Grande festa biancorossa

L'Andrea Costa vince il derby contro Ravenna in un PalaRuggi pieno
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 49 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
Grande festa biancorossa

Andrea Costa Imola Basket - OraSì Ravenna 71-70

(13-19; 32-29; 51-45) 

 

IMOLA: Turrini ne, Bell 10, Alviti 15, Maggioli 6, Wiltshire ne, Cai ne, Wilson 11, Gasparin 7, Toffali 3, Rossi ne, Penna 14, Simioni 5. All: Demis Cavina

RAVENNA: Montano 6, Sgorbati, Giacchetti 10, Chiumenti 6, Raschi 2, Esposito, Masciadri 7, Cinti ne, Vitale 6, Rice 18, Grant 15. All: Antimo Martino

 

Continua l’ascesa in classifica dell’Andrea Costa con l’ennesimo successo stagionale contro una formazione meglio piazzata in classifica: dopo la capolista Trieste, cade al PalaRuggi l’Orasì Ravenna, al termine di un derby al cardiopalmo.

Negli ultimi secondi di gioco accade di tutto, con errori grossolani come quello di Alviti che sbaglia la rimessa a pochi secondi dalla sirena, regalando la palla a Ravenna. I giallorossi non ne approfittano perchè Montano pesta la riga di bordo campo. A quel punto Imola gestisce la sfera fino allo scadere ed incassa un’altra eccellente vittoria.

Unica macchia della vittoria nel derby un giallo relativo ad una presunta scorrettezza di un tifoso imolese che nel concitato finale di gara avrebbe spostato più volte il canestro al momento dei tiri dei ravennati. Questo il comunicato ufficiale della società del presidente Vianello:

“Relativamente alla gara Andrea- Costa-OraSì, disputata ieri, il Basket Ravenna ritiene doveroso evidenziare come nel corso della partita, fatto documentato del resto dalle immagini televisive e anche da alcune foto, un tifoso imolese assai poco sportivo e corretto abbia mosso e spostato ripetutamente con un piede il sostegno del canestro nel momento in cui i giocatori dell’OraSì Basket Ravenna eseguivano un tiro. Ciononostante il Basket Ravenna non ha presentato ricorso a proposito della gara Andrea Costa-OraSì giocata ieri nè intende farlo, per non penalizzare la squadra di Imola, che ha meritatamente vinto sul campo la partita in questione”.

 

La cronaca del derby.

Andrea Costa senza il capitano Patricio Prato per via di una brutta influenza.

Entrambe le squadre iniziano a ritmo molto alto: Ravenna trascinata dall’asse USA e Giacchetti mette subito in difficoltà i biancorossi che però trascinati da Maggioli non voglio lasciare il passo agli ospiti, 7-11 al 6’. In pochi istanti con l’entrata in campo di Chiumenti e il solito Rice Ravenna si porta sul +10: 9-19 al 9’. Non bastano i 2 punti di Bell e la fantastica schiacciata di Alviti, lanciato da Gasparin, per chiudere in parità il primo quarto, che finisce 13-19 per gli ospiti. In un avvio di secondo quarto dove Imola domina in difesa con Alviti e Simioni ma in cui non riesce a trovare continuità in attacco sopratutto con l’asse USA, il punteggio è di 15-24 al 15’. Sono le triple di Simioni e Toffali che dopo il canestro di Grant riportano Imola a -5, 21-26 al 17’. E dopo tanta fatica e difesa solidi ecco il vantaggio imolese: la tripla di Alviti, il rimbalzo in difesa di Simioni, seguiti dalla tripla di Penna 27-26 per i ragazzi di Coach Cavina!

