Il grande orgoglio del Romagna

I ragazzi di Tassinari si giocano la retrocessione a Modena. Con grande cuore i bianconeri restano in corsa verso la salvezza.
18.03.2018 11:45 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 68 volte
Fonte: Romagna Handball
Lorenzo Martelli
Lorenzo Martelli

Pantarei Modena - Romagna 17-19 (p.t. 9-8)

Modena: Bonacini, Barbieri 3, Boni 2, Bortolotti, Di Felice, G.Di Matteo, N.Di Matteo, Dondi 3, Jahollari, Mezzetti, Panettieri 5, Pieracci 4, Resci, Rolli. All: Francesco Sgarbi

Romagna: Martelli, Sami ne, Folli 8, Minoccheri, F.Tassinari 2, Andalò 2, Dal Fiume, Golini, La Posta 1, Martelli, Chiarini 1, Bosi, Panetti, A.Boukhris, Rotaru 5. All: Domenico Tassinari

Arbitri: Bassan – Bernardelle

 

Al PalaMadiba va in scena il primo "dentro o fuori" della stagione per il Romagna. Contro il Pantarei Modena (che non vince da metà novembre) i bianconeri strappano due punti pesantissimi che, intanto, evitano la retrocessione diretta. Nell'ultimo match casalingo contro Teramo, Martelli e compagni partiranno dal vantaggio dello scontro diretto favorevole, con Modena impegnato nel derby a Carpi.

Fabrizio Folli apre e chiude le danze firmando la prima e l’ultima rete del match. Dopo 12’ è ancora Folli, con una doppietta, ad assestare il primo allungo (e massimo vantaggio della serata bianconera) sul 3-6, subito riassorbito dall’ottimo Pieracci (6-6 al 17’).

La tensione in campo è tangibile e gli errori da un lato all’altro del campo ne sono la riprova: alla fine si conteranno circa 20 palle perse per entrambe le squadre.

In questa fase di match, il Romagna appare contratto in attacco, con i due bomber Chiarini e Rotaru, fuori dalla comfort zone, con le polveri bagnate.

Ma la difesa regge bene, fondandosi sulla serata magica di Lorenzo Martelli che chiuderà con un ottimo 47% di parate (15/32), con tre rigori ribattuti a Gennaro Di Matteo, Filippo Barbieri e Luigi Pieracci.

Il primo tempo si chiude in sostanziale equilibrio sul 9-8 per i ragazzi di mister Sgarbi.

I primi 5’ della ripresa sono certamente i peggiori per il Romagna che rischia il tracollo sul 12-9. Qualche errore in serie delle due squadre anticipano la rete spettacolare di Alex La Posta che fa ingranare la marcia giusta ai compagni: nei successivi 5’ arriva addirittura il sorpasso sul 12-13 (break di 0-4) firmato da Fabrizio Tassinari e Fabrizio Folli che infila due rigori nel frangente.

Entrando negli ultimi 15’ di gioco, inizia una fase in cui al gol del +1 del Romagna replica il Modena per il pareggio: in questo modo si passa dal 13-14 al 15-16 realizzato di potenza da Alex Rotaru.

A 6’ esatti dalla sirena è Ernesto Andalò a spezzare gli equilibri, infilando con un bel gesto tecnico il 16-18. Dopo 30” Panettieri realizza la sua terza rete consecutiva, dimezzando lo svantaggio per il Pantarei.

 

Gli ultimi 5’ vibrano di altissima tensione, con le difese che hanno sempre il sopravvento sugli attacchi (il dato finale vedrà il Romagna tirare con il 38% ed i locali con il 39%).

Si intensificano anche i contatti, spesso al limite della regolarità. Il Romagna non si fa intimidire dai canarini che tentano il tutto per tutto alla ricerca quantomeno del pareggio.

Ma la palla in mano a Tassinari, Rotaru e Folli è in cassaforte e resta sempre, negli ultimissimi minuti, in fare offensiva. I gialloblu subiscono due esclusioni per 2’ (Jahollari e Pieracci) quando la clessidra è praticamente vuota (59’).

La rete allo scadere dell’eroico Fabrizio Folli (17-19) manda in delirio i tanti tifosi del Romagna sugli spalti del PalaMadiba.

Festa grande in casa Romagna.

 

 

4^ giornata Poule Playout

Pantarei Modena – Romagna Handball 17-19

Lions Teramo – Ego Tavarnelle 27-18

Classifica:

Teramo 16, Tavarnelle 12, Carpi 10, Romagna e Modena 4