Il Romagna torna a sorridere

Con una prova convincente i bianconeri superano il Verdeazzurro Sassari e tornano al 4° posto (in attesa delle gare domenicali)
10.02.2019 05:36 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 23 volte
Fonte: Romagna Handball
Cristian Amaroli
Cristian Amaroli

Serie A2
4° giornata di ritorno
ROMAGNA HANDBALL - VERDEAZZURRO SASSARI 29-22 (p.t. 15-10)
Romagna: Martelli, Sami, Andalò, O. Boukhris, Folli 7, Panetti 2, F. Tassinari 1, Amaroli 3, Bosi 2, A. Boukhris, Leotta, Medri 1, Rotaru 8, Babini 5. All.: D. Tassinari.
Verdeazzurro: Munda, Casu, Lampis 2, Scanu 2, Idili 4, Delogu 1, Bianco, Venerdini, Sini, Cherosu, Piatti 6, Pavel 7. All.: Cossu.
Arbitri: Regalia e Greco

 

Il Romagna cancella gli ultimi due ko consecutivi con una prestazione convincente sia in attacco che in difesa. Rotaru si riprende il ruolo di cannoniere e trafigge con continuità il comunque ottimo portiere sardo Munda. Anche Folli, alla vigilia in dubbio per un problema ad una mano, è costante e vivo in fase realizzativa. Ma il migliore del Romagna è senza dubbio Lorenzo Martelli tra i pali che chiude con 22 parate, molte delle quali decisive a tenere lontano Sassari.
Con i 2 punti incamerati, il Romagna torna, momentaneamente, al 4° posto, in attesa del match odierno del Secchia Rubiera e grazie al pareggio di Ambra.
Ora arriva una settimana di lavoro duro in vista della trasferta di Nonantola, sabato 16 alle ore 15,00.

 

La cronaca.
Inizia sicuramente meglio il Verdeazzurro che scappa 1-3 dopo 6’. Panetti accorcia sulla ribattuta dopo un rigore sbagliato da Tassinari, un minuto dopo. E Bosi in tuffo al 10’ impatta sul 3-3. Il primo vantaggio lo firma lo stesso pivot al 12’ e la coppia Martelli (parata) e Rotaru (gol dalla distanza) segna il 5-3 al 13’. In questa fase il Romagna difende forte, anticipa e rallenta la manovra sarda e pare in controllo del match. L’8-4 è opera di Folli dai sette metri (2 volte) e Bosi. Martelli continua a macinare parate e la manovra è sempre fluida: il parziale di 7-1 mette in evidente difficoltà il Verdeazzurro che non riesce a sfondare al tiro. Amaroli dall’ala destra infila il +5 (10-5) al 20’ e Rotaru si eleva da lontano per il palo-gol che vale l’11-6 a 8’ dall’’intervallo. Lampis prova a scuotere i sardi realizzando una doppietta in contropiede (11-9) a poco meno di 6’ dalla sirena, aiutato da quattro errori consecutivi in attacco del Romagna. Nel momento di difficoltà sono, in sequenza, una parata spettacolare di Lorenzo Martelli tra i pali ed una rete in penetrazione di Fabrizio Folli ed un missile di Stefano Babini a firmare il 13-9 a 4’ dalla fine del primo tempo. Un’altra doppietta di Babini fa allungare il Romagna che torna in controllo dell’inerzia del match nello sprint finale, sul 15-10 con cui ci si accomoda negli spogliatoi. 
La ripresa si apre con la rete immediata di Rotaru in penetrazione al centro di una difesa piuttosto morbida degli isolani: il 16-10 è pure il massimo vantaggio dei locali, fino a questo momento. La coppia di coach ospiti interrompono subito il gioco per il timeout (dopo 2’30”). Lo splendido lancio tutto campo di capitan Tassinari manda in rete Amaroli in contropiede, ma il Romagna cala d’intensità lasciando spazio al minibreak dal 17-12 al 17-14, commettendo diverse disattenzioni in fase di transizione. I sardi restano aggrappati ai locali, ma i veri protagonisti di questa fase di gioco sono i due portieri Martelli e Munda che fermano molte conclusioni degli avversari. Al 10’ di gioco il tabellone premia ancora il Romagna 18-15, ma il tuffo dal limite di Alex Rotaru ed il colpo di Amaroli strappano gli applausi dei tifosi locali all’11’, per il 20-15 bianconero. Cosiccome il siluro centrale di Fabrizio Folli che vale il 21-16 a metà frazione. E’ ancora il braccio mancino di Rotaru a siglare il 22-18 a 13’ dalla fine. Martelli respinge il rigore di Pavel (con esclusione per 2’ di Rotaru), dall’altra parte Panetti realizza il 23-19, ma il Romagna resta in doppia inferiorità numerica per l’espulsione diretta comminata ad Omar Boukhris a circa 10’ dalla sirena. In campo regna la tensione in questo frangente con i locali che stentano a gestire il vantaggio, seppur mantenendolo sempre sui 4-5 gol. La rete pesantissima, su rigore, di Fabrizio Folli a meno di 6’ dalla sirena fissa il punteggio sul 25-20. Il +6 al 26’ è sempre opera del mancino veterano (26-20). Gli ultimi minuti di gioco vedono Sassari a testa bassa in attacco, ma è ancora un super Lorenzo Martelli ad impedire la rimonta. Babini segna un’altra doppietta a meno di un minuto dalla fine e il Romagna conclude tra gli applausi dei suoi tifosi (28-22). Soddisfazione anche per Andrea Medri, entrato nel finale, dai sette metri per il definitivo 29-22 allo scadere del tempo.

 

4° giornata di ritorno

Romagna Handball-Verdeazzurro Sassari

Fiorentina-Modena 33-31

Ambra-Rapid Nonantola 26-26

2 Agosto Bologna-Raimond Sassari 26-26

Camerano-Secchia Rubiera (10/2)

Ferrara United-Parma (10/2)

 

Classifica: Raimond Sassari 28, Parma e Rapid Nonantola 24, Romagna e Secchia Rubiera 18, Ambra 17, Fiorentina 14, Ferrara United 13, 2 Agosto e Estense 10, Verdeazzurro 9, Camerano 8, Modena 7, Carpi 0.