Elisa Ferracci d'Oro

La centrale imolese della Clai, dopo la promozione in B1, conquista il primo posto agli Europei riservati agli universitari
17.08.2019 00:23 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Elisa Ferracci
Elisa Ferracci

Elisa Ferracci, una campionessa tra di noi! Cos’hai combinato di eccezionale quest’estate?
“Diciamo che dopo la fine del campionato avevo bisogno di staccare un po’ dalla pallavolo, la stagione è stata impegnativa. Poi, però, mi è arrivata la chiamata del Cus Bologna per partecipare ai campionati europei universitari di pallavolo e non potevo rinunciare. Fatto sta che abbiamo vinto l’Oro. Per il resto dopo gli impegni universitari mi sono goduta un po’ la mia regione, le mie care Marche”.

Una stagione, quella 2018/2019, infinita e molto molto positiva per te…
“Si molto positiva, non posso lamentarmi. Sono reduce da una bellissima stagione sportiva, piena di tanti successi sia di squadra che personali: campionato vinto, secondo posto in coppia Italia, record personale e per concludere primo posto agli europei universitari con il CUSB. Speriamo di ripetere il prossimo anno, incrociamo le dita”.

Ora testa e cuore alla Serie B1. Quali sono gli aspetti che dovrai migliorare in vista di un campionato certamente duro e competitivo? 
“Ancora non mi rendo conto, penso che realizzerò la prima partita di campionato di essere effettivamente in B1. Per me è una nuovissima esperienza e infatti sono molto carica seppure so che non sarà facile. Dovremo sfruttare l’unione che c’è tra noi della squadra, fattore che ci ha contraddistinto la scorsa stagione e che ci farà uscire dai momenti di “down” che potremo avere. Dovremo velocizzare il gioco per essere meno leggibili alle altre squadre, ma so che Manuel e il suo staff avranno già studiato tutto”.

Quali, invece, le armi che potranno aiutarti a fare la differenza?
“Dal punto di vista personale sicuramente la testardaggine che mi contraddistingue in bene e in male, la voglia di imparare e migliorarmi”.

Una squadra quella della Clai che è abbastanza cambiata rispetto all’anno scorso, pur mantenendo un alto livello tecnico e di esperienza:
“Si ci sono dei nuovi innesti di esperienza, e non, che sicuramente ci aiuteranno. La cosa che mi fa molto piacere è che la maggior parte di noi sia rimasta, siamo molto unite sia dentro che fuori dal campo e come ho detto prima questa cosa ci aiuterà molto. Sono anche sicura che i nuovi innesti si integreranno bene”

Quali sono i tuoi obiettivi personali per la prossima stagione?
“Dal punto di vista personale cercare di ripetere la bellissima annata che ho appena terminato con grandissima soddisfazione. So che devo migliorare molti aspetti, soprattutto nel fondamentale del muro. Mi rimboccherò le maniche e con il tempo spero di diventare una giocatrice su cui contare anche in questa serie superiore”.