In...Vece arriva la vittoria

Successo pieno per la Csi Clai Imola che supera 3-1 Trevi, guadagnando 3 punti in classifica.
Il video dell'ultimo punto di Serena Vece
17.11.2019 23:44 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
Fonte: Csi Clai Imola
Csi Clai Imola
Csi Clai Imola

5° giornata andata
CSI CLAI IMOLA-LUCKY WIND TREVI 3-1
(parziali: 25-16 / 22-25 / 28-26 / 26-24)  
Clai: Vece 24, Devetag 14, S.Cavalli 6, Dal Monte (lib), Ferracci 9, Folli 4, Tesanovic 1, Rizzo 11, Collet 4, Gherardi 6, Melandri ne, Bacchilega ne, E.Cavalli ne. All: Turrini
Trevi: Di Arcangelo, Della Giovampaola 10, Mearini 9, Monaci 1, Ba ne, Capezzali ne, Pioli 1, Cruciani 3, Castellucci 11, Ursini (lib), Giovacchini, Cappelli 13, Casareale 13, Gandini (lib). All: Sperandio​​​​​​​
​​​​​​​Arbitri: Angelucci Claudia e Pulcini Gabriele

E’ una Clai Imola incredibile quella che vince e convince al PalaRuscello contro la Lucky Wind Trevi. Le umbre escono sconfitte 3-1 dopo oltre 2 ore di gioco.

Alla fine è il punto d’esperienza di Serena Vece a firmare l’impresa. Una Vece che chiude a quota 24 ed una prestazione clamorosa sia in retroguardia che in attacco. Dopo un primo set assolutamente a senso unico a favore delle locali, le umbre cambiano registro nel cambio campo trovando il pareggio in volata 22-25. Poi è pura bagarre con le ospiti che volano ad inizio dei successivi due set, prima di subire la rimonta ed il sorpasso di Devetag e compagne.

I due finali di set sono al cardiopalmo, con Trevi e Imola che si sorpassano e contro sorpassano in un vortice di emozioni clamoroso. Si impone la Clai 3-1, con la forza mentale adatta ad un campionato come questo. Sapendo che negli anticipi del sabato, tutte le squadre della stessa fascia avevano portato a casa punti importanti in chiave salvezza. Ma le ragazze mostrano di aver metabolizzato il salto di categoria e di aver superato l’emozione del debutto.

Imola sale a quota 4, staccando il fanalino di coda solitario Quarrata (fermo per il riposo imposto dal calendario) e portandosi ad una sola lunghezza proprio da Trevi, Perugia e Moncaro (5 punti).

La Clai dovrà mettere tra i ricordi più cari la vittoria su Trevi, per poi cominciare a concentrarsi su Nottolini che scenderà ad Imola domenica prossima.

Imola in campo con Sofia Cavalli, Serena Vece, Sofia Devetag, Elisa Ferracci, Benedetta Rizzo, Giulia Collet, Sofia Dal Monte (lib). Risponde Trevi con Della Giovampaola, Mearini, Monaci, Castellucci, Cappelli, Casareale, Ursini (lib).

Inizia Vece da zona 2 con un bel diagonale stretto (1-1) e dalla stessa mattonella Collet realizza in lungolinea (3-3). Cappelli stampa il muro su Rizzo, ma la centrale replica con la fast nell’azione successiva per il 4-5. Ed il pareggio porta la firma di Devetag che scalda il braccio con la pipe (5-5). Primo vantaggio Imola con Vece (6-5 poi 7-6). Coach Sperandio si rifugia in timeout, ma la Clai è veemente in questo frangente con Vece che continua a segnare: per Imolail vantaggio arriva in un attimo sul 11-6, quindi 12-7. Il muro Collet-Ferracci si erge sul potente attacco di Castellucci inchiodando a terra il 13-7. Sperandio tenta di mischiare le carte ruotando qualche effettivo in campo (Di Arcangelo per Monaci in cabina di regia), ma gli effetti non sono puntuali. Sofia Cavalli ha il coraggio di tentare la veloce su una difesa non facile e Ferracci chiude il colpo con esperienza (15-10). Mearini tenta di rialzare la testa, ma il pallonetto nei due metri in pipe di Devetag è pura antologia e fa scattare in piedi i tifosi imolesi: sul 18-12 Sperandio gioca ancora la carta del timeout per tentare di scuotere le perugine. Ma Devetag gela le ospiti con un potente ace al rientro in campo (19-12, massimo vantaggio finora in serata). Un paio di errori consentono alle umbre di strappare qualche punto, ma Di Arcangelo e Rizzo sbagliano al servizio. Cavalli cerca Vece e la banda risponde con un gran attacco. Ferracci pianta a terra l’ennesimo muro e la Clai scappa sul 22-15. Devetag in pipe regala il primo setpoint alla squadra e, nell’azione successiva, schiaccia (in prima linea) la palla dell’1-0 sul 25-16.