Che Ravenna non fosse venuta a guardare ma a giocarsi il match potevamo immaginarlo, Rice piazza nuovamente la tripla del vantaggio, ma Alviti dalla lunetta riporta in parità il punteggio: 29-29. Nonostante gli antisportivi non chiamati a Ravenna, con una trattenuta imbarazzante di Chiumenti su Alviti, la stessa ala biancorossa trova la tripla del vantaggio allo scadere della seconda frazione di gioco: 32-29 e squadre negli spogliatoi. 
Riparte forte Ravenna al rientro sul parquet con la tripla di Masciadri a cui Alviti risponde a sua volta. Ravenna torna in attacco e Grant che cerca il canestro per la schiacciata viene stoppato da Maggioli. Con due falli inesistenti chiamati a Imola Montano dalla lunetta porta in vantaggio i suoi, vantaggio subito spezzato dalla tripla di Penna: 38-36 al 23’. Clamorosa la schiacciata non data valida ad Alviti con conseguente tecnico chiamato a Coach Cavina per proteste. Rice non realizza il libero a disposizione ma Vitale mette la tripla: 38-39 al 26’. Disattenzione di Penna che perde palla, lancia Vitale a canestro, ma Gasparin da 3 riporta i suoi a -1, 41-42 al 28’. Torna in attacco la squadra di Coach Cavina Bell scarica a Penna dall’angolo che realizza la tripla e quando Ravenna tocca in attacco le viene chiamato fallo sul blocco permettendo così a Imola di tornare immediatamente in attacco. Attacco che Penna sfrutta andando in penetrazione e realizzando il canestro: 46-43 al 29’. Lo stesso play imolese commette fallo su Vitale, che va in lunetta a mette 1su2. Bell realizza, seguito da Penna che dalla lunetta mette 1su2. Ma l’OraSì non vuole lasciar dilagare i padroni di casa e Chiumenti con un gancio da sotto realizza: 49-45 il punteggio. Il +6 imolese le piazza Wilson dalla lunetta a 27’’ dallo scadere del terzo quarto. Ravenna in attacco perde palla e con 5’’ a disposizione la preghiera di Penna non va a buon fine: 51-45 al 30’. Riapre le danze degli ultimi 10 minuti di gioco Simioni, seguito da Bell che dalla lunetta realizza ill ibero a disposizione con annessa tripla consecutiva: 57-45 al 32’. Ravenna prova ad accorciare il divario con due bombe di Giacchetti e Rice, ma Alviti realizza dalla lunetta 2su2 e riporta i suoi sul +9 al 34’. La squadra di Martino sembra Rice dipendente che ancora realizza ma Wilson in attacco subisce fallo e realizza 2su2: 61-52 al 35’. E’ l’asse USA ravennate che riporta gli ospiti attaccati ad Imola sul punteggio d 61-57 al 37’. Imola non riesce più a trovare continuità in attacco e Rice riporta i suoi sul -2, ma è Din Din Gasparin a realizzare dall’angolo: 64-59 il punteggio al 38’. Tripla vitale per i biancorossi visto che il quarto fallo fischiato a Wilson manda in lunetta Montano che realizza  2su2, 64-61. Penna perde palla in penetrazione, Grant ne approfitta e va a canestro subendo anche fallo da Alviti. 64-63 il punteggio con Grant in lunetta e 1’31’’ da giocare.Grant sbaglia, Bell prende il rimbalzo e Penna in penetrazione realizza. 66-63. In attacco Ravenna non sbaglia e piazza il canestro del -1, 66-65. Wilson subisce fallo in attacco e in lunetta realizza solo 1 dei due liberi a sua disposizione. 67-65 con 36’’ da giocare, time out chiamato da Ravenna. 
Palla in mano agli ospiti che sulla rimessa non trovano la tripla di Rice, Gasparin prende il rimbalzo, subisce fallo e va in lunetta, realizzando 1 su 2.Ravenna in attacco trova la schiacciata di Rice e si porta sul -1, 68-67. Time out di Imola con 19’’ da giocare e Bell in lunetta. La guardia americana realizza 2su2, 70-67. Ravenna corre in attacco ma Imola commette fallo su Giacchetti che va in lunetta e realizza 1 su 2, 70-68 con 8’’ da giocare. Rice commette fallo su Maggioli mandandolo in lunetta e il centro biancorosso 1 su 2. Con 7’’ da giocare Ravenna palla in mano, 71-68 il punteggio. Imola commette fallo e Rice dalla lunetta realizza 2 su 2, portando Ravenna in svantaggio di un solo punto. Alviti sbaglia la rimessa, palla di nuovo a Ravenna ma Montano pesta la riga di bordo campo. Palla a Imola che porta a casa i due punti in classifica

 

19° giornata:

Udine-Roseto 80-70

Piacenza-Jesi 73-84

Orzinuovi-Fortitudo 81-90

Trieste-Bergamo 85-76

Ferrara-Mantova 101-68

Forlì-Treviso 65-79

Andrea Costa-Ravenna 71-70

Verona-Montegranaro 96-71

 

Classifica:

Trieste 30, Fortitudo 28, Montegranaro 26, Ravenna,Udine, Verona 24, Treviso e Mantova 22, Andrea Costa 20, Ferrara e Jesi 18, Piacenza e Forlì 14, Orzinuovi 8, Bergamo e Roseto 6.