L'Andrea Costa cade a Bergamo

Niente da fare per i biancorossi che scivolano sul campo lombardo
 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 55 volte
Fonte: Andrea Costa Basket
L'Andrea Costa cade a Bergamo

Bergamo Basket 2014 - Andrea Costa Imola Basket 79-71
(13-24; 43-37; 64-55) 

BERGAMO: Augeri ne, Solano 11, Cazzolato 7, Laganà 16, Ferri 2, Fattori ne, Bozzetto 2, Crimeni ne, Sergio 7, Hollis 21. All. Sacco

IMOLA: Bell 21, Alviti 15, Maggioli 4, Wilson 14, Gasparin 2, Prato 13, Toffali, Rossi ne, Penna 2, Simioni. All. Cavina

Al Pala Norda l’Andrea Costa alza bandiera bianca, cadendo per 79-71 sul campo di una squadra che pareva in difficoltà in campionato. In ogni caso, i biancorossi continueranno la propria corsa ai playoff.

Imola piazza il primo parziale del mach di 2-13 trascinata dalle bombe di Capitan Prato e Alviti e dalle penetrazioni di Wilson e Gasparin, costringendo i padroni di casa a chiamare il primo time out. Continua senza tregua la corsa biancorossa, smorzata solo da qualche sprazzo bergamasco targato Hollis-Laganà, che al 10’ vanta +11, 24-13. Bergamo rientro in campo mettendo in difficoltà la difesa imolese, piazzando un parziale di 8-0, smorzato subito dai 4 punti di Alviti e da Wilson che dalla lunetta realizza 2su2, 30-21 al 13’. Riaccorcia nuovamente le distanze la squadra di casa portandosi sul -4, ma l’asse Penna-Maggioli riporta i biancorossi sul +6, 37-31 al 17’. Nulla in trasferta è mai facile e se un momento prima Imola era in vantaggio, con una tripla dall’angolo Hollis firma per i suoi il +2 su Imola e il sorpasso, 37-39 al 18’. Bergamo approfitta del momento di calo imolese e al rientro negli spogliatoi conduce per 43-37. Tornano in campo con grande motivazione i ragazzi di Coach Cavina che appena rientrano in campo piazzano il parziale del 0-9, che li riporta in vantaggio per 46-49 al 23’. I padroni di casa non si vogliono arrendere alla furia biancorossa, e aiutati a qualche fischiata arbitrale dubbia, si riportano in vantaggio su Imola: 46-53 al 25’. Il canestro sembra essere stregato per Imola che segna solamente grazie alle schiacciate di Davide Alviti: 50-55 al 27’. In un momento in cui i biancorossi non riescono a trovare continuità in attacco, Bergamo ne approfitta e trascinata da Fattori e Laganà si porta sul +9 alla fine di terzo quarto: 64-55 il punteggio. I ragazzi di Coach Cavina, non riuscendo più a trovare la continuità difensiva e offensiva del primo quarto, non riescono a ricucire i 10 punti che li distaccano dai padroni di casa, 73-63 al 37’. Sono le bombe di Bell e Wilson a dare speranza alla squadra di Coac Cavina che si riporta sul -4, 75-71, al 39’. Gasparin commette fallo in attacco mandando in lunetta Solano, che realizza 2su2, 27’’ da giocare. Imola perde palla e Solano va a schiacciare a 15” per il 79-71 finale.