Di Paolantonio, Fultz, Crow e gli altri

Fuochi d'artificio per l'Andrea Costa in questo avvio di mercato.
04.07.2018 23:02 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 253 volte
Fonte: Andrea Costa
Robert Fultz
Robert Fultz

Terminata la, breve, parentesi di Demis Cavina, l’Andrea Costa firma Emanuele Di Paolantonio per il ruolo di head coach per la stagione 2018/2019. Contratto biennale per l’ex coach di Roseto.

Teramano, classe 1981, nonostante la giovane età può già vantare una lunga esperienza, poiché prima dell’esperienza di Roseto ha avuto una lunga serie di assistentati di alto livello, anche in Serie A. E’ partito nel 2002, accompagnando coach Gramenzi nella stagione che ha portato Teramo in Serie A. Proseguirà poi l’esperienza nel club di casa fino al 2011, fungendo da assistente a grandi allenatori come Cesare Pancotto, Matteo Boniciolli, Luca Dalmonte, Massimo Bianchi, Andrea Capobianco ed Alessandro Ramagli. Separatosi da Teramo fu il tempo di Montegranaro, con due stagioni al fianco di una leggenda come Charlie Recalcati. Ultima tappa quella di Omegna prima di arrivare a Roseto, nel 2015/2016 da assistente di Tony Trullo e dal 2016 come Capo Allenatore.

Primi colpi dell’Andrea Costa griffata 2018/2019. La società di via Valeriani riparte dal suo capitano: Patricio Prato, infatti, vestirà la canotta biancorossa per il 5° campionato consecutivo. Con 9,12 punti di media nella passata stagione, Prato sarà ancora una delle principali colonne della propria squadra.

L’Andrea Costa ha rinnovato per la stagione 2018/2019 anche Alessandro Simioni. Classe 1998, 204cm, Simioni è stato certamente uno dei protagonisti della passata stagione e, a fine stagione, è stato protagonista delle Finali Nazionali U20 di Torino, giocate con la Reyer Venezia. Qui è stato eletto nel quintetto mvp della manifestazione.

Il primo acquisto ufficiale dell’Andrea Costa è Nicholas Crow, classe 1989, ala piccola. Dopo le esperienze giovanili ai Crabs, Crow ha debuttato in Lega Due nella stagione 2007/2008. Sempre durante quella stagione ha debuttato in maglia azzurra nella nazionale italiana under 18, disputando gli Europei di Madrid; successivamente ha continuato la sua avventura in nazionale Under 20. Crow nel 2011 è stato scelto da Capo D'Orlando per disputare un altro anno in Serie A2. Mettendosi in mostra sin da subito è stato scontato l'esordio in Serie A,  dove ha indossato prima la maglia di Avellino e di Pesaro. Arriva a Imola dopo tre anni a Scafati con 11 punti di media nel 2017/2018 e due accessi ai playoff. Contratto biennale per l’ala italiana.

Il colpo pirotecnico per Imola è Robert Fultz che sarà il playmaker titolare della nuova Andrea Costa. Accordo biennale per il forte atleta bolognese. Classe 1982 di 192 cm, nato a Lisbona ma trapiantato a Bologna, è partito dalla Fortitudo, prima con le giovanili e poi esordendo in prima squadra. Dopo tante esperienze tra Serie A e A2, con Roseto, Livorno, Pesaro, Teramo, Reggio Emilia e Brindisi. Nel 2013 approda alla Leonessa Brescia, poi gli Stings di Mantova e nel 2015/2016 all’Assigieco Casal Pusterlengo. Dopo la grande stagione 2016/2017 con la maglia di Roseto, dove ha guidato gli Sharks ai Playoff, nella passata stagione il ritorno a casa in Fortitudo, dove ha chiuso una buona annata con l’eliminazione in semifinale Playoff. Il commento di Robert Fultz sul suo arrivo a Imola: "Sono molto contento di aver firmato all’Andrea Costa, un club di prestigio e storia. Ringrazio il presidente Domenicali e chi si è impegnato per trovare l’accordo, ci siamo trovati subito in sintonia su quello che è il progetto quindi non è stata una trattativa difficile. Non nego che la presenza di coach Emanuele Di Paolantonio è stato un aspetto molto importante per la mia decisione, perché è un allenatore del quale ho una grandissima stima e che ho già avuto in passato sia a Teramo che a Roseto. Ci tenevo quindi a essere nella sua squadra come punto di riferimento in questa sua nuova avventura. Sono quindi molto contento per come è andata e spero che la società riesca ad allestire un roster competitivo per divertirci tutti insieme in una piazza che merita di fare molto bene".

Rinnovi anche in società per l’Andrea Costa, con la firma di Lorenzo Dalmonte, vice allenatore biancorosso nelle ultime quattro annate sportive, per un rinnovo su base biennale con opzione sulla terza stagione, nel 2020/2021. Un commento di Lorenzo Dalmonte sul rinnovo: “Ringrazio la società per questa conferma e questo rinnovo. Sono molto felice e ringrazio anche Coach Emanuele Di Paolantonio che sin da subito mi ha coinvolto e fatto sentire importante. Sarà un campionato molto tosto quindi siamo pronti per dare il massimo e lavorare per costruire, giorno dopo giorno, una bella stagione”.

Rinnovo biennale anche per il direttore sportivo Tommaso Bergamini. Imolese, classe 1989, Tommaso è giunto al quinto anno di militanza nel club biancorosso, dopo essere entrato nel 2014 con la carica di responsabile della comunicazione e aver ricoperto nelle due stagioni successive il ruolo di Team Manager, è stato nominato nel giugno 2017 Direttore Sportivo del club, carica che ricoprirà per i prossimi due anni. Bergamini sarà quindi il referente sportivo per le attività della prima squadra, dando continuità al lavoro svolto. Ecco il commento del DS biancorosso: “Sono molto felice per questo rinnovo, perché potrò proseguire il lavoro in un ambiente che conosco bene ma che allo stesso tempo mi mette sempre davanti nuovi stimoli per continuare a crescere e imparare. Ci tengo a ringraziare l’Amministratore Unico Gian Piero Domenicali e la Società tutta per la fiducia dimostrata durante questi anni, e ancora una volta con questa conferma. Stiamo già iniziando a lavorare sulla prossima stagione con la società e con il nuovo allenatore, inutile dire quanto il campionato 2018/2019 si preannunci tanto impegnativo quanto elettrizzante”.