Si infiamma subito il secondo set con il vantaggio 4-3 per le locali che mettono a terra un palleggio all’incrocio delle righe in zona 5 con capitan Cavalli e un gran muro di Rizzo dopo una spettacolare azione difensiva. La pipe di Vece sigla il 5-4 con il PalaRuscello che alza i decibel. Della Giovampaola fa respirare Trevi con un buon gioco a muro (5-6), ma è ancora Vece a mettere a terra il muro su un difficile attacco ospite e, un paio di azioni più tardi, un bolide in parallela (9-7 per Imola). Ferracci si conferma magistrale a muro e, dopo la veloce sulla riga di fondo campo, spedisce la Clai sul +4 (12-8), con conseguente timeout di coach Sperandio. Riparte forte Trevi trascinata da Casareaele che, con due colpi di esperienza, gioca col muro di Devetag-Ferracci infilando due punti filati. Il muro ancora di Casareale sul pallonetto di Folli (subentrata a Devetag) regala il 12-14 alle umbre. Timeout di coach Turrini, ma Trevi allunga sul 12-16, con due errori delle locali. Turrini manda in campo Gherardi da opposta per Collet e Vece, in pipe, riesce a scalfire la difesa ospite, chiudendo il break di 0-8. Due errori consecutivi delle umbre rilanciano le biancoazzurre (15-17). Gherardi sbaglia in attacco dalla seconda linea, ma Castellucci scaglia in rete il servizio: dall’altra parte Folli segna l’ace del 17-18. Che si tramuta in 18-19 con l’errore ospite in battuta. L’atmosfera è calda e ci si gioca il set, soprattutto in difesa. Trevi trova un paio di spunti (tra servizio ed attacco) portandosi sul 18-21. Vece di potenza rilancia Imola, imitata dal lungolinea di Casareale (19-22). Cappelli regala l’ennesimo errore ospite al servizio e la Clai respira. Castellucci riporta a 3 i punti di vantaggio, prima che Vece segni ancora in pipe. Castellucci spara forte, ma alle ortiche e la Clai si ritrova sul 22-23. Ferracci mette in difficoltà le ospiti con un forte servizio, ma Casareale segna il 22-24. E Cappelli, dal centro, realizza il punto del set che si chiude 22-25.

Inizia forte, Trevi, anche nel 3° set con un 1-4 in apertura che mette un po’ in difficoltà le imolesi. Vece e Devetag segnano (3-5). Cappelli segna in diagonale e la Clai sbaglia in costruzione nell’azione successiva per il 4-8. E’ una gran alzata di Cavalli ad armare il braccio di Vece che piega la difesa ospite. Collet si alza da zona 2 e Cavalli infila il doppio ace che impatta il punteggio sul 9-9. E una combinazione spettacolare Cavalli-Ferracci mette a segno il 10-10. Trevi reagisce ed approfitta di due errori imolesi, prima del gran diagonale di Devetag (11-12). Sul 12-13, arriva l’ammonizione per proteste reiterate alle ospiti e Cavalli schiaccia a terra il pareggio del 13-13. Mearini infila una bella veloce incrociata che punisce la retroguardia imolese, con Vece che replica dalla banda (15-15). E la Clai ritrova il vantaggio dopo oltre un set, con l’attacco, in ricostruzione, sempre di Vece. In un’azione complicata, con molti interventi al limite, è il braccio di Casareale a trovare il guizzo vincente (16-18). Dopo il timeout di Turrini, Monari sbaglia il servizio, ma è imitata da Collet da zona 2. Entra Gherardi da opposta sul 17-19, con Vece che indovina l’angolo giusto in diagonale (18-19). Devetag spara forte, ma fuori di un niente, mentre Cappelli, nell’azione successiva, indovina il pallonetto con la pipe che la Clai non riesce a difendere. Sul 18-21, coach Turrini chiede il timeout, ma al rientro in campo è fuori anche l’attacco di Gherardi e Trevi ritrova un vantaggio significativo. La giovane esterna rimedia con un muro su Castellucci e con un buon attacco che valgono il 20-22. Un errore a testa, quindi il muro di Mearini sulla pipe di Vece mandano al setpoint le umbre (21-24). Altro errore gratuito in battuta e la Clai respira, mandano al servizio Devetag: Vece mura Casareale e Imola si piazza ad una sola lunghezza dalle ospiti (23-24). Timeout Sperandio. Il pareggio arriva su un’evidente infrazione di doppio di Monaci. Il PalaRuscello si accende, ma Rizzo non riesce a concludere e dall’altra parte Cappelli punisce Imola, con Vece che impatta sul 25-25. Sull’attacco di Cappelli sporcato dal muro, le imolesi non riescono a ricostruire. Il muro secco di Vece su Cappelli fa esplodere il palazzetto, cosiccome l’attacco sulla riga di fondo di Gherardi che vale il vantaggio 27-26. Setpoint Imola, dopo il timeout ospite, in un clima da brividi. Cavalli al servizio mette in crisi la retroguardia ospite e nel successivo attacco Vece finge il colpo potente per poi piazzare un pallonetto nei 3 metri praticamente imprendibile. Ed i muri del palazzetto vengono messi a dura prova dal boato dei tifosi imolesi, con la dirigenza locale in estasi. La Clai chiude il set 28-26 e torna a muovere la classifica dopo il punto conquistato al debutto contro Empoli. E’ il primo punto di serata sul 2-1 nel computo dei set.

