E' una Virtus da corsa

Con qualche allenamento nelle gambe, prende vita il progetto Virtus 2017/2018
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 81 volte
Fonte: Virtus Imola
E' una Virtus da corsa

E’ già una Virtus di corsa e da corsa. Il campionato dista un mese e gli uomini di coach Davide Tassinari si stanno allenando con determinazione sotto l’occhio vigile del preparatore atletico Stefano Poggioli.

E’ una Virtus ottimamente costruita dallo staff tecnico e dal Direttore Sportivo Carlo Marchi, uomo fondamentale per la società di viale Carducci. Tra giugno e luglio sono approdati in casacca giallonera giocatori di alto livello, con un pedigree vincente, insieme a giovani in cerca della rampa di lancio per la carriera. Senza dimenticare i tre rinnovi, fondamentali per ruolo e caratteristiche umane.

 

4 - Lorenzo Dalpozzo. Playmaker.

Resta in maglia Virtus, che è la sua maglia, la sua seconda pelle. Potrà continuare a dimostrare l’attaccamento per i colori con la solita determinazione.

 

5 - Samuel Dal Fiume. Playmaker.

E’ la sua stagione, dopo i troppi problemi fisici dello scorso campionato. Ha in mano le chiavi della regia di una squadra con tanti tiratori. Dovrà trovare l’equilibrio.

 

6 - Luigi Boero. Guardia.

L’ultimo botto del mercato giallonero. Ex capitano e bandiera della Raggisolaris Faenza, arriva ad Imola accolto in modo trionfale dai tifosi. Il “Pistolero” ha il compito preciso di “spaccare” le partite, sua specialità manfreda.

 

7 - Filippo Campomori. Guardia.

Torna in rosa dopo aver accarezzato l’idea la scorsa estate. E’ il più giovane in squadra e potrà regalare qualche sorpresa ai tifosi.

 

8 - Alessandro Nucci. Ala.

Esplosivo, reattivo, con quella scintilla un po’ folle che è la sua forza nei momenti decisivi della partita. Ala perimetrale che attacca il ferro con determinazione.

 

9 - Tommaso Creti. Guardia.

Resta per crescere ancora in maglia giallonera, nella speranza di mettere in cassaforte un minutaggio sempre maggiore.

 

10 - Cristian Murati. Guardia.

Confermato in rosa, ha la possibilità e la volontà di aumentare il proprio minutaggio in campo.

 

11 - Daniele Casadei. Ala.

E’ il più grande colpo di mercato dell’ultima decade virtussina. A 36 anni sceglie la causa giallonera per un biennale che tutti i tifosi sperano si concluda nella categoria superiore. Ha le caratteristiche umane fondamentali per aiutare coach Tassinari nella creazione di un gruppo vincente. Le qualità tecniche sono di altra categoria e ben conosciute da tutti gli appassionati. Pericolo numero uno per gli avversari.

 

18 - Alessandro Ranocchi. Guardia.

Esce da una fiorente trafila nelle giovanili della Virtus Bologna. Esplosivo fisicamente, buone mani per il tiro da lontano. Ha davanti un grande futuro che i tifosi sperano inizi in un grande presente in questa stagione.

 

19 - Umberto Sassi. Guardia.

E’ un dolce ritorno in casa Virtus. Ora è tempo di far sul serio e di tentare di lasciare il segno in questo campionato. Le capacità non mancano.

 

20 - Gian Marco Sangiorgi. Pivot.

Confermato senza alcun dubbi dalla società. Nel devastante reparto dei lunghi della Virtus targata Tassinari, potrà ritagliarsi uno spazio importante, continuando quella crescita mentale mostrata nel finale della scorsa stagione.

 

21 - Vyacheslav Zhytaryuk. Pivot.

L’uomo dalle 6 promozioni consecutive non ha intenzione di fermare il trend da record. Ha gomiti e motivazioni per fare il “muro” sotto le plance.

 

Coach Davide Tassinari.

Ha grande entusiasmo e la lunga estate lo ha caricato di determinazione e motivazione.

Lunedì potrà iniziare il lavoro in palestra e segnare le linee guida da utilizzare durante la stagione. Ha per le mani una squadra compatta e di livello.

 

Direttore Sportivo Carlo Marchi

Un cenno particolare per l’uomo che ha dato la svolta all’estate giallonera, firmando gli ingaggi che assomigliano a capolavori di mercato.