Il PalaRuggi è un fortino

L'Andrea Costa è invincibile tra le mura amiche. Orzinuovi cade e i biancorossi restano in zona playoff
11.02.2018 22:15 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 62 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
Il PalaRuggi è un fortino

Andrea Costa Imola Basket - Orzinuovi Basket 90-84

(parziali: 26-20; 43-42; 65-62) 

Andrea Costa: Turrini ne, Bell 17, Alviti 19, Maggioli 2, Cai ne, Wilson 17, Gasparin 5, Prato 16, Toffali, Rossi ne, Penna 6, Simioni 8. All Cavina

Orzinuovi: Strautins 13, Smith 24, Raffa 16, Zanardi ne, Valenti ne, Antelli 3, Iannilli 4, Ghersetti 14, Zambon, Scanzi, Yabre ne, Ruggiero 10. All. Finelli

 

Torna immediatamente al successo la formazione di coach Demis Cavina dopo l’intoppo infrasettimanale in quel di Jesi. Con la terza vittoria negli ultimi quattro incontri, i biancorossi si ripropongono in zone particolarmente interessanti di classifica, ovvero border line con la qualificazione ai playoff.

 

La cronaca vede i biancorossi piazzare subito un bel parziale di 10-0, quindi, mantenere un buon vantaggio (15-9, 21-12). Gli ospiti non permettono all’Andrea Costa di dilagare nel punteggio e chiudono il parziale sul 26-20.

Ad inizio del secondo quarto, addirittura, Orzinuovi passa in vantaggio prima del pareggio 28-28 di Alviti al 3’. Strautins e Ghersetti fanno soffrire i biancorossi che faticano a trovare il vantaggio (37-38 al 18’). Imola trova il 43-42 con cui va al riposo lungo dopo qualche scambio dalla lunetta.

Avranno certamente tremato i muri dello spogliatoio biancorosso: al rientro in campo appare evidente come coach Cavina sia riuscito a suonar la carica, con un grande parziale di 13-0 dopo 5’ (56-42). Da qui Imola amministra (59-48) ma qualche azione sprecata ed un po’ di confusione permettono agli ospiti di rientrare a -4 (60-56 a 1’ dalla sirena). Il cesto più fallo di capitan Patricio Prato allo scadere del tempo tiene avanti i biancorossi (65-62).

Nella seconda parte dell’ultimo parziale arriva una pioggia di tiri liberi e per i biancorossi Penna e Simioni sono i protagonisti del +10 (85-75 al 7’). Quando ormai i tifosi biancorossi si sentono la vittoria in tasca, Raffa e Smith trovano i cesti per accorciare il gap fino al 85-82 a un giro di lancette dalla sirena finale. Alviti tenta la tripla della vittoria, ma non trova il jolly. Smith ringrazia ed accorcia sul -1 a quasi 30” da giocare. Bell pesca l’assist per Wilson che infila a 16” (87-84). Orzinuovi ha la palla del pareggio e dell’eventuale overtime, ma Gheresetti spara sul ferro la tripla decisiva. Wilson raccoglie un fallo sul rimbalzo ed infila 1/2 dalla linea della carità, quando ormai mancano solo 10” dalla fine. Orzinuovi perde palla con il solito Smith e commette fallo su David Bell che è glaciale dalla lunetta per il 90-84 finale, per la festa di tifosi e giocatori biancorossi.