La spinta dei 4000

L'Italia vince 26-23 davanti ad un PalaCattani strapieno da tutto esaurito e molto euforico per la maglia Azzurra.
Le immagini di tutte le reti e le interviste a fine gara.
11.04.2019 17:32 di Carlo Dall'Aglio   Vedi letture
La spinta dei 4000

Italia-Slovacchia 26-23 (pt 12-9)
Italia: Ebner, Volarevic 1, Moretti 2, Bulzamini 2, Maione, Sonnerer 7, Bronzo, Arcieri 3, Argentin, Iballi 1, Dapiran 1, Turkovic 1, Marrochi 2, Basic, Parisini 3, Skatar 3. All: Trillini
Slovacchia, SHEJBAL, Korbel, Petro 1, Prokop, Urban 2, Duris, Briatka 4, Kovacech 2, Kalafut 1, Slaninka 2, Vallo, Zernovic, Machác, J.Mikita 6, M.Mikita 5. All: Kuhr​​​​​​​
Arbitri: Canbro e Kliko (Sve)

Una serata da ricordare a lungo: la Nazionale Italiana festeggia insieme ad oltre 4.000 tifosi il successo sulla forte Slovacchia nelle qualificazioni ad Euro 2020.
L’Italia supera 26-23 (pt 12-9) una Slovacchia sorpresa dalla veemenza degli Azzurri e dall’appoggio di un pubblico mai visto a livello italiano.
E’ davvero un’atmosfera calda e da brividi quella che avvolge la squadra di Riccardo Trillini nella cavalcata vincente che spinge l’Italia a quota 2 punti nella classifica, alle spalle di Russia e Ungheria e davanti proprio alla Slovacchia, ancora ferma al palo.
Domenica 14 aprile, la gara di ritorno a Povazska Bystrica. Servirà vincere per staccare definitivamente gli slovacchi nella corsa alla 3° posizione che potrebbe essere utile alla qualificazione agli Europei.

Al PalaCattani immensa prestazione dei portieri Ebner e Volarevic che chiudono a più riprese lo specchio agli attaccanti avversari. Il portiere di Bolzano, addirittura, realizza una rete dalla sua area, sfruttando il vuoto lasciato dal portiere in movimento ospite.
L’Italia scende in campo sull’onda dell’emozione del tifo locale e scatta subito 3-0 con la doppietta di Moretti e Bulzamini: alla segnatura del terzino mordanese, idolo locale, il PalaCattani si scuote per l’esultanza assordante. L’Italia domina il gioco nei primi minuti, mantenendo un discreto margine.
A metà frazione, Sonnerer (premiato alla fine come MVP della partita) segna a ripetizione dall’ala destra e lancia gli Azzurri verso l’intervallo (7-4, poi 10-6 e 12-9). Da segnalare la prova difensiva dei colossi Bulamini, Argentin e Parisini.
Durante l’intervallo, esibizione di sbandieratori e tamburini locali e premiazione alla campionessa mondiale di beach tennis Giulia Gasparri con l’applauso dell’ex Ministro del Lavoro Giuliano Poletti, entrambi mordanesi ed entrambi molto appassionati di pallamano.
Nella ripresa l’inerzia del match è sempre tinta d’Azzurro, ma nella seconda parte di parziale, quando ormai la vittoria pare archiviata, va segnalata la reazione d’orgoglio della Slovacchia che rimonta dal 19-14 al 20-18 facendo vacillare per pochi minuti la barca italiana. Nell’ultimo momento di flessione, l’Italia trova ossigeno puro con le invenzioni di Pablo Marrochi che trascina i suoi sul 23-18, scacciando ogni rischio. Sul 25-21 a 5’ dalla sirena finale, ormai, il successo è in cassaforte e gli Azzurri possono amministrare il vantaggio tra gli applausi dei festanti tifosi romagnoli.
Domenica secondo atto del doppio confronto a Povazska Bystrica (ore 17:00, diretta Sportitalia).

La classifica aggiornata del Gruppo 7:
Ungheria 4 pti, Russia 4, ITALIA 2, Slovacchia 0

Nei video la raffica di gol dell’Italia e le interviste realizzate a fine partita

Immagini e interviste di Carlo Dall’Aglio
​​​​​​​(Carlone Magno Productions e Tuttosportimolese)