lente e trasformarla in emozione.

Questa la professione di uno dei maggiori talenti imolesi della fotografia, con ampio pedigree in ambito sportivo. Auto, moto, ma anche calcio e tanti altri sport. Un lungo percorso che in questi giorni fa tappa al Villaggio della Salute in una mostra personale molto attraente:

“Esatto: "Momenti rossoblu" è il titolo della mostra che vuole rappresentare appunto in "momenti" particolari la storia più recente di questo nuovo corso del Bologna Football Club targato Saputo”.

 

L’idea di questa mostra?

“L’idea nasce dall’amicizia con Federico Monti, grande tifoso rossoblu e collezionista di maglie calcistiche, per la location era d'obbligo il Villaggio della Salute (Federico è il padrone di casa e a lui devo l'ospitalità in questo posto) visto che in estate è pieno di turisti e molti dei quali sono Bolognesi doc”.

 

Talento puro della fotografia, è molto conosciuto in città. Può raccontarci la sua storia?

“Semplice fotografo, con la passione della fotografia, in special modo quella sportiva che solitamente viene considerata di bassa levatura.

Ho sempre amato la fotografia pur non praticandola, poi ho iniziato facendo il garzone/aiutante di Marco Isola (lui molto più conosciuto di me in città!), appena si mise in proprio. Ma dopo alcuni anni capii che la cronaca non faceva per me e cercai il mio "settore" dove crescere: lo sport !

Lo sport mi viene bene fotograficamente e quindi ho solo cercato e cerco tuttora di migliorarmi sempre!

In breve ho iniziato collaborando con giornali sportivi, prima auto e moto poi mi sono sempre più legato al calcio, attorno al quale ora svolgo una notevole quantità del mio lavoro”.

 

La fiamma che ha spinto un giovane fotografo a vagare per il mondo alla ricerca dello scatto perfetto? A proposito, quale ritiene essere il suo scatto perfetto?

“Lo scatto perfetto non esiste a mio parere: la fotografia è un gusto e quindi soggettiva, quello che per me può essere bello per altri non lo è e viceversa.

Vagare per il mondo fa parte del gioco: ogni posto è una sfida con se stessi per cercare di fare sempre belle foto”.

 

Finora ha parlato del passato e del presente con la Mostra a Lei riservata. Qualche anticipazione sul Suo futuro professionale?

“Nel primissimo futuro c'è il campionato di serie A dove oltre al Bologna quest'anno seguirò anche la Spal, poi c'è in previsione un viaggio oltreoceano per una marca motoristica, ma questo nel nuovo anno.

E come sempre c'è la voglia di imparare e ricercare sempre cose nuove per migliorarsi”.

 

Nel ringraziarla per la disponibilità, una curiosità: può elencarci i luoghi più significativi che ha visitato nel mondo e lasciarci una sua visione sul tema tanto attuale della multiculturalità?

“Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal Kazakistan e da vari paesi dell'Est Europa; considero l'Africa sempre qualcosa di unico e devastante sia per gli occhi sia per l'anima. In generale tutti i posti andrebbero visitati e vissuti per la loro bellezza e bruttezza: da lì si imparano le differenze.

In Italia, che rimane il paese più bello del mondo, abbiamo un modo di pensare spesso troppo provinciale. Ormai anche da noi convivono etnie e culture diverse e servirebbe, quindi, aprire un po’ la mente, sia rispettare ma anche per farci rispettare per quello che siamo”.

 

L’Esposizione fotografica “Momenti rossoblu” di Damiano Fiorentini al Villaggio della Salute Più, col patrocinio di Bologna FC 1909, è una raccolta di 20 scatti allestiti nella saletta sotto al Museo della Linea Gotica al Villaggio della Salute Più.

Sarà visitabile dal 27 luglio al 27 agosto 2017. Ingresso libero.

Villaggio della Salute Più - Via Sillaro 27, Monterenzio (BO) - Tel reception: 051 929791 

 

Nel video, alcuni scatti della Mostra.