La scarpata del Diablo

Il fuori categoria Granoche non perdona: l’Imolese cade al Nereo Rocco

02.12.2018 01:21 di Carlo Dall'Aglio  articolo letto 30 volte
Fonte: Imolese
Il rigore di Granoche
Il rigore di Granoche

Serie C, girone B - 14ª giornata

Triestina - Imolese 1-0
Triestina: Valentini; Formiconi, Malomo, Lambrughi (c), Sabatino; Steffè, Coletti (dal 59’ Bolis); Petrella (dal 46’ Hidalgo), Bracaletti (dal 59’ Granoche), Beccaro (dal 82’ Boccanera); Procaccio (dal 77’ Bariti). All. Pavanel (a disp. Boccanera, Libutti, Pizzul, Granoche, Codromaz, Hidalgo, Bariti, Pedrazzini, Ghiglia, Bolis, Marzola, Gozzerini).
Imolese: Rossi; Garattoni, Boccardi, Carini, Sciacca (dal 70’ Fiore); Valentini (c), Bensaja, Gargiulo (dal 46’ Carraro); Mosti (dal 63’ Hraiech); Lanini (dal 46’ De Marchi), Rossetti (dal 46’ Giovinco). All. Dionisi (a disp. Zommers, Sereni, Checchi, Tissone, Giannini, Zucchetti, Carraro, Rinaldi, Hraiech, Fiore, Giovinco, De Marchi).
Marcatori: 65’ Granoche (rig.)
Arbitro: Giovanni Nicoletti (assistenti Domenico Fontemurato e Amir Salama).
Espulsi: 80’ Valentini

Imolese come al solito da assalto in quel di Trieste, allo storico “Nereo Rocco”, ma questa volta non basta. I rossoblu cedono la posta in palio per il rigore realizzato da Granoche al 65’, dopo il fallo sullo stesso attaccante (appena entrato in campo) da parte di Carini.
Peccato per una squadra che gioca assolutamente alla pari dei forti triestini, senza riuscire a segnare almeno la rete del pareggio che sarebbe stato meritatissimo. La rete annullata a Lanini per fuorigioco nel primo tempo, certamente, avrebbe modificato l’andamento del match.
Dal prossimo match interno, contro la Virtus Verona, l’Imolese sarà chiamata a incassare altri mattoncini in classifica.

La cronaca.
Imolese in campo col solito 4-3-1-2, con Bensaja al posto di Carraro e Sciacca preferito a Fiore. Nella Triestina nessuna novità rispetto alla vigilia: Granoche è recuperato, ma parte dalla panchina. Gioca Procaccio come unica punta nel 4-2-3-1 di Pavanel. Gol annullato all’Imolese al 13’: ottima combinazione Rossetti-Mosti-Lanini che conclude in rete, ma la bandierina dell’assistente si alza per segnalare il fuorigioco. Cinque minuti dopo, altra bella azione dell’Imolese: inserimento centrale di Gargiulo e palla per l’accorrente Garattoni, il cui destro viene però murato dalla difesa triestina. Solo dopo mezzora la prima occasione della Triestina: incursione in area di Procaccio, che mette a sedere Carini e crossa rasoterra in mezzo, senza però trovare la deviazione vincente di un compagno. Grande pericolo per la difesa rossoblu.
Al termine del primo tempo è evidente come l’Imolese abbia iniziato meglio il match, con i locali che crescono nella seconda metà del tempo. Sostanziale equilibrio, risultato giusto.
La ripresa inizia con tre cambi per Dionisi che inserisce Carraro, Giovinco e De Marchi per Gargiulo, Lanini e Rossetti. Cambia anche la Triestina: fuori Petrella, dentro Hidalgo. Al 53’ ripartenza rossoblu: Bensaja serve dalla parte opposta Giovinco che anticipa l’avversario diretto e serve in mezzo all’area Mosti il cui destro è debole e centrale.
La rete decisiva giunge al 65’ con il nuovo entrato “El Diablo” Granoche che si procura e realizza il rigore del vantaggio 1-0 per i padroni di casa. Fallo di Carini e trasformazione impeccabile del centravanti biancorosso. L’Imolese non ci sta e tenta il pareggio: al 73’ scambio veloce da calcio d’angolo con Giovinco che inventa il suggerimento in mezzo per Carini: controllo e destro al volo del difensore rossoblu che non c’entra la porta da ottima posizione, sprecando l’occasione di rimediare al rigore procurato. Si rimane sull’1-0. All’80’, ripartenza micidiale di De Marchi che prova a scavalcare Valentini in uscita: l’estremo difensore dei padroni di casa tocca con le mani fuori area e viene espulso. Nulla di fatto sulla punizione seguente, con Giovinco che colpisce la barriera. E la partita, in pratica, finisce qui con i locali a bloccare sul nascere le ultime manovre imolesi che nonostante la superiorità numerica non trovano la rete disperata negli ultimi minuti.

Alessio Dionisi, allenatore
«Avrei preferito uscire dal campo senza prendere complimenti, ma con un risultato positivo. Onestamente, credo che il risultato più giusto fosse il pari: poi è arrivato un episodio che si è creato un giocatore che c’entra poco con questa categoria. Potevamo fare meglio nel primo tempo, la Triestina ci ha limitato e noi non ci siamo mossi bene davanti. E’ stata una gara equilibrata, dovevamo sfruttare meglio qualche ripartenza in cui abbiamo sbagliato le scelte».