Il Benevento fa la voce grossa

L'Imolese cade 1-3 in Campania ed è fuori dalla Tim Cup
06.08.2018 02:31 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 50 volte
Il Benevento fa la voce grossa

Coppa Italia – 2° turno eliminatorio

Benevento – Imolese 3-1 (p.t. 3-0)

Benevento: Puggioni; Maggio, Volta, Costa, Di Chiara; Tello (84’ Del Pinto), Viola, Nocerino (63’ Bandinelli); Insigne (63’ Ricci), Coda, Improta. A disp. Montipò, Gori, Sparandeo, Billong, Tuia, Gyamfi, Tazza, Santarpia, Filogamo. All. Bucchi

Imolese: Rossi, Patrignani, Tissone (Checchi), Carraro, Ciofi, Carini, Bensaja (91’ Rinaldi), Valentini, De Marchi, Belcastro (88’ Tattini), Jukic. A disp. Sarini, De Gregorio, Galanti, Garavini, Giannini, Sereni, Stanzani. All. Dionisi

Arbitro: Marini di Roma

Marcatori: 1’ Insigne, 9’ Coda, 28’ Improta, 53’ Maggio (aut.)

 

Al Ciro Vigorito, davanti a circa 5 mila tifosi, l’Imolese cade 1-3 a favore dei locali del Benevento, neoretrocessa in serie Cadetta. I rossoblu scendono in Campania forti di nuove motivazioni favorite dalle decisioni della Federazione. Ma la differenza in campo è ancora troppo evidente.

Il vantaggio dei padroni di casa arriva a freddo, dopo appena 1 minuto, con Insigne bravo a raccogliere un pallone dalla sinistra per travolgere l’incolpevole Rossi con un sinistro a giro. Il portiere imolese compie un grande intervento al 9’ sul colpo di testa ravvicinato di Coda su cross di Di Chiara, ma non può nulla sulla ribattuta dell’attaccante locale. I giallorossi continuano ad attaccare con Nocerino e Maggio (entrambi ex calciatori di serie A) a macinare azioni a favore dei propri attaccanti. Solo al 18’ la prima azione degna di nota dell’Imolese, con Carini che riceve un cross di Carraro, ma il suo colpo di testa sorvola la traversa. I locali pressano e colpiscono il palo con Tello, quindi firmano il tris con Improta abile a superare Rossi con un pallonetto ravvicinato, su assist dell’ex Napoli Insigne. E siamo al 28’. Ma all’intervallo ci si arriva senza altri sussulti.

Ad inizio ripresa De Marchi tenta di superare Puggioni che, però, non si fa beffare, al 2’. Due minuti dopo Di Chiara reagisce e sfiora il palo, prima del gol della bandiera firmato da Carraro il cui cross viene deviato in rete da Maggio alle spalle dell’incolpevole Puggioni. Improta e De Marchi provano i riflessi dei portieri avversari, ma il punteggio non si sbloccherà più. A vuoto, infatti, anche gli ultimi tentativi dei locali Viola e Bandinelli.

Dopo il successo a domicilio della Carrarese, arriva dunque il primo stop in stagione per l’Imolese, ma il Benevento è sceso in campo con ben altre intenzioni. Ora ai campani spetterà la trasferta contro l’Udinese per il terzo turno di Tim Cup.

Nel dopo partita questo il commento del centrocampista ex Milan Nocerino: “Abbiamo subito messo la partita in discesa. Dobbiamo essere più bravi a gestire la palla, cercando di sbagliare il meno possibile. E' fondamentale essere rapidi e capire velocemente ciò che si deve fare, in modo da non farci trovare impreparati quando affronteremo sfide che contano realmente. Non mi pesa giocare in B. Gioco a calcio per passione, non per soldi. Faccio ciò che sognavo da bambino e mi reputo fortunato. Le motivazioni le trovo ogni giorno giocando. Quando diventerà un peso vorrà dire che sarà il momento di smettere”.