Festa in Riviera

Con una prestazione da applausi le biancoblu della Csi Clai Imola si lanciano sul +7 dalle inseguitrici
11.03.2018 12:03 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 132 volte
Fonte: Csi Clai Imola
Festa in Riviera

Serie B2 - 19ª giornata

My Mech Cervia - CSI CLAI IMOLA 1-3
(Parziali:
19-25, 21-25, 25-16, 23-25)

My Mech Cervia: Agostini 8, Marchi (L), Furi 8, Fabbri (L), Vanzolini 8, Carati, Petrarca n.e., Giulianelli 2, Calisesi 25, Magnani n.e., Mendola n.e., Ginesi 1, Altini 10. All.: Braghiroli.

Csi Clai Imola: Devetag 7, Bombardi, Cavalli 4, Ferracci 13, Folli n.e., Ricci Maccarini (L), Melandri 9, Tamburini, Collet 17, Tesanovic 15, Magaraggia (L). All.: Turrini.

Arbitri: Risi e Antonioli.

 

Con un’ottima prestazione di squadra, la Csi Clai Imola strappa 3 punti fondamentali per la corsa al 3° posto, contro una coriacea MyMech Cervia. Il 3-1 ottenuto in riviera riveste ancora più importanza vista la contemporanea sconfitta del Vignola 0-3 nel derby contro Carpi. Ora la classifica premia la stagione incredibile delle ragazze di Manuel Turrini: dopo le gare del sabato, Imola ha +7 sulle quarte, ma nel pomeriggio Tirabassi e Vezzali farà visita all’Idea Volley.

Turrini sapeva bene che il Cervia non è quello visto nelle ultime due sconfitte. Infatti la gara è dura e ci vuole una grande Csi Clai Imola per venirne a capo.

Nel primo set, Imola parte meglio, tentando la fuga sul 4-6, poi 10-16, gestendo poi fino al 19-25 con cui conquista l’1-0.

Cervia non ci sta ed alza l’asticella partendo meglio (8-6), prima del sorpasso imolese (15-16) che poi si materializza sul 18-21 e sul definitivo 21-25 che consegna a Tesanovic e compagne il primo punto della serata sul 2-0 nel computo dei set.

La reazione cervese arriva veemente nel terzo set in cui Imola ha poco spazio. Il 25-16 rimanda la questione al quarto set che Collet e socie vogliono vincere: proprio la vigorosa opposta e l’ala schiacciatrice Tesanovic tornano a spingere sull’acceleratore spegnendo le velleità delle padone di casa che resistono fino al 23-25 che manda Imola alla grande festa in mezzo al campo.