Imolese 10 e lode

Vittoria storica in casa per i rossoblu in serie C
15.10.2018 09:48 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 67 volte
Fonte: Imolese
Imolese 10 e lode

Serie C, girone B - 6ª giornata
Imolese - Gubbio 1-0 (p.t. 0-0)

Imolese: Rossi; Garattoni, Boccardi, Carini, Fiore (dal 17’ Sciacca); Valentini (c), Carraro (dal 84’ Bensaja), Gargiulo; Belcastro (dal 67’ Mosti); Giovinco (dal 46’ Lanini), De Marchi (dal 46’ Rossetti). All. Dionisi (a disp. De Gori, Sciacca, Bensaja, Checchi, Tissone, Tattini, Giannini, Zucchetti, Lanini, Hraiech, Rossetti, Mosti).
Gubbio: Marchegiani; Schiaroli (dal 46’ Tofanari), Espeche, Piccinni, Lo Porto (dal 60’ Pedrelli); Casoli, Ricci (dal 64’ Conti), Benedetti; Casiraghi (dal 76’ Battista); Marchi (c), Plescia (dal 60’ Campagnacci). All. Sandreani (a disp. Battaiola, Paolelli, Nuti, De Silvestro, Conti, Tavernelli, Tofanari, Battista, Pedrelli, Campagnacci).
Arbitro: Monaldi di Macerata
Marcatori: 52’ Lanini

Il terzo gol in 4 giorni di Eric Lanini fa volare l’Imolese. Una vittoria meritata, che finalmente premia un’Imolese sempre propositiva e padrona del campo. Successo che lancia i rossoblu nelle zone altissime della classifica, a quota 10 punti.

La cronaca.
Squadre schierate a specchio e poche occasioni ad inizio gara. L’Imolese ci prova col sinistro di Belcastro, il Gubbio replica con Benedetti. Al 17’ la squadra di Dionisi viene salvata dal guardalinee, quando Marchi, in posizione di fuorigioco, batte Rossi con una splendida semi-rovesciata. L’Imolese prova a giocare, il Gubbio punge: al 30’ imbucata centrale per Plescia, che solo davanti a Rossi si fa ipnotizzare dall’estremo difensore rossoblu. L’Imolese risponde con Gargiulo: sinistro dalla distanza deviato e palla che termina di poco a lato. Al 37’ bella ripartenza dei ragazzi di Dionisi: Sciacca recupera palla e serve in profondità Belcastro, il cui destro viene respinto in corner da Marchegiani. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.
Nella ripresa mister Dionisi cambia le punte: fuori De Marchi - Giovinco, dentro Rossetti - Lanini. Bastano 7 minuti al numero 17: recupero di Carini e palla per l’ex Juve, che punta Espeche, lo salta e spara da 25 metri nell’angolino. Marchegiani battuto e 1-0, terzo gol in 4 giorni per Lanini dopo la doppietta alla Pistoiese. L’Imolese vola sulle ali dell’entusiasmo e all’11’ spreca una clamorosa palla gol per il raddoppio, non sfruttando un contropiede 3 contro 1 nato da un calcio d’angolo umbro. Sul corner seguente, Sciacca viene atterrato in area: per l’arbitro è rigore, ma Marchegiani ipnotizza Belcastro dagli 11 metri. Secondo errore dal dischetto per il numero 10 rossoblu, terzo di squadra dopo quello di Bensaja contro la Pistoiese. Il Gubbio prende coraggio e torna a farsi vedere in avanti col colpo di testa di Casoli, neutralizzato senza patemi da Rossi. Gli umbri non riescono mai a farsi vedere in avanti e l’Imolese, pur senza riuscire a chiudere il match, controlla la sfida fino al triplice fischio: termina 1-0, prima vittoria interna dei rossoblu in campionato.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA
Alessio Dionisi, allenatore
«Siamo stati bravi, anche se non è stata la nostra miglior partita. Dopo il rigore fallito non era facile: loro hanno ripreso coraggio, ma siamo stati attenti e non abbiamo concesso nulla. Non dimentichiamoci che siamo una squadra ripescata in serie C: dobbiamo tenere bene a mente che il nostro obiettivo è la salvezza, non era scontato battere il Gubbio. Con la Sambenedettese sarà una partita molto difficile, contro una squadra forte, anche se non ha iniziato bene il campionato e ha già cambiato allenatore. Per fortuna ci arriviamo dopo un risultato molto positivo».