Festa Andrea Costa

 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 40 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
Bergamini e Penna
Bergamini e Penna

Andrea Costa Imola Basket - Alma Pallacanestro Trieste 77-74
(21-24; 39-45; 58-58) 

IMOLA: Turrini ne, Bell 20, Alviti 8, Maggioli 7, Cai ne, Wilson 9, Gasparin 11, Prato 12, Toffali, Rossi ne, Penna 6, Simioni 4. All: Cavina

TRIESTE: Fernandez 15, Green 15, Babich, Baldasso 11, Deangeli ne, Janelidze, Prandin, Cavaliero, Da Ros 8, Bowers 16, Loschi 3, Cittadini 6. All: Dalmasson

 

L’Alma Trieste trova un ostacolo forse imprevisto nella sua corsa alla promozione vissuta finora da prima della classe incontrastata: la Romagna: dopo la sconfitta “inaudita” contro l’Unieuro Forlì ecco quella rimediata al PalaRuggi di Imola. Vince l’Andrea Costa 77-74 un match d’altri tempi, vissuti tutto d’un fiato fino allo scadere.

A pochi secondi dalla sirena, il tiro della disperazione dei friulani se lo prende, ovviamente, Fernandez, ma la palla non entra e per Imola inizia la festa.

Una festa che premia una squadra ed un allenatore che ha saputo uscire da un momento difficile nell’unica maniera in cui è possibile, ovvero con il lavoro in palestra.

All'inizio del match il DS Bergamini premia Lorenzo Penna come miglior Under 21 "Adidas" del mese di Dicembre. 

 

La cronaca:
Dopo il 5-0 iniziale per Imola, Fernandez inizia a segnare ed innesca anche i compagni portandoli sul +5, Wilson con una tripla dall’angolo riporta sotto i suoi sul 10-12. Trieste allunga sul 14-18 all’8’, ma Alviti dalla lunetta e capitan Patricio Prato con una tripla riportano i locali sul -1 (19-20) nel primo quarto che si chiude 21-24.

Prato e Simioni replicano a Fernandez che è il faro dell’Alma (27-30 al 15’). Nonostante una tripla di Gasparin, è Green a far scappare gli ospiti sul 30-38 a 4’ dall’intervallo lungo. Imola si dimostra caparbia e con grande mentalità recupera fino al 37-40 a poco meno di 2’ dalla sirena.

Sono due fischiate arbitrali poco convincenti ai danni di Toffali (in dubbio fino all’ultimo per questo match) a  rilanciare Trieste verso il 39-45 con cui si chiude la prima parte di match.

In apertura di ripresa Baldasso e Da Ros spediscono nuovamente in doppia cifra il vantaggio ospite, ma è David Bell ne mette 5 di fila per il 44-49, subito superato dalla tripla di Fernandez al 24’.

E’ il momento in cui Bell si carica l’attacco imolese sulle spalle realizzando una tripla in faccia a Baldasso, ma di tutta risposta Da Ros da sotto non sbaglia: 47-54 al 25’. Soffre per più di 3 minuti Imola, concedendo solo i liberi agli avversari ed è ancora Bell a dare un attimo di respiro a tutto il PalaRuggi piazzando la tripla che vale il 52-58 al 28’. Maggioli e Prato mettono da sotto due canestri fondamentali che riportano i biancorossi sul -2, Penna incorona il pareggio con un’azione tutta sua: 58-58 al 29’.
Al rientro in campo nell’ultimo quarto, Imola spinge fortissimo in attacco portandosi a +5 con Bell e Prato, 63-58 al 32’. 
La squadra di Demis Cavina fa canestro e difende ed Alviti con un recupero di palla e un azione personale porta i suoi a +7 al 35’.  Penna in penetrazione non trova il canestro ma subisce fallo e realizza i due liberi a sua disposizione per il primo vero break imolese sul +9, 69-60. 

Fernandez prova a smorzare la scia positiva imolese realizzando 4 punti, ma Gasparin recupera palla e realizza il contropiede, tenendo a distanza gli avversari. Baldasso realizza due volte consecutive dall’arco per il 71-70 al 38’. E’ il momento chiave del match con la pressione tutta sulle spalle di Trieste che, da pronostico, avrebbe dovuto vincere nettamente in terra romagnola, mentre l’Andrea Costa si ritrova a dover amministrare inaspettatamente (alla vigilia) il minimo vantaggio a due minuti dalla fine.

Bell prova da lontano ma sbaglia e, dall’altra parte, Bowers da sotto realizza per il nuovo vantaggio triestino: 71-72.

Bell per il 73-72, Green, con una poderosa schiacciata, per il 73-74.

L’Andrea Costa si riversa in attacco e con Wilson innescato da Bell mette la tripla che vale il 76-74

Baldasso sbaglia dall’arco, Bell sbaglia, Green si lancia in attacco e subisce fallo da Wilson. Time out Imola e 2 tiri liberi per l’americano triestino che firma un clamoroso 0/2. Wilson recupera il rimbalzo, subisce fallo e va in lunetta. Sbaglia il primo e realizza il secondo.

Time out Trieste. 5’’ da giocare. 77-74.

Trieste in attacco si affida al suo miglior realizzatore Fernandez che sbaglia, mancando il pareggio allo scadere.

E’ tripudio biancorosso.

Grande Andrea Costa che sconfigge la capolista solitaria, rilanciandosi in classifica.