Festa USA per Le Naturelle

Imola festeggia una vittoria memorabile su Mantova grazie ad un apporto da 61 punti dei propri americani

03.02.2019 21:53 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Festa USA per Le Naturelle

Le Naturelle Imola – Pompea Mantova 103-98 d.2t.s.
(parziali: 23-25 / 44-45 / 67-62 / 81-81 / 91-91)
Imola: Rossi 16, Magrini 3, Bowers 27, Montanari, Raymond 34, Wiltshire ne, Ndaw ne, Crow 13, Simioni 7, Fultz 3, Calabrese. All: Di Paolantonio
Mantova: Morse 20, Veideman 16, Guerra ne, Ferrara 7, Ghersetti 6, Vencato 5, Metreveli 4, Maspero 7, Visconti 23, Raspino 10. All: Finelli

Grande festa per l’Andrea Costa che supera al PalaRuggi la Pompea Mantova 103-98 dopo due tempi supplementari ed una grande prestazione degli americani Raymond (34) e Bowers (27). Coach Di Paolantonio può esultare dopo 50’ di gioco in cui più volte i suoi ragazzi hanno avuto la possibilità di chiudere la gara, senza riuscirci, soprattutto a causa di un Visconti enorme in casa Pompea. Ora i playoff appaiono piuttosto alla portata per i biancorossi.

La cronaca

Subito avanti Mantova sul 5-8 e sul 8-12 dopo 3’ di gioco con il canestro di Veideman. Raymond a metà frazione trova il pareggio 14-14. La tripla di Ferrara a 1’30” riporta avanti gli ospiti 20-23, poi solo liberi fino al 23-25 con cui si arriva alla prima sirena.

Metreveli realizza da mezza area per il 23-29 dopo 50”, con Mantova che pare gestire il vantaggio. Ma l’Andrea Costa lotta e si riporta sotto, fino al vantaggio 35-34 di Simioni al 3’40”. Anthony Morse realizza il 41-41 a 2’ dall’intervallo e Matteo Ferrara infila il 42-45 a 1’ dalla sirena. Negli ultimi scampoli di parziale, segna solo Raymond dalla lunetta per il 44-45 con cui si rientra negli spogliatoi.

Al rientro in campo Crow realizza 5 punti consecutivi (tra cui una tripla) per il 49-45 dopo 40”, quindi le due triple consecutive di Tim Bowers fanno scappare Imola sul 57-47 dopo 3’. I biancorossi pare abbiano il controllo delle operazioni, ma Mantova non molla: a 2’30” dalla sirena Crow realizza il 65-57, ma dall’altra parte Veideman e Vencato rimontano 65-62 a 1’30” dall’ultimo intervallo breve. Bowers mette il 67-62 con cui ci si siede in panchina per il riposo.

Maspero, dopo 2’, trova il pareggio con una tripla (69-69); a metà frazione Raymond e Visconti impacchettano il 75-75. Veideman dalla lunetta mette avanti Mantova (78-81) a poco più di 2’ dalla sirena. Tim Bowers realizza il pareggio 81-81 dalla distanza quando mancano 50”, prima di sbagliare la tripla a 15” dalla sirena. Mantova non ne approfitta e la gara si trascina ai supplementari.

Raymond segna il vantaggio 84-81, poi Visconti infila dalla distanza il +2 Mantova (84-86) dopo 2’. Mattia Magrini mette la tripla dell’87-88 dopo un altro giro di lancette. Raymond dalla lunetta pareggia i conti, ma a 15” dalla sirena finale Morse mette il +2 per gli ospiti e lo stesso americano di Imola firma il 91-91 che non si sblocca sul tiro allo scadere di Morse. Secondo overtime della serata.

Nei primi 2’ non si segna, anche perché la tensione in campo è palpabile. Crow mette 2 su 2 dalla lunetta, quindi la pietra della vittoria la pone Alessandro Simioni con la tripla del 96-91 dopo 2’40” di gioco. Gli americani biancorossi segnano con continuità, mentre per gli ospiti Visconti mette altri 5 punti per dare coraggio ai compagni (100-96 a 40” dalla sirena). Ovviamente è il top scorer Raymond a mettere il 100° punto dell’Andrea Costa. Negli ultimi istanti si segna solo dalla lunetta e per l’Andrea Costa è trionfo con BJ Raymond e Tim Bowers sugli scudi.