La dura legge dell'ex Alviti

Treviso domina nella ripresa, allungando sull'Andrea Costa che resiste finchè può.
05.12.2018 23:03 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 87 volte
Fonte: Andrea Costa
Simioni in difesa
Simioni in difesa

Treviso-Le Naturelle 89-70
(parziali 22-12, 47-39, 70-51) 
Treviso:  Tessitori 3, Burnett 18, Sarto, Alviti 13, Wayns 19, Tomassini ne, Antonutti 9, Barbante ne, Imbrò 3, Chillo 4, Uglietti 4, Lombardi 16, Listuzzi ne. All. Menetti
Imola: Ndaw, Montanari 6, Crow 14, Wiltshire, Fultz 13, Bowers 2, Rossi 13, Simioni 6, Raymond 10, Magrini 6. All. Di Paolantonio.

La regola dell’ex non perdona Le Naturelle: Alviti spinge forte Treviso che non toglie mai il piede dall’acceleratore e condanna Imola ad una sonora sconfitta. All’intervallo i veneti sono avanti 47-39, con i biancorossi che restano in scia grazie a Fultz e Crow e ad una difesa molto pressante. Il 2° quarto è vinto 27-25 da Imola, segnale di una squadra ancora viva. Ma nella ripresa l’Andrea Costa sbaglia molto al tiro, permettendo a Treviso di allungare in maniera decisiva fino al 70-51 al 30’. L’ultimo quarto non mostra nulla di particolare e Treviso mantiene fino alla fine il +19 sul 89-70.  

Bowers e Raymond sono ben contenuti dalla difesa ed offrono poco o nulla alla questione imolese. Dall’altra parte tutti gli effettivi (o quasi) entrati in campo, mettono il proprio mattoncino, sopperendo all’assenza (in panchina per onor di firma) di Tomassini. Bene Alviti e Lombardi, oltre agli americani al tiro.

Nel prossimo turno, in programma domenica 9 (ore 18) l’Andrea Costa sfiderà al PalaRuggi la Bakery Piacenza

Nel video di trevisobasket.it, la conferenza stampa di coach Menetti e le parole di Eric Lombardi e del grande ex Davide Alviti