Il cibo Vale oro [06]

Rubrica sulla nutrizione a cura di Valentina Succi
BIOLOGO NUTRIZIONISTA
10.10.2019 11:30 di Valentina Succi   Vedi letture
Fonte: Dott.ssa Valentina Succi
Il cibo Vale oro [06]

ACQUA: QUANTA E QUALE

Durante le mie visite ed i controlli in ambulatorio mi sono resa conto di quanta sia diffusa la disabitudine a bere. E' come se l'istinto che dovrebbe portare ad idratarsi correttamente fosse messo a tacere dalla maggior parte delle persone, perché ci si dimentica, perché si è occupati a fare altro di "più importante", perché si preferiscono bere bibite o vino o semplicemente perché non se ne sente la necessità.

Vero è che vivendo in ambienti climatizzati si presentino meno problemi di idradazione dovuti alla regolazione della temperatura corporea, ma non ci dimentichiamo che quando sentiamo lo stimolo del bere è ormai troppo tardi; dovremmo sempre precedere tale sintomo, perché quando il corpo lo fa emergere è perché è già andato in allarme, ovvero le nostre riserve di acqua sono già troppo basse.

E' importante bere acqua per diversi motivi:

favorisce l'eliminazione di sostanze di rifiuto tramite l'urina ed il sudore;

favorisce la volumizzazione della massa muscolare in soggetti che pratichino attivita fisica soprattutto contro resistenza (pesistica);

ha un effetto estetico perché rende i tessuti più tonici;

consente di mantenere umide le mucose

favorisce la lubrificazione delle articolazioni incentivando la produzione di liquido sinoviale.

E' consigliato bere tra gli 1,5 e i 2 litri di acqua al giorno, ma questo è un consumo minimo e sufficiente. Si auspica che il consumo di acqua vada ben oltre qualora le condizioni lo richiedano, cioè in caso di elevate temperature, di attività fisica anche di lieve intensità, se ci si trova ad alta quota (perché aumenta fisiologicamente la minzione), se si ha la febbre, durante la gravidanza e l'allattamento.

Nella maggior parte dei casi è consigliato consumare una acqua a basso residuo fisso, per lo meno al di sotto di 500mg/l (meglio ancora sotto i 100mg/l) in modo da evitare che i sali presenti si vadano ad accumulare nell'organismo. Ci sono, però, casi in cui è consigliato bere acqua ricche in alcuni sali minerali, in modo da ovviare ad alcune problematiche di salute. Ecco che alle donne in menopausa, a meno che non ci siano problemi copresenti di microlitiasi, si consiglia di assumere acqua ricche di calcio per aiutare nel turnover osseo, minimizzando gli effetti di osteopenia ed osteoporosi.

Si consiglia, inoltre, di non esagerare nell'assunzione durante i pasti, perché l'eccesso di acqua in questi momenti portrebbe ostacolare la digestione. Sarebbe meglio limitarsi ad un paio di bicchieri a pasto, mentre concentrare il resto dell'acqua lontano dai pasti.

Chiedete consiglio al vostro medico o al vostro nutrizionista su quale acqua sia più indicato bere per voi, ma ciò che è importante, non scordatevi mai di bere!