Imolese eccellente

Altra impresa dei rossoblu: cade dopo un anno il fortino del Gubbio

10.02.2019 12:21 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Imolese
Eric Lanini in rete
Eric Lanini in rete

Serie C, girone B - 25ª giornata
Gubbio - Imolese 2-3
Gubbio: Marchegiani; Tofanari (dal 60’ Benedetti), Espeche, Piccinni (c), Pedrelli (dal 60’ Lo Porto); Malaccari, Davì (dal 75’ Campagnacci); De Silvestro, Casiraghi, Cattaneo (dal 86’ Tavernelli); Plescia (dal 60’ Chinellato). All. Galderisi (a disp. Battaiola, Lo Porto, Nuti, Maini, Benedetti, Chinellato, Conti, Schiaroli, Tavernelli, Ricci, Campagnacci).
Imolese: Rossi; Sciacca, Boccardi, Carini, Fiore (dal 60’ Varutti); Hraiech (dal 78’ Gargiulo), Carraro, Valentini (c); Mosti (dal 78’ Bensaja); Belcastro (dal 6’ Giovinco), Lanini (dal 60’ De Marchi). All. Dionisi (a disp. Turrin, Bensaja, Tissone, Varutti, Cappelluzzo, Giannini, Zucchetti, Ranieri, Gargiulo, Rossetti, Giovinco, De Marchi).
Marcatori: 9’ De Silvestro (Gub), 18’ Mosti (Imo), 43’ Lanini (Imo), 55’ Lanini (Imo), 90’ Campagnacci (Gub).
Arbitro: Mattia Pascarella (assistenti Francesco D’Apice ed Emanuele De Angelis).

Alla vigilia di Gubbio-Imolese, gli umbri viaggiavano con un record clamoroso: solo 2 reti incassate in casa in tutta la stagione e nessuna sconfitta casalinga da oltre un anno. I rossoblu sfatano il tabù e ne realizzano 3 in un colpo solo, dominando, nonostante lo svantaggio iniziale.
Mosti e Lanini (2) i marcatori dell’Imolese che stende il Gubbio e si prende il 3° posto solitario in classifica a quota 41 punti.
Mister Dionisi sceglie l’attacco con Mosti alle spalle di Belcastro e Lanini, mentre dietro Boccardi sostituisce Checchi, che paga un fastidio muscolare. Nel Gubbio out Chinellato: al centro dell’attacco c’è Plescia. Partenza sprint del Gubbio, che attacca subito a pieno organico. Bella giocata di De Silvestro, che va via sulla destra a Fiore e mette dentro una palla rasoterra, ma la difesa imolese si salva. Finisce prestissimo la gara di Luca Belcastro (al 6’), sostituito per un problema muscolare. Al suo posto dentro Giuseppe Giovinco.
Al 9’ gol dei locali: altra bell’azione dei padroni di casa, che sfondano a destra per con De Silvestro: il cross del numero 11 è troppo lungo per tutti, ma Cattaneo recupera palla dalla parte opposta e fa partire un nuovo traversone, sul quale lo stesso De Silvestro colpisce indisturbato di testa per il vantaggio umbro. Inizio difficile per l’Imolese.
Reazione immediata dell’Imolese, che dagli sviluppi di un calcio d’angolo sfiora il pareggio col destro di Giovinco: palla che termina di poco a lato. Altra chance per l’Imolese al 14’: progressione di Mosti e palla che arriva a Hraiech, il cui destro appena dentro l’area viene respinto da un attento Marchegiani. Buona reazione della squadra di Dionisi.
Rete imolese al 18’: ripartenza di Lanini che trova Mosti al limite dell’area: destro dal limite del trequartista toscano che pesca l’angolino alla sinistra di Marchegiani. Gran gol e pareggio meritato.
Rigore negato al 23’ all’Imolese: Hraiech entra in area e anticipa Espeche, che lo atterra. Per l’arbitro non ci sono gli estremi per il penalty. Ci prova Lanini da fuori, ma Marchegiani risponde presente. Al 41’ contropiede perfetto dell’Imolese sulla palla persa da Tofanari, Fiore recupera e serve Mosti che appoggia per Giovinco, il cui destro da 30 metri colpisce in pieno la traversa.
Due minuti più tardi i rossoblu la ribaltano. Clamorosa palla persa da ultimo uomo di Malaccari sul pressing di Lanini a metà campo: il bomber si invola solo davanti a Marchegiani, lo supera e deposita in rete col destro. E’ 2-1 Imolese.
Altra ripartenza dell’Imolese allo scadere del primo tempo, con Valentini che imbecca Lanini: l’attaccante entra in area e calcia col destro, ma stavolta non centra la porta.
Dopo 10’ della ripresa, arriva il 3-1 per l’Imolese, ancora con Eric Lanini: doppietta splendida dell’attaccante torinese, imbeccato splendidamente da Carraro: controllo perfetto in corsa al limite dell’area e destro micidiale su cui Marchegiani non riesce a rispondere.
Al 60’ doppio cambio per l’Imolese: esce il mattatore del match Eric Lanini: al suo posto De Marchi; entra anche Varutti, all’esordio con la maglia dell’Imolese, fuori Fiore.
Episodio dubbio in area di rigore imolese al 67’: il Gubbio chiede il penalty per un presunto fallo di mano di Carini, ma l’arbitro lascia correre. Subito dopo Cattaneo, dal cuore dell’area di rigore, manca la porta col suo sinistro. Ancora una occasione per il Gubbio, all’83’: Chinellato dall’interno dell’area di rigore tenta il tiro ma Rossi blocca senza problemi. Con la vittoria già in tasca, l’Imolese subisce la rete al 90’ di Campagnacci che sfrutta una mischia in area di rigore e segna il 2-3. Minuti finali di sofferenza per l’Imolese.

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Alessio Dionisi, allenatore

«Siamo stati bravi a reagire dopo l’inizio incolore. Il Gubbio è partito forte, con tanti giocatori offensivi, ma così facendo ci ha anche concesso tanto. Abbiamo vinto la partita nel primo tempo, poi nella ripresa siamo stati bravi a capitalizzare l’occasione avuta, ma poi non abbiamo gestito bene la gara. Però devo guardare il bicchiere pieno: avevamo di fronte una squadra forte, che non perdeva in casa da un anno e non prendeva gol in casa da novembre. Gliene abbiamo fatti tre, però dobbiamo fare meglio la fase difensiva, stiamo concedendo un po’ troppo. Abbiamo raggiunto 41 punti: il nostro obiettivo iniziale è stato raggiunto a 13 giornate dalla fine, i ragazzi stanno facendo qualcosa di straordinario».