Al cambio campo Trevi parte nuovamente forte (1-4, poi 2-6), con Imola un po’ sulle gambe Devetag, però, premia lo sforzo della propria squadra che difende bene un paio di attacchi. L’errore (uno dei pochi, finora) di Casareale prima e l’ace di Castellucci (seguito da errore) portano il tabellone sul 5-8. Due azioni complicate in difesa rispediscono avanti Trevi sul 5-10, prima che la diagonale stretta di Devetag fermi l’allungo di Cappelli e socie. Ed è ancora un colpo di Devetag ad accorciare il gap sul 7-11. In pochi istante le ragazze di Trevi sono brave a siglare il 7-13. Rizzo segna, Vece attacca fuori di pochi centimetri e le ospiti non si fermano (8-14). Devetag attacca in campo, Castellucci fuori e Imola accorcia sul 10-14, con Rizzo al (velenoso) servizio: infatti Cavalli può chiudere l’attacco di seconda sulla difesa difficoltosa ospite (11-14). Il muro di Vece (seguito da timeout ospite), l’attacco di Gherardi e l’ace di Rizzo rimettono in corsa Imola sul 14-14. E torna a salire la bolgia al PalaRuscello. Coach Sperandio rimette Di Arcangelo in cabina di regia e con l’attacco sulla riga di Casareale ritrova il +2. Il muro di Cavalli accorcia, ma Mearini riporta avanti Trevi sul 15-18, con conseguente timeout chiamato da coach Manuel Turrini. Entra Pioli in battuta e segna l’ace del 15-19. Gherardi segna e dall’altra parte la panchina riceve il cartellino rosso ancora per proteste, con relativo punto assegnato a Imola (17-19). Due errori imolesi lanciano Trevi sul 17-21, prima che Folli segni sporcando il muro. Quindi Cappelli spara fuori l’attacco e Imola si riporta sul 19-21. Un errore a testa e Rizzo stoppa a muro l’opposta ospite rimettendo in carreggiata le biancoazzurre che impattano a quota 22 con l’ace di potenza di Vittoria Gherardi, La volata finale del set si vive tutto d’un fiato e il timeout di coach Sperandio neutralizza l’entusiasmo imolese. Ma sul servizio in “gestione” di Gherardi, le ospiti pasticciano e Imola scatta avanti 23-22. Folli esalta la Clai per il matchpoint sul 24-22. Trevi per il 24-23. Un’azione di oltre 2 minuti porta al pareggio sul 24-24 con Imola che sciupa, quindi, due palle match. Timeout Imola. Rizzo inchioda a terra la fast del 25-24. Quindi, tutto il popolo della Clai Imola salta in piedi festante sulla schiacciata di Serena Vece che decreta il primo successo pieno della Società, nella storia, in questo campionato di serie B1. Tutti in mezzo al campo a festeggiare il 3-1 strappato coi denti e con una determinazione da applausi.
Grande soddisfazione per la vittoria.


5° giornata
Csi Clai Imola-Lucky Wind Trevi 3-1
Bionatura Nottolini-Megabox  Battistelli 3-2
VCittà di Castello-Termoforgia Castelbellino 3-1
Moncaro Moie-Timenet Empoli 3-1
Casal de Pazzi Roma-3M Pallavolo Perugia  3-0
3M Pallavolo Perugia-Angelini Cesena 3-2
Riposa: Blu Volley Quarrata

Classifica:

Roma 12, Timenet Empoli 11, Angelini Cesena 10, Castelbellino e Fgl Castelfranco 9, Nottolini 7, Megabox Pesaro Città di Castello 6, Lucky Wind Trevi, 3M Pallavolo Perugia e Moncaro Moie 5, Csi Clai Imola 4, Quarrata 